Mercedes: 18 punti per il ritorno in F1

15 marzo 2010 23:11 Scritto da: Davide Reinato

Forse qualcuno si aspettava un ritorno in grande stile, magari con debutto e vittoria. Forse sognando un po’ troppo, veder vincere alla prima gara Michael Schumacher sarebbe stato il massimo per la Germania che tanto punta in questo progetto. Invece, la W01 si è dimostrata ancora una vettura acerba, forse la meno competitiva tra le quattro grandi del mondiale.

Se considerassimo la Mercedes come una nuova squadra, 18 punti complessivi per il ritorno in Formula 1 non sarebbero neppure tanto male, anzi. Ma se, invece, consideriamo che la Mercedes altro non è che la BrawnGP che l’anno scorso ha dominato il campionato… le cose non sono andate così bene. Quinto e sesto posto, rispettivamente per Nico Rosberg e per Michael Schumacher.

Nico Rosberg: “Sono partito veramente bene ed ero felice del quarto posto. Peccato che il mio passo con gomme morbide non era un granché, quindi faticavo nel tenere testa a Lewis, che alla fine mi ha superato durante i pitstop. Dobbiamo un po’ capire meglio come è potuto accadere. A fine corsa, quando mi sono ritrovato Sebastian davanti, non sono riuscito a superarlo, perché non appena mi avvicinavo a lui avevo l’aerodinamica troppo disturbata e perdevo aderenza. Comunque il quinto posto è un buon inizio sul quale lavorare per migliorare in futuro”.

Michael Schumacher: “Dopo tre anni fuori dai giochi, è bello poter dire che mi sono divertito, soprattutto all’inizio della gara, quando ho avuto una buona partenza. La sesta posizione finale consente alla squadra di avere una base per puntare al successo, ma dobbiamo lavorare duramente. Tutti i ragazzi hanno fatto un gran lavoro e vorrei ringraziarli per il supporto che mi hanno dato. Sappiamo bene che la strada è lunga, ma siamo ottimisti”.

Ross Brawn: “Entrambi i piloti hanno fatto un gran lavoro questo fine settimana. Ora dobbiamo dare loro una vettura migliore per poter puntare alle posizioni di testa. In Bahrain non eravamo abbastanza veloci nel ritmo gara e questo ci ha precluso la possibilità di lottare per il podio. Sono sicuro però che è possibile sviluppare questa vettura ed essere più competitivi nelle prossime gare”.

Norbert Haug: “Un weekend difficile per la squadra, che ha sofferto parecchio il caldo. Eravamo messi meglio durante le prove libere rispetto alla gara e devo dire che le gomme avevano un degrado notevolmente diverso. Le posizioni raggiunte dai nostri piloti, per questa gara, erano i risultati migliori che potevamo fare. Abbiamo un gran lavoro da fare ora per essere competitivi”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!