Gp di Turchia 2010: cronaca della gara in diretta

30 maggio 2010 12:46 Scritto da: Redazione

Seguiamo in diretta il Gran Premio della Turchia, settima prova del mondiale di Formula 1 2010. Le qualifiche di ieri hanno consacrato ancora una volta Mark Webber come pilota da battere, dato che partirà per la terza volta consecutiva in pole position, affiancato oggi da Hamilton. Seguiremo la gara in live blogging, così da commentare in diretta insieme a voi quello che succede in pista. Per aggiornare la pagina, premete F5 o l’apposito tasto del vostro browser. Buona gara a tutti!

GARA TERMINATA

15:41 – La festa del podio si conclude con Hamilton e Button abbracciati, segno che tra loro sembra non esserci alcun problema. Faccia tesa, invece, per Webber. Ma la corsa è ormai finita: attendiamo la conferenza stampa per ascoltare le voci dei protagonisti. La nostra diretta finisce qui, rimanete collegati su BlogF1.it per approfondire la gara! Buona domenica a tutti!

15:33 – Una gara che si è ravvivata solamente nel finale: la pioggia non è arrivata, ma l’incidente tra i due della Red Bull e il tentato sorpasso di Button su Hamilton hanno movimentato parecchio la corsa, facendoci saltare sul divano! Da segnalare che Petrov ha realizzato il giro più veloce in gara al suo ultimo passaggio, avendo cambiato le gomme dopo la foratura: 1.29.165 per il pilota russo.

BANDIERA A SCACCHI! Lewis Hamilton conquista la prima vittoria del 2010, seconda posizione per Jenson Button, solamente terzo Webber dopo l’incidente avuto con il compagno di squadra Vettel. Ottimo quarto posto per Michael Schumacher, quinto Rosberg, sesto Kubica, settimo Massa, ottavo Alonso.

Giro 58 – Hamilton e Button si apprestano a portare a casa una bella doppietta. Inizia l’ultimo giro!

Giro 57 – Buemi tenta il sorpasso su Kobayashi e ci riesce agevolmente. Il pilota svizzero si è voluto sdoppiare. Chandhok intanto si ritira. Vettel è al muretto e parla con Horner e Newey… sembra che il team voglia perdonare il tedeschino.

Giro 56 – Fernando Alonso ha fatto una gran fatica per passare Petrov. Ha forzato e il lieve contatto tra i due ha penalizzato il pilota russo che fino a quel momento aveva fatto una grande gara.

Giro 54 – “La McLaren è a corto di benzina” – questa è la comunicazione data a Webber. Alonso e Petrov si toccano: il pilota della Renault ha un gomma bucata adesso, mentre Alonso ha guadagnato una posizione.

Giro 53 – Alonso prova a passare Petrov alla prima curva, ma la sua Ferrari sembra non sia neppure al livello della Renault oggi. Veramente incredibile.

Giro 52 – Team Radio per Button: l’ingegnere gli comunica che deve preservare la benzina e i tempi dell’inglese si sono alzati. Sarà un modo per evitare che Button ed Hamilton si scontrino ancora?

Giro 51 – Alguersuari, con la Toro Rosso, fa segnare il giro più veloce in pista. Intanto facciamo notare che Bruno Senna si è appena ritirato.

Giro 49 – Vettel racconta l’incidente ai microfoni dei giornalisti, ma minimizza i problemi con Webber. Nel replay del sorpasso Button-Hamilton, abbiamo notato che i due si sono toccati leggermente, ma non ci sono stati danni tra i due.

Giro 48 – Button riesce a scavalcare Hamilton, che si riprende la posizione dopo il rettilineo. Gran battaglia tra i due piloti McLaren! A quanto pare il campione del mondo in carica vuole dimostrare di non aver nulla in meno del più blasonato compagno di squadra.

Giro 46 – Ancora goccioline di pioggia in pista, ma se resterà così, non ci saranno problemi per i piloti. L’unica raccomandazione arriva dall’ing. di Schumacher, che gli ricorda di fare attenzione ai cordoli che se diventano umidi, potrebbero trasformarsi in una trappola.

Giro 44 – Rivedendo le immagini del replay dell’incidente tra i due, sembra molto difficile dare delle colpe all’uno o l’altro pilota della Red Bull. L’unica cosa certa è che tutti temevano che i due “polli” nello stesso pollaio non potevano stare e questo è il risultato. Non vorremmo essere nei panni di Horner, oggi!

Giro 43 – E’ stata battaglia vera tra i due: questo comprometterà sicuramente il rapporto tra i due piloti. Team Radio per Hamilton, il suo ingegnere di pista ha chiesto di preservare benzina, così come Button. I due della McLaren hanno 31 secondi di vantaggio di Webber e non dovrebbero avere problemi.

Giro 42 – Questo incidente praticamente riapre il mondiale. Le due McLaren sono ora in testa! Chissà ora quale strigliata si prenderanno Webber e Vettel: il tedesco ha tentato il tutto per tutto, ma rischiando anche oltre il dovuto.  Webber rientra ai box per sostituire l’ala anteriore: l’australiano è ora in terza posizione.

Giro 41 – Questo era quello che si temeva!! Vettel ha fatto un gesto riferito a Webber, non si capisce se per dire “E’ matto” o per dire “Ne riparliamo dopo”. Una gara compromessa per i due, con il muretto che impreca.

Giro 40 – Dall’onboard camera di Vettel vediamo come arrivino le prime gocce d’acqua. Vettel e Webber si toccano!!! Una GARA ROVINATA!!

Giro 39 – L’ing. Stella incita Alonso a mettere pressione a Petrov che, secondo il tecnico, dovrebbe non resistere alla pressione e commettere qualche errore. Vettel, invece, si è avvicinato minacciosamente a Webber e potrebbe tentare l’attacco da qui a breve. Si prospetta spettacolo!

Giro 37 – Le due Ferrari sono ancora dietro le due Renault: Massa è dietro a Kubica, mentre Alonso fa fatica anche ad avvicinarsi a Vitaly Petrov. Un vero incubo per i piloti del Cavallino.

Giro 36 – Kovalainen si è fermato dentro ai box. Nel giro di poche centinaia di metri, un doppio ritiro per la Lotus. Un vero peccato.

Giro 35 – Jarno Trulli si ritira per un problema tecnico.

Giro 33 – La pioggia non è arrivata al momento e sembra che, secondo il forecast della McLaren, ritarderà di circa dieci minuti. Negli ultimi quattro giri non ci sono stati sorpassi. Da notare che sia i piloti della Lotus che quelli della Virgin fino ad ora non hanno effettuato nessun pitstop.

Giro 32 – I primi quattro girano praticamente sugli stessi tempi e questo sembra dare maggior fiducia alla McLaren, che sembra essere veramente in grado di abbattere “i Tori Volanti”.

Giro 28 – Team Radio per Alonso: l’ingegnere gli conferma che Rosberg ha problemi con le gomme. Webber e Vettel scendono sotto il muro dell’1 e 31: le vetture si stanno scaricando di benzina e i tempi si abbassano. Da non sottovalutare il vento, che con le vetture più leggere può dare molto fastidio.

Giro 27 – Gara abbastanza noiosa in questo momento. Webber è ancora al comando, con Vettel in seconda posizione e subito dietro Hamilton e Button. La pioggia darebbe un po’ di vivacità alla corsa.

Giro 25 – Anche per Schumacher un team radio che conferma la probabilità di pioggia è alta e dovrebbe comunque durare molto poco e si useranno le intermedie.

Giro 24 – L’ingegnere di Hamilton comunica che si aspetta la pioggia a breve, anche se sembra essere solo uno scroscio di pioggia, questo potrebbe rimescolare le carte.

Giro 22 – Si scruta il cielo, perché le previsioni meteo danno possibilità di pioggia nel prossimo quarto d’ora.

Giro 20 – Hulkenberg ci fa vedere un bel sorpasso su Kovalainen. Il finlandese comunque non si arrende e resta incollato agli scarichi della Williams del tedesco.

Giro 19 – Webber non riesce a staccare il gruppo lì davanti: finalmente un po’ di spettacolo, con i primi quattro molto vicini tra loro. Tutto può succedere.

Giro 18 – Hamilton ha provato ad attaccare Vettel, ma non ce l’ha fatta. Tutto rinviato al prossimo giro.

Giro 17 – Con Button ai box, passano Webber, Vettel ed Hamilton. Button comunque si accoda in quarta posizione. L’ingegnere di Hamilton gli ricorda che mancano 40 giri al termine e lo incita a mettere pressione a Vettel. Alonso è attualmente in decima posizione: l’aver anticipato la sosta gli ha fatto guadagnare due posizioni.

Giro 16 – Nel valzer dei pitstop, Vettel ha recuperato la posizione su Hamilton. Quindi abbiamo Button al comando, Webber al secondo posto, terzo Vettel e quarto Hamilton. Quinto è michael SChumacher, ma la sorpresa potrebbe essere il meteo. Button entra in questo giro.

Giro 15 – Sebastian Vettel è ai box per il cambio gomme, così come Schumacher. Rientrano insieme anche Webber ed Hamilton ai box. Il ruolo dei meccanici ora è fondamentale: le posizioni non cambiano tra i due piloti. Button è momentaneamente in testa adesso.

Giro 14 – Kubica e Massa ai box. Hamilton ha tentato di sorpassare Webber alla prima curva, ma non ci riesce. Rientra anche Liuzzi con la Force India.

Giro 13 – Button fa segnare il giro più veloce, mentre Petrov e Sutil entrano ai box. Dietro di loro c’è De La Rosa. Hamilton si avvicina tantissimo nell’ultima staccata e tenta l’attacco.

Giro 12 – Fernando Alonso entra ai box. Sono circa 25 i secondi che servono per entrare, cambiare gomme ed uscire nuovamente per tornare in pista. Alonso sicuramente ha anticipato la sua sosta per evitare il traffico nel quale era bloccato e tentare di fare qualche giro veloce.

Giro 11 – Hamilton fa segnare ora il giro più veloce, rispondendo così al giro precedente di Webber. Barrichello è già entrato ai box per cambiare gomme.

Giro 10 – Webber ottiene il miglior giro con 1:32.7, ma non riesce a staccare Hamilton che gli sta praticamente addosso.

Giro 9 – Massa è ottavo e Alonso è dodicesimo. Lo spagnolo si sta beccando ben due secondi al giro nei confronti di Webber.

Giro 8 – Schumacher gira un secondo più lento rispetto ai primi. Attualmente abbiamo due gruppi, con Webber, Hamilton, Vettel e Button che fanno praticamente gara a parte.

Giro 7: Barrichello comunica all’ingegnere che l’ala posteriore di Liuzzi, che è davanti a lui, sembra non essere ben fissato e rischia di perderal da un momento all’altro.

Giro 6: Lewis Hamilton fa il giro più veloce e cerca di mettere pressione al pilota australiano.

Giro 5: Webber ed Hamilton sono vicinissimi e il duello è alle porte. L’inglese si fa vedere minaccioso ad ogni giro. E’ incredibile vedere dall’onboard camera quanto Hamilton guadagni in rettilineo.

Giro 3: Hamilton si fa vedere minaccioso negli specchietti di Webber. In rettilineo è più veloce dell’australiano di circa 7 chilometri orari.

Giro 2: Buemi entra ai box con una gomma forata, Alonso fa fatica a superare Kobayashi che resiste bene. Hamilton si porta subito dietro Webber. Il pilota inglese della McLaren fa capire subito di voler andare all’attacco dell’australiano della Red Bull.

Giro 1: Partiti! Nessun contatto al via e gran duello nelle prime curve con Hamilton e Vettel che si sono sorpassati a vicenda. Il pilota inglese della McLaren alla fine si è ripreso la posizione. Button ha fatto un bel sorpasso su Michael Schumacher. Alonso è dodicesimo.

14:00 – Inizia il giro di riscaldamento. Tutti i piloti si muovono senza problemi

13:58 – Tutto è pronto sulla griglia di partenza, a breve inizierà la procedura di partenza, che prevede il giro di riscaldamento che permette ai piloti di verificare che è tutto ok e a scaldare le gomme. 28 gradi la temperatura dell’atmosfera, 48 quella dell’asfalto.

13:54 – Sulla griglia di partenza manca solo la Virgin di Di Grassi, per via della sostituzione del motore Cosworth. Non è ancora sicuro che il pilota brasiliano riuscirà a prendere il via.

13:46 -Amici di BlogF1.it, rieccoci online per la cronaca della gara.  Tutte le vetture si sono già schierate sulla griglia di partenza e tra poco meno di un quarto d’ora i 24 piloti in gara si daranno battaglia. La pole ieri è andata a Webber, che ha portato alla Red Bull la settima pole su sette fin’ora disputate. Subito dietro di lui un grande Hamilton, mentre le Ferrari deludono parecchio: Massa è ottavo e Alonso partirà solo dodicesimo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!