Quattro chiacchiere con Carlo Vanzini

22 gennaio 2010 15:27 Scritto da: Davide Reinato

Proprio qualche giorno fa parlavamo della rinuncia di Sky ai diritti per trasmettere la Formula 1 nel 2010 e abbiamo visto quanti tifosi e abbonati Sky siano rimasti delusi da questa scelta della PayTv. Così, rinunciando alle belle dirette di Sky, siamo andati a contattare la voce che ci ha accompagnato in tante gare insieme a Marc Gene, ossia Carlo Vanzini.

Quella che sta per arrivare è una stagione ricca di novità: 4 nuove squadre, il ritorno di Michael Schumacher alle corse con la Mercedes, l’arrivo di Alonso in Ferrari e tanti altri spunti che porteranno nuova vita alla Formula 1. Così abbiamo fatto qualche domanda a Carlo, per sapere come vede lui questa stagione.

Carlo, innanzi tutto grazie per la tua disponibilità. Mancano ormai pochi giorni per vedere le monoposto scendere in pista per il primo test di Jerez: i valori in campo sono praticamente sconosciuti, ma se ti chiedessimo di fare un pronostico, chi daresti favorito per il mondiale?
Da quello che si dice nell’ambiente i motori Mercedes consumano meno benzina e se consideriamo che una delle più grandi novità è rappresentata dall’eliminazione dei rifornimenti, viene da pensare che i motorizzati Mercedes ad oggi sulla carta hanno un certo vantaggio. Il discorso però è assolutamente relativo perché aerodinamica, consumo gomme, usura freni e stile di guida dei piloti incideranno parecchio.
Di partenza credo che le grandi di certo non si faranno “infinocchiare” come lo scorso anno nell’interpretazione dei regolamenti e che quindi torneranno ad essere protagoniste davanti.
Mercedes Gp è lì. Ma su tutte, vado contro corrente, dico Red Bull (solo perché chi fa i pronostici la mette sempre come ultima del lotto). Non dimentichiamo che senza i diffusori di inizio stagione Vettel avrebbe vinto il titolo a mani basse. Ritengo che Newey sia un genio e le sue macchine (allora Williams) hanno dominato gli ultimi 2 mondiali disputati senza rifornimento (1992-1993) quindi sa cosa vuol dire, seppur a distanza di tempo, fare macchine per gare no stop (cambio gomme a parte). Però fa anche macchine estreme e l’affidabilità quest’anno sarà fondamentale. Per questo il 2010 è un anno aperto, almeno adesso sulla carta, a qualsiasi pronostico.

Restiamo in tema di pronostici per un attimo e diamo un’occhiata alle nuove squadre che debutteranno in Bahrain. Quali tra queste vedi il progetto più, tecnologicamente parlando, affine al mondo della F1?
Non considerando la Sauber come nuova, Virgin e Lotus al momento mi sembrano le più accreditate a far bene. Certo non a vincere, ma l’obiettivo punti può essere alla portata. Hanno preso piloti di esperienza: Lotus Trulli e Virgin Glock e tecnicamente si stanno avvalendo di personale che la F1 la conosce bene. Resta come dicevo l’incognita Cosworth, per il resto nulla vieta di costruire una macchina competitiva. Con le tante limitazioni che ci sono il livellamento delle prestazione favorisce sicuramente le piccole e le nuove squadre.

Cambiamo per un attimo argomento e parliamo di Rossi e la Ferrari. I media ci stanno ricamando tanto sopra, forse troppo. Dovendo fare un po’ di FantaF1, cosa ne pensi di questo sodalizio tutto italiano? Dopo il buon tempo di Rossi a Barcellona, credi che si arriverà a qualcosa di più di un test?
Credo che la prestazione di Rossi vada presa per quello che è: un gran bel tempo show (non dimentichiamo che anche Bortolotti a Fiorano fece il record). Analizziamo un paio di aspetti:
Il tempo della pole di Raikkonen è stato ottenuto in configurazione gara a serbatoio carico, Rossi era in assetto giro veloce scarico (scarico di benzina, il miglior tempo lo ha fatto Massa nel q2 in 1’20”584 più di 1” più veloce di rossi). Raikkonen nel 2008 aveva gomme scanalate contro le slick di rossi e c’è una bella differenza di prestazione. In più, Ci saranno stati almeno 15 gradi di differenza di temperatura e sappiamo che questo influisce parecchio (1” sulla prestazione ogni 10°). Quindi direi che Rossi è un grandissimo e continuerà ad esserlo con le moto.

Direi che sei stato chiarissimo. Prima di concedarci, l’ultima domanda d’obbligo riguardo proprio il mancato rinnovo dei diritti Tv di Sky sulla Formula 1. A parte il fatto di essere dispiaciuti, perché le tue telecronache ci esaltavano, cosa puoi dirci in merito?
Partiamo dal presupposto che le scelte che vengono fatte qui sono tutte assolutamente valutate nei loro singoli aspetti. Non ho voce in capitolo e credo che sia giusto così, ad ognuno il proprio ruolo. Posso solo dire che in questi anni ho avuto un’opportunità incredibile e fantastica. Potervi raccontare il mondiale di f1 è stato il massimo e al massimo racconterò per SKY lo sci alpino all’olimpiade di Vancouver, con l’obiettivo di rendere il più possibile partecipe voi, il pubblico, come (dalle tante mail che ricevo mi pare di poterlo dire) abbiamo fatto in f1.

Insomma, cari abbonati Sky, non ci resta che fare spallucce e accontentarci di seguire la F1 sulla Rai. Nel frattempo, ringraziamo Carlo Vanzini per averci dedicato il suo tempo e gli auguriamo di tornare presto a raccontarci delle imprese dei nostri beniamini sulle piste di tutto il mondo!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!