Nel 2011 certa l’India, nel 2012 Usa e Russia?

8 aprile 2010 18:11 Scritto da: Andrea Facchinetti

Come ha definito il consiglio mondiale, nel calendario del prossimo anno debutterà il Gp d’India. Ecclestone continua a sognare nuove location: New York e Mosca o Sochi. Roma dovrebbe arrivare tra due anni, Portimao (Portogallo) si candida per un posto mentre la Francia è ancora speranzosa di rientrare in calendario al più presto. Ma c’è ancora qualche posto? Chi è a rischio? Vediamo la situazione dei vari Gp.

MODIFICHE – Mark Hughes, uno dei promotori del Gp D’India, ha ieri dichiarato che “i teams ci hanno aiutato nella progettazione del circuito. Abbiamo inviato loro il progetto di Herman Tilke e abbiamo chiesto di provarlo al simulatore per poterci dare dei giudizi su come e dove migliorarlo“. Si dice che questo tracciato sarà il secondo più veloce del calendario, dietro a Monza. I lavori di costruzione dell’impianto, che sorgerà vicino alla capitale Nuova Delhi, sono già iniziati lo scorso Novembre, quindi non ci dovrebbero essere problemi di tempistica per il 2011.

AFFOLLAMENTO – Sono parecchie le gare che Bernie Ecclestone vorrebbe aggungere al calendario. Innanzitutto sogna di poter riportare il circus negli States, stavolta a New York:”Ci sto provando per il 2012. Davanti a Manhattan, nel New Jersey, con i grattacieli sullo sfondo. Quindici minuti dal centro di New York al circuito, una meraviglia”. Ma nel 2012 il patron della F1 spera anche di coronare un altro sogno, inseguito da anni: sbarcare in Russia. Tra le possibili location, le più gettonate sono Mosca o Sochi, sede dei Giochi Olimpici Invernali 2014. Con Roma confermata dallo stesso Ecclestone per il 2012, un altro paese che si candida per ospitare un Gp è il Portogallo, dove la F1 manca dal 1996. Il circuito non sarebbe più l’Estoril ma Portimao, un nuovo tracciato con molti saliscendi che piace ai piloti. Sembra però che il circuito portoghese sarà accontentato con alcune sessioni ufficiali di test invernali. In Francia invece la situazione è diversa: la FFSA ha un contratto con la FOM per rientrare nel 2011 ma non ha un circuito. Magny Course, uscito dal calendario nel 2008, infatti non organizzerà più l’evento e dopo il fallito tentativo di costruire un nuovo circuito a Flins-Les Mureaux, è possibile che il Circus ritorni al Paul Richard, tracciato di proprietà di Mr. E.

PIU’ DI 20 GARE? – Per Ecclestone, la F1 potrebbe disputare più di 20 gare stagionali, evitando così il problema di chi eliminare per far spazio ai nuovi Gp. “Non avremmo questo problema se i team accettassero di fare piu’ gran premi: sono stati loro a porre il limite massimo di 20 gare”. Il presidente della FOM ha però precisato che “sicuramente perderemo qualche gara, ce ne sono alcune che potremmo lasciare senza troppi problemi. Ho già parlato con alcuni paesi, vedremo cosa accadrà”. Con le voci che la Spagna potrebbe perdere uno dei due Gp (Barcellona o Valencia), Ecclestone ha però rassicurato che gare storiche come Silverstone, Monaco, Spa e Monza dovrebbero essere al sicuro.

CHI LASCIA? – I maggiori indiziati a lasciare il circus sono Turchia e Cina. Il circuito dell’Istanbul Park, dopo le vicende dell’edizione 2006, l’anno scorso ha dovuto nascondere, su richiesta di Ecclestone, con dei teli neri le tribune lasciate vuote. Il contratto con la FOM scade nel 2011 e difficilmente sarà prolungato. Stessa situazione per la Cina, anch’essa in scadenza nel 2011. A Shanghai il Gp era già stato messo in discussione a fine 2008, decidendo poi di inserirlo tra le prime gare dell’anno. Ora c’è il serio rischio che uno dei Gp che se ne andrà sarà proprio quello cinese. Anche il Giappone e la Malesia hanno un contratto in scadenza nel 2011, ma dovrebbero essere prolungati, dato che si prospettano migliorie al circuito di Sepang il prossimo anno e che Suzuka è una pista amata dai piloti. Singapore ha un contratto fino al 2012, Canada e Valencia resteranno fino al 2014, Brasile e Australia fino al 2015, Ungheria e Italia fino al 2016, Inghilterra fino al 2026. Con un calendario di 20 gare, il 2011 dovrebbe ripresentare tutte le tappe del 2010, mentre dal 2012 dovrebbe esserci qualche addio per far spazio alle new entry.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!