Cambia ancora il punteggio. Ecco tutte le regole

2 febbraio 2010 15:27 Scritto da: Andrea Facchinetti

Come ogni anno da questa parte, oltre al regolamento tecnico, la FIA modifica anche quello sportivo. Tra le regole che cambieranno, spiccano innanzitutto il nuovo sistema di punteggio, ma cambierà anche il format delle qualifiche e verrà reintrodotto il divieto di rifornire in gara. Vediamo nello specifico cosa cambia:

SISTEMA PUNTEGGIO – Il sistema di punteggio 2010 ha subito oggi una nuova modifica. Dopo essere passati dal tradizionale 10-8-6-5-4-3-2-1 al 25-20-15-10-8-6-5-3-2-1, la FIA, su richiesta dei team, ha aumentato il divario in termini di punti tra la vittoria, il 2° posto e il 3°. Di conseguenza sono cambiati anche i punteggi relativi ai vari piazzamenti:25-18-15-12-10-8-6-4-2-1. La FIA ha voluto aumentare il peso della vittoria per incentivare i piloti a correre per la vittoria anzichè per un piazzamento, mentre ha voluto allargare la zona punti per poter permettere a più team (quest’anno saranno 13, non accade dal 1995) di poter prendere più facilmente punti preziosi per il campionato costruttori.

QUALIFICHE – Cambieranno ancora le qualifiche, ma rimarrà il sistema knock-out (ad eliminazione): le novità riguardano tutte e tre le sessioni Q1,Q2 e Q3. Nel Q1 e nel Q2, dato l’aumento delle vetture in pista (26), verranno eliminati 8 piloti (ne rimarranno così 18 nel Q2 e 10 nel Q3). Con il divieto di rifornimento, le vetture affronteranno anche il Q3 a serbatoi scarichi: finalmente farà la pole position la vettura (e il pilota) più veloce, e non quella con meno carburante a bordo.

GOMME – I 10 piloti rimasti nel Q3, avranno l’obbligo di partire in gara con le stesse gomme che utilizzeranno nell’ultima fase di qualifica. Su richiesta della F1 Commission, si è deciso che alla fine della 1°sessione di prove libere, ciascun team dovrà consegnare un set di gomme alla Bridgestone, mentre ne dovrà fornire 2 prima dell’inizio della 3° sessione.

RIFORNIMENTI – Dal 2010 sarà vietato rifornire in gara: ciò significa che le vetture partiranno con un carico di benzina tale da poter arrivare alla fine della gara senza immettere nel serbatoio neanche una goccia di benzina. Tale regola venne abolita nel 1993, ma dato il crescente numero di incidenti ai box per colpa del rifornimento (ultimo in ordine di tempo quello di Kovalainen ad Interlagos) e la necessità di ritrovare lo spettacolo perduto, hanno fatto sì che questo divieto fosse reintrodotto.

KERS E ALTRE REGOLE – Il KERS (Kinetic Energy Recovery Systems) è ancora presente nel regolameno, ma un “gentleman agreement” stipulato tra i vari team vieta di usarlo. Aumenterà il peso minimo (le vetture ora hanno un serbatoio sufficientemente capiente per poter permettere di finire la gara senza rifornire) da 605 Kg a 620, il numero massimo di vetture che potranno partecipare al campionato saranno 26 (13 team) e non più 24 (12), i 3 giudici di gara saranno sempre gli stessi e uno di loro potrà essere un ex-pilota, in modo da avere giudizi più uniformi durante il campionato. I test saranno ancora banditi durante il campionato (si possono percorrere 15,000 Km durante i test invernali) ma in caso di sostituzione di un pilota, se il pilota che subentrerà non corre in F1 da almeno 2 campionati, avrà a diritto a una giornata di test su una pista che non fa parte del calendario del campionato. Questo test sarà possibile se la sostituzione verrà annunciata almeno 14 giorni prima della gara. Infine, per agevolare l’ingresso di nuove scuderie, la FIA, per quest’anno, pagherà una somma pari a 6,8 Mln di € ai 3 nuovi team scelti in giugno (Campos, USF1 e Virgin), per il trasporto delle 2 vetture e di 10,000 Kg di materiale. E’ inoltre permesso a questi team di svolgere dei test su delle piste non presenti nel calendario ufficiale dei test.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!