GP Australia 2010: la video sintesi

29 marzo 2010 16:01 Scritto da: Davide Reinato

Il Gran Premio d’Australia 2010 è stato ricco di emozioni e di sorpassi. Riviviamo insieme le azioni più entusiasmanti della gara che ci hanno fatto saltare sul divano!

La partenza: pochi minuti prima della partenza la pioggia è arrivata sull’Albert Park di Melbourne. Pur non essendo copiosa, ha costretto i piloti a partire con gomme intermedie. Partono male Webber e Alonso, che fanno pattinare molto le gomme, mentre è buona la partenza di Massa e ancora meglio quella di Kubica, che sale dal nono al quarto posto. Alla prima curva, Alonso stringe e Button non può che tamponarlo, mandandolo in testacoda. Girandosi, lo spagnolo ha involontariamente coinvolto anche Schumacher, rompendogli il musetto.

Giro 10: Al settimo giro Button era rientrato ai box e montato gomme da asciutto. Tutti pensavano fosse ancora presto e invece la scelta dell’inglese si è rivelata vincente. Tre giri più tardi, infatti, tutti si sono precipitati ai box. Kubica era secondo, dietro Vettel, ma Button è arrivato con gomme slick già in temperatura e il sorpasso è stato facile.

Giro 16: la F10 di Massa faticava a tenere bene la pista, specie nella penultima curva, dove il brasiliano arrivava spesso largo. Webber era dietro al ferrarista e ha subito intuito che poteva superarlo nel rettilineo principale. Massa subisce il sorpasso di Webber, ma anche quello di Hamilton che arrivava velocissimo, tanto da andare a superare anche Webber. L’australiano tenta di resistere ma arriva lungo in frenata, tirandosi dietro anche Hamilton e dando a Massa la possibilità di recuperare le posizioni perdute.

Giro 22: Bastano pochi giri ad Hamilton per rimettersi a caccia di Felipe Massa. L’inglese sfrutta il rettilineo principale per prendere la scia del brasiliano e tenta il sorpasso, andando anche a toccare la ruota posteriore destra della F10. Hamilton perde una parte di ala anteriore, ma l’ala è strutturalmente a posto. Un grande rischio per il pilota della McLaren.

Giro 26: Mentre Hamilton e Rosberg erano in lotta per la posizione, in testa al gruppo succedeva l’irreparabile. L’impianto frenante di Vettel fa le bizze, costringendo il pilota tedesco al ritiro.

Giro 56: Mancavano solo tre giri alla conclusione e Button andava ormai tranquillo verso la vittoria, con Kubica sicuro che Massa non avrebbe potuto attaccarlo. Ma dietro c’era il terzetto dello spettacolo puro: Alonso, Hamilton e Webber. L’asturiano sotto attacco di Lewis ha tirato una staccatona al limite per difendersi, con Hamilton costretto quasi a desistere, mentre Webber cercava di infilarsi. In questa manovra, l’australiano sperona la MP4-25 e la porta nella via di fuga. Entrambi riprenderanno la corsa, chiudendo con Hamilton sesto e Webber nono.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!