Renault accusa Hamilton di scorrettezza

4 aprile 2010 17:13 Scritto da: Davide Reinato

Hamilton in Malesia ha condotto una bella gara, ma il pilota inglese ha anche commesso una scorrettezza che i commissari di gara gli hanno perdonato. Alla fine del settimo giro di gara, Lewis Hamilton sorpassa all’ultima curva il pilota della Renault, Vitaly Petrov, che prova a difendersi prendendo la scia dell’inglese nel lungo rettilineo principale. Hamilton comincia ad andare a zig zag, cambiando traiettoria per ben tre volte, negando di fatto a Petrov la possibilità di attaccarlo alla curva successiva.

Tra tutti i piloti vi è una convenzione: non è concesso di cambiare traiettoria per più di una volta. Hamilton, lo ha fatto per ben tre volte e per tutto il lungo rettilineo principale, assumendo di fatto un comportamento antisportivo. E il risultato quale è stato? Una ammonizione con una semplice bandiera bianco nera, che equivale a dire “Non fare il monello”.  Ecco il video dell’evento.

Eric Boullier, team principal della Renault, era infuriato per la manovra dell’inglese effettuata su Petrov ma ancor di più per il comportamento dei commissari di gara che, secondo il francese, dovevano dare qualcosa di più che un avvertimento al pilota della McLaren.

“Ci sembra chiaro che Hamilton abbia rotto lo spirito del regolamento, che dice chiaramente che si può cambiare traiettoria per una volta, lui invece lo ha fatto per ben tre volte. Ha ricevuto un avvertimento per guida pericolosa, ma non penso che questo sia sufficiente. E il bello è che non possiamo chiedere alla FIA di tornare sui proprio passi, perché loro hanno dato un avvertimento, come dire che la prossima volta che lo farà, sarà penalizzato”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!