Ci sarà ancora la Ferrari nel futuro di Massa?

5 febbraio 2010 22:59 Scritto da: Davide Reinato

In una intervista pubblicata sul Corriere dello Sport di oggi, Felipe Massa ha dichiarato di voler correre ancora a lungo e non sa ancora se lo farà con la Ferrari. Contrariamente alla promessa di fedeltà di Alonso da qui fino alla fine della carriera, Felipe tiene i piedi per terra e non fa dichiarazioni d’amore inutili.

“Per Fernando è diverso – ammette il pilota brasiliano – perché a 28 anni arriva in un team fantastico e al 100% non avrà più offerte migliori di quella che gli ha fatto la Ferrari. Per me invece è diverso”. E in fondo ha anche ragione, perché il contratto di Felipe scadrà esattamente a fine stagione e il suo futuro in Rosso potrebbe essere messo in forte discussione.

Massa arrivò in Ferrari come collaudatore nel 2003, per poi tornare alla Sauber l’anno seguente, squadra con la quale aveva debuttato in F1 dimostrando d’essere un talento ancora acerbo. L’esperienza in Ferrari gli è servita a maturare, tanto che con Sauber segnò dei risultati positivi in due annate poco felici per il team svizzero.  Nel 2006 è stato promosso a pilota titolare, gareggiando a fianco di Michael Schumacher, che oggi lo chiama affettuosamente “il mio fratellino minore”.

Felipe ha confermato che con la Ferrari si è iniziato a parlare di un rinnovo, ma anche se questo avvenisse, per quanto tempo ancora Felipe potrebbe affiancare Alonso alla Rossa? Uno, due anni al massimo. Realisticamente potrebbe anche  non farne più di corse alla Ferrari, chi lo sa. Di certo, lui non si farebbe problemi a migrare verso un altro team: “Mi sento a casa qui – dice – ma voglio comunque correre ancora per diversi anni”.

Bene così, prima o poi arriverà il sostituto di Felipe in Ferrari. Ma chi sarà costui? Sicuramente non Valentino Rossi, tormentone mediatico che ci sentiamo di escludere da ogni piano realistico di ingresso in Formula 1. Con tutto il rispetto per il talento di Vale, non crediamo proprio che la cosa sia fattibile. E la pensa così anche Felipe, che alla domanda di rito sul “Dottore”, il brasiliano ha risposto: “Direi proprio di no, Valentino ha provato al 90% per divertirsi e forse al 10% per vedere se c’erano le condizioni di correre in F1, ma alla sua età non sarebbe facile arrivare e imparare tutto così in fretta”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!