Test Jerez: i tempi degli ultimi 4 giorni

21 febbraio 2010 11:49 Scritto da: Davide Reinato

E’ andata in archivio anche questa settimana di test sul circuito di Jerez, che sommata alla scorsa settimana produce ben 8 giorni di prove più o meno produttive. La pioggia non ha aiutato i team neppure questa settimana, anche se gli ultimi due giorni ha comunque dato tregua. Anche questa settimana in testa alla classifica c’è una McLaren, con Jenson Button davanti a tutti e un giro abbastanza veloce.

Ci siamo chiariti ancora un po’ le idee, anche se resta ancora l’incognita Ferrari. Volendo riassumere, noi la vediamo così:

McLaren: sicuramente fortissima a serbatoi più o meno scarichi, perde forse qualche decimo nei lunghi stint.
Red Bull: con molta probabilità la macchina da battere. Ha fatto scuola l’anno scorso e continuerà a farla quest’anno, ma l’affidabilità della RB6 potrebbe ancora una volta far sfumare i sogni di Webber e Vettel. Anche ieri hanno avuto un grosso problema che ha fermato Webber a lungo. I gioiellini di Newey sono talmente tirati al limite che sono anche fragili?
Ferrari: continua a lavorare su stint medio lunghi, mentre di giri veloci neppure l’ombra. Seppur Alonso si sia detto ottimista e fiducioso, chi guarda da fuori viene sfiorato dal dubbio che ci sia ancora qualcosa da migliorare. A Barcellona ne sapremo di più.
Mercedes: Tra le quattro favorite, forse è quella che sta leggermente più indietro. I problemi di stabilità in curva, specie con grossi carichi di benzina, si fanno sentire. A detta di Rosberg la vettura scivola troppo al posteriore in curva e ciò darà problemi non solo sui tempi sul giro singoli, ma soprattutto sulla durata della gomme.
Renault: il team francese ha portato a Jerez un diffusore al limite del regolamento, che ha cercato di coprire quanto più possibile dagli obiettivi dei fotografi. Sarà questa soluzione un po’ estrema a far tornare i francesi davanti con le grandi o è stato solo un exploit dei test per cercare altri sponsor?
Sauber: Anche qui il dubbio che Kobayashi e De La Rosa abbiano cercato spesso il tempo veloce, rimane. Però c’è da dire che la C29 è comunque nata bene e a nostro parere potrà lottare regolarmente per i punti. Può puntare sulla solida esperienza dello spagnolo e sul talento puro del giapponese per fare bene nel 2010.
Toro Rosso: Una vettura da centro gruppo, che avrà modo di fare spesso l’outsider. In queste prove abbiamo avuto modo di vedere come Alguersuari sta crescendo bene e si stia ambientando con la nuova monoposto, insieme a Buemi si potrà lottare con Sauber, Force India e Renault.
Force India: Nella speranza che entro il 25 febbraio la società faccia luce sui suoi bilanci e non venga sciolta, la vettura indiana potrebbe essere una delle sorprese di questa stagione, confermando i buoni risultati ottenuti nell’ultima parte della scorsa stagione.
Williams: Hanno praticamente divorato l’asfalto sia Nico che Rubens. Migliaia di chilometri con qualche problemino di troppo, ma la vettura non ci sembra in grado di puntare alla vittoria come Sam Michael sperava. Vediamo più una squadra da centro gruppo, anche se i long run della vettura sono stati molto interessanti. Probabile sorpresa in Bahrain?
Virgin Racing: i proclami di Sir Richard Branson sono serviti a poco. La vettura è inconsistente e non è riuscita a fare dei chilometri senza avere problemi. Al posto del logo della Virgin, sulle fiancate andrebbe scritto “Fragile”. Ci spiace sia per Glock che per Di Grassi, ma se le cose non migliorano la Virgin farà la fine della Super Aguri nel 2006.
Lotus: Criticata da Kovalainen, portata a buon livello da Trulli. C’è già aria di contraddizione in casa della Lotus, che a Jerez sabato ha fatto un ottimo lavoro. 141 giri per Trulli che ha avuto modo di sistemarsi sulla monoposto e lavorare nella seconda parte della giornata su carichi di benzina e assetti. Sicuramente tra le nuove, la Lotus potrebbe essere quella che sarà davanti.

Di seguito, i tempi combinati delle 8 giornate di test a Jerez.

P.   Pilota        Team         Giri      Miglior Tempo
1.   Button        McLaren       209      1:18.871
2.   Kubica        Renault       217      1:19.114
3.   Kobayashi     Sauber        145      1:19.188
4.   Webber        Red Bull      202      1:19.299
5.   Liuzzi        Force India   151      1:19.650
6.   Rosberg       Mercedes      187      1:20.061
7.   Alonso        Ferrari       269      1:20.115
8.   Alguersuari   Toro Rosso    259      1:21.053
9.   Hulkenberg    Williams      275      1:21.432
10.  Schumacher    Mercedes      190      1:21.437
11.  Sutil         Force India    97      1:21.939
12.  Glock         Virgin        136      1:22.433
13.  Vettel        Red Bull      191      1:22.593
14.  Hamilton      McLaren       144      1:23.017
15.  Massa         Ferrari        80      1:23.204
16.  Buemi         Toro Rosso    103      1:23.322
17.  De La Rosa    Sauber        109      1:23.367
18.  Trulli        Lotus         141      1:23.470
19.  Di Grassi     Virgin         34      1:23.504
20.  Kovalainen    Lotus          98      1:23.521
21.  Di Resta      Force India   130      1:25.088
22.  Petrov        Renault       112      1:25.237
23.  Barrichello   Williams      179      1:27.145
24.  Fauyz         Lotus          76      1:31.848

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!