Mark Webber: “Primo giorno positivo”

10 febbraio 2010 22:29 Scritto da: Davide Reinato

E’ arrivato il giorno del debutto per la Red Bull RB6, la nuova monoposto del team austriaco che tenterà la scalata al mondiale. Il primo giorno di test è stato riservato a Mark Webber che dopo 47 giri ha dovuto parcheggiare la sua monoposto a bordo pista a causa di una perdita d’olio.

Mark: cosa ne pensi della nuova monoposto dopo il primo giorno?
E’ stata un’esperienza positiva, anche se non era un giorno favorevole per provare, ma era uguale per tutti. Poi abbiamo avuto un problema con quella perdita d’olio, ma da fuori è sembrato qualcosa di più grosso. E’ stato un peccato, perché con il senno di poi avrei potuto gestire meglio il tutto, ma alla fine abbiamo sempre fatto 50 giri. Speriamo che domani sia asciutto, così potremo raccogliere più informazioni.

Ritieni che la nuova macchina sia abbastanza maneggevole?
Tutto ciò che ci aspettavamo è stato raggiunto. Anche sul bagnato, seppur si scivolava tanto, sentivo bene la macchina. Dobbiamo ancora capire ancora qualcosina, ma speriamo domani di poter lavorare già al posteriore e dare un’occhio ai tempi sul giro.

Ti trovi bene su questa RB6?
Si, fino ad ora tutto bene. Abbiamo lavorato bene in fabbrica per risolvere alcune questioni sul mio sedile, in modo da arrivare in pista e non perdere tempo per sistemare questi dettagli.

La macchina è meno reattiva ora che c’è il passo lungo?
Si, decisamente. Succede con una macchina con passo più lungo. Per fare la chicane o la curva 5 a Jerez, per esempio, devi ora affrontarla in maniera diversa. E’ fisica.

E’ stato difficile provare con queste condizioni atmosferiche?
Non proprio, sarebbe stato bello fare un giro senza traffico in pista, ma ho incontrato Petrov e altri piloti. Ma sono sicuro che se domani proveremo sull’asciutto con serbatoio scarico, mi divertirò parecchio. Oggi abbiamo provato sotto la pioggia, ma ci è comunque servito per imparare tante cose.

I giorni di pioggia vi potrebbero penalizzare?
No, non penso. In fondo un paio di giorni di asciutto in Valencia non penso avrebbero modificato tanto le cose, anche perché la pista di Valencia non è poi così tecnica. Abbiamo preferito restare in fabbrica.

Tutti si aspettavano una rivoluzione per la RB6, ma sembra più un’evoluzione della macchina dell’anno scorso, concordi?
Ho visto la macchina un mese fa ed ho capito come sarebbe stata. Un po’ tutti hanno copiato l’idea di Adrian [Newey] ma avendo fatto un buon lavoro, non c’era altro da fare che migliorare. Ma le speranze e i desideri non portano da nessuna parte. Abbiamo fatto abbastanza, vedremo quello che c’è ancora da fare.

Come vedi la tua stagione?
Sei arrivato dritto al sodo. E’ stata una buona stagione per me quella dell’anno scorso: ho avuto una partenza difficile per via dei miei problemi fisici che hanno pesato anche a livello psicologico, ma poi ho recuperato. Sono molto fiducioso per questa stagione, non vedo perché non posso fare meglio dell’anno scorso e ottenere molte più cose.

Come giudichi il tuo compagno di squadra?
Sebastian è un ragazzo molto veloce, ma ci sono state delle volte l’anno scorso che è andata meglio a me. Abbiamo uno stile di guida molto simile e questo ha aiutato molto il team per lo sviluppo della macchina.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!