Senna, un cognome che pesa come un macigno

3 gennaio 2010 13:05 Scritto da: Davide Reinato

Quest’anno ne vedremo delle belle. Si prospetta un bel campionato e avremo in pista ben quattro campioni del mondo: Schumacher, Alonso, Hamilton e Button. Poi, tra i volti nuovi di questa Formula 1 moderna, troviamo un ragazzo che fino a qualche anno fa non aveva mai toccato una monoposto: Bruno Senna. Leggendo quel cognome su una monoposto passa un brivido lungo la schiena ed è logico che il pensiero vada subito all’immortale Ayrton.

Era stato proprio Ayrton a mettere la pulce nell’orecchio ai giornalisti, quando alla fine del 1993 in una intervista si lasciò andare, dicendo “Se pensate che io sia bravo, aspettate di vedere mio nipote Bruno”. La sua avventura con le monoposto nacque nel 2004 grazie all’aiuto di un amico storico di Ayrton, l’austriaco Gerhard Berger. Si organizzò un test su una Formula BMW e il 21 agosto dello stesso anno, Bruno era già in griglia in quella categoria. Alla fine del 2004, parteciperà al Gran Premio di Macao di Formula 3 con il team Shangsai FRD GT Tires. Su 33 partecipanti, Bruno partì in ottava posizione in qualifica e giunse secondo in gara.

Come inizio non fu di certo male, anzi. Forse Ayrton aveva ragione, il talento non gli manca. Nel 2005 e nel 2006 Bruno militò nella Formula 3 inglese, per poi disputare due stagioni piene in GP2 prima di provare ad accasarsi alla Honda in Formula 1. Ma il team, in fallimento, lo deluse. Così si dedicò alla Le Mans Series, tanto per non rimanere fermo.

Nel 2010 arriva finalmente il contratto che aspettava: debutterà in Formula 1 nel 2010 con il Team Campos e correrà con il cognome della madre: Viviane Senna, per l’appunto. Ma la scelta di portarsi dietro un cognome così può diventare un’arma a doppio taglio. Se da un lato vi è un grande interesse, dall’altra parte ci sarà sempre grande pressione e i media potrebbero affondare la carriera di questo giovane pilota se qualcosa andasse storto.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!