Ferrari: 800 GP da festeggiare con una vittoria

27 maggio 2010 11:27 Scritto da: Davide Reinato

Domenica sul circuito dell’Istanbul Park, in Turchia, la Ferrari avrà un doppio compito. Il primo è quello di tenere testa al gruppo delle Red Bull e  delle McLaren, più competitive che mai, mentre il secondo sarà quello di festeggiare nel migliore dei modi l’ottocentesima gara in Formula 1. Già, perché in sessanta anni di storia della Formula 1, la Ferrari ha accumulato un bel po’ di esperienza, tanto da essere quasi la squadra simbolo di questo sport.

Fernando Alonso: “Sono arrivato ieri sera a Istanbul, dopo aver trascorso un paio di giorni a Maranello. Insieme alla squadra abbiamo lavorato duramente per preparare la prossima prova del mondilae, un appuntamento speciale per tutta la Ferrari. 800 gran premi sono un traguardo straordinario. Il mio capitolo in uqesta storia eccezionale è iniziato da pochi mesi ed è lungo appena sei paragrafi, ma ho avuto modo di capire quanto sia speciale far parte del mito Ferrari.
Con la gara di Istanbul inizia il secondo terzo del campionato e i giochi sono ancora aperti. Anche se la Red Bull finora è stata la macchina più veloce, c’è un grosso equilibrio con almeno cinque o sei piloti in lotta per il titolo. Spero di avere una gara normale questa volta, nel senso che non debba trovarmi nelle retrovie dopo pochi giri. Abbiamo tutto il potenziale per essere competitivi e sarebbe fantastico poter celebrare il GP numero 800 con una vittoria”

Felipe Massa: “Sono stato molto impegnato in questi ultimi giorni, sempre in viaggio fra casa a Monaco e Maranelo. Ho lavorato al simulatore per preparare il GP di Turchia e ieri sono arrivo a Istanbul per disputare una delle mie gare preferite. Qui ho vinto tre volte di fila sulle cinque edizioni del GP disputate. Mi trovo bene sul quel tracciato, c’è qualcosa nelle caratteristiche del circuito che sembrano adattarsi a me come accade in Bahrain o in Brasile. A Istanbul avremo gomme dure e morbide, diverse dalle supermorbide e medie di Monaco. I tecnici hanno lavorato duramente per cercare di trovare le giuste soluzioni per far lavorare al meglio la F10. L’asfalto qui è più abrasivo e il degrado dei pneumatici sarà un elemento importantissimo, considerando anche che avremo temperature elevate che, speriamo, ci faranno lavorare meglio con le gomme”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!