Preseason 2010: Red Bull RB6

3 marzo 2010 20:26 Scritto da: Davide Reinato

L’anno scorso avrebbe vinto il mondiale a mani basse se non ci fosse stata la triste storia dei diffusori illegali diventati d’un colpo regolari. Nonostante una affidabilità spesso precarica, la Red Bull quest’anno punta decisamente al titolo mondiale. In questi test effettuati a febbraio, la vettura è sembrata velocissima sul ritmo gara e molto competitiva sul giro da qualifica. Il patron della scuderia, è stato chiaro: l’obiettivo minimo è il mondiale!

La monoposto – La Red Bull RB6 ha saltato la prima sessione di test a Valencia per permettere ad Adrian Newey di dare gli ultimi ritocchi alla monoposto. Di fatto, la vettura dell’anno scorso ha fatto scuola e quest’anno sembra che le cose possono ancora ripetersi. Nessuno dei team avversari ha però tentato di replicare il posteriore della RB5, ne le sospensioni pullord che hanno caratterizzato la monoposto dello scorso anno. L’approcio per il 2010 è comunque molto simile, ma la vettura è ovviamente totalmente diversa per via del serbatoio più grande e le gomme più strette all’anteriore.

I piloti – Sebastian Vettel è stato spesso più veloce di Mark Webber. Purtroppo, tra errori all’inizio di stagione (si ricordi Melbourne 2009) e affidabilità precaria, le possibilità di lottare per il titolo sono praticamente svanite. Vettel è comunque un pilota sempre più maturo e sarà uno dei principali protagonisti quest’anno se la monoposto glielo permetterà.
Mark webber, invece, non è proprio al massimo della forma dopo la frattura alla gamba subita tempo fa. Di certo, l’australiano è più sotto pressione di portare risultati utili alla squadra, dato che ha solo un anno di contratto con la squadra e potrebbe essere sostituito da Raikkonen il prossimo anno, anche se è ancora molto presto per dirlo.

Punti forti – Quando si parla di una vettura uscita dal genio di Newey, spesso si parla di una vettura estrema in grado di lottare per il titolo. A questo si aggiunga che da qualche anno c’è stabilità all’interno del team, anche con i piloti e la cosa porta sicuramente dei benefici.

Punti deboli – L’unica nota negativa della Red Bull è il motore Renault. E’ vero che consuma poco, ma la potenza lascia a desiderare. Lo scorso anno il team ha provato a passare ai motori Mercedes, ma la FIA ha negato il consenso al motorista tedesco di fornire una quarta squadra. Inoltre, la Renault ha venduto la maggioranza del team perché è noto che uscirà presto dalla Formula 1 e questo spaventa anche la Red Bull, che potrebbe soffrire della mancanza di impegno dei francesi nell’ultima parte del campionato.
Infine, l’affidabilità. Le vetture di Newey sono estreme, ma anche fragili. Riusciranno a colmare i loro problemi quest’anno e lottare realmente per il mondiale?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!