GP Gran Bretagna 2010: cronaca della gara in diretta

11 luglio 2010 12:30 Scritto da: Redazione

Segui in diretta il Gran Premio di Gran Bretagna, decima prova del mondiale di Formula 1 2010. Ci attende una gara molto intensa, probabilmente ricca di colpi di scena. Dalla pole parte Sebastian Vettel, che ha preceduto il compagno di squadra Webber, mentre dalla seconda fila partiranno Alonso ed Hamilton e già alla partenza potremmo saltare sul divano.

Seguite insieme a noi la corsa, commentando in diretta ciò che accade in pista. Per chi segue il live blog tramite iPhone, ricordiamo che è necessario fare un refresh della pagina per poter leggere le ultime novità. Buona gara a tutti!

GARA TERMINATA

15:33 – La nostra cronaca live finisce qui. A breve un riassunto della gara, le interviste e gli approfondimenti. Buona domenica a tutti!

15:32 – Il giro più veloce è di Fernando Alonso, ma questa non è di certo una consolazione per la Ferrari. Mark Webber intanto arriva ora al parco chiuso, dopo aver festeggiato con i 120 mila tifosi presenti oggi sugli spalti.

15:29 – Stefano Domenicali ha negato l’intervista ai microfoni della RAI. Questo mostra quanto la Ferrari ha sofferto ancora una volta una gara difficile che allontana ancora di più le speranze mondiali della Rossa.

Bandiera a scacchi! Mark Webber si aggiudica la vittoria del Gran Premio di Gran Bretagna, davanti a Lewis Hamilton, mentre Rosberg regala il primo podio della Mercedes quest’anno. Button chiude in quarta posizione. Quinto un ottimo Barrichello, sesto Kobayashi, settimo Vettel, ottavo Sutil, nono Schumacher e decimo Hulkenberg. Fuori dalla zona punti le due Ferrari.

Giro 52 – Vettel fa a sportellate con Sutil e lo supera di forza, mentre siamo nel corso dell’ultimo giro e Webber vola verso il terzo successo stagionale.

Giro 51 – Massa giro più veloce: 1:32.116. E’ quindicesimo, davanti ad Alonso.

Giro 50 – Alonso ai box per una gomma forata. Fernando stava superando Liuzzi ma l’italiano lo ha toccato, facendo afflosciare il pneumatico. Intanto Schumacher ha raggiunto Vettel.

Giro 48 – Sebastian Vettel fa fatica a superare Sutil della Force India, che ha comunque velocità di punta molto alte. Un problema simile per Alonso, che non riesce a superare Liuzzi.

Giro 46 – Un altro giro veramente veloce per Webber 1:32.364, mentre Alguersuari finisce fuori e si infossa nella ghiaia.

Giro 44 – Vettel sta correndo con un ritmo indiavolato. Adesso è all’attacco di Adrian Sutil.

Giro 42 – Dieci giri al termine. Fernando Alonso arranca per raggiungere Liuzzi che è in dodicesima posizione.

Giro 40 – Felipe Massa torna ai box con le gomme completamente rovinate. Il brasiliano ha fatto un testacoda proprio davanti ai box. Intanto Sebastian Vettel supera di forza Michael Schumacher!

Giro 39 – Vettel attacca Hulkenberg con successo. Adesso il tedesco della Red Bull è adesso in nona posizione e si porta adesso all’attacco di Schumacher.

Giro 38 – Webber guadagna 1 secondo su Hamilton nell’ultimo passaggio. Vettel è attualmente decimo.

Giro 37 – Robert Kubica si è detto dispiaciuto per la penalità eccessiva ad Alonso. Lo spagnolo tra l’altro ha chiesto via radio di non essere disturbato con comunicazioni via radio per tentare mantenere la concentrazione e recuperare quante più posizioni possibili.

Giro 36 – Button è negli scarichi di Rosberg. Il tedesco della Mercedes è attualmente in terza posizione.

Giro 34 – Alonso è quindicesimo. Ha sorpasso ora Buemi, mentre davanti Webber fa segnare 1.33.643 ed è il giro più veloce della giornata.

Giro 33 – Sutil fa un sorpasso deciso su Michael Schumacher, ma un pezzo dell’alettone anteriore della Mercedes si stacca. Intanto Vettel ha superato Massa.

Giro 31 – Ripartenza dopo la safety car. Alonso intanto sconta la sua penalità ai box. Colaianni della Ferrari conferma: “Le decisioni vanno accettate, ma resta comunque una perplessità. Kubica si era già ritirato, quindi che si fa? Hanno voluto comunque penalizzare Fernando. Questo lascia pensare e adesso c’è poco da fare”.

Giro 30 – Certo che è pronta un’altra polemica contro la FIA. Con Kubica che si era ritirato, Fernando Alonso non aveva più modo di restituire la posizione a Kubica. Di certo, però, adesso la sua gara è compromessa. Sarà solo sfortuna?

Giro 29 – Andrea Stella comunica ad Alonso che la penalità deve essere scontata solamente dopo l’ingresso della safety car. Praticamente Alonso finirà nelle ultime posizioni, dato che non potrà effettuare adesso il Drive Through. Un’altra giornata nera per la Ferrari.

Giro 28 – Safety car in pista! Probabilmente per i detriti lasciati da De La Rosa. Da notare come la vettura di sicurezza sia uscita davanti al leader adesso, nonostante la comunicazione sia stata data un po’ prima.

Giro 26 – Pedro de la Rosa perde una parte dell’alettone posteriore. Intanto, la direzione gara comunica che Fernando Alonso ottiene un Drive through per aver superato Kubica tagliando la curva. Una decisione certamente opinabile, dato la dinamica del sorpasso.

Giro 25 – Vettel è diciottesimo, ha superato in questo momento Glock. Webber invece è scatenato ed ha girato in 1:34.6. Massa fa fatica a superare Buemi, nonostante sia già alle sue spalle già da qualche giro.

Giro 22 – Jenson Button torna ai box. Era in terza posizione e aveva 13 secondi di vantaggio su Hulkenberg. Intanto un replay ci mostra che Rosberg ha perso un deflettore laterale che è volato via.

Giro 20 – Problema tecnico per Robert Kubica! Questo è un ritiro per il polacco. E questo va a tutto vantaggio di Alonso, dato che la direzione gara aveva confermato che Alonso doveva restituire la posizione a Kubica.

Giro 19 – Grande sorpasso di Rosberg su Alguersuari! E adesso anche Alonso supera Alguersuari. Intanto Rober Kubica si lamenta via radio del sorpasso di Alonso e l’ingegnere conferma che chiederanno al direttore di gara se la manovra era lecita o meno.

Giro 18 – Sorpasso non proprio pulito di Alonso su Kubica. Lo spagnolo è stato stretto dal polacco ed è stato costretto ad andare fuoripista. Alonso ha detto ad Andrea Stella tramite radio che Kubica lo ha spinto verso l’erba ed è stato costretto a fare quella manovra.

Giro 17 – Lucas Di Grassi si è fermato per un problema idraulico. Intanto un replay mostra un fuoripista per Massa. Fernando Alonso intanto ha superato Robert Kubica. Pitstop di Webber intanto.

Giro 16 – Hamilton ai box. Intanto Rosberg è rientrato davanti a Kubica ed Alonso.

Giro 15 – L’ingegnere di pista di Button comunica al pilota che il ritmo è buono e deve continuare a spingere. Button è adesso in quarta posizione. Rosberg intanto si ferma ai box.

Giro 14 – Rientra Robert Kubica ai box, ma Fernando Alonso  non riesce a superarlo, è ancora dietro al polacco.

Giro 13 – Fernando Alonso si ferma ai box. Possibile che alla Ferrari abbiano anticipato il pitstop per cercare di passare Webber e Kubica, dato che la Ferrari ha un buon ritmo gara  e lo ha mostrato già Massa, seppur in fondo alla classifica.

Giro 12 – Hamilton inizia il dodicesimo giro con il giro più veloce. Il team ha messo una pezza al disastro fatto in qualifica ieri. Intanto, Schumacher ha effettuato la sua prima sosta ai box.

Giro 11 – Lucas Di Grassi è fermo ai box per un problema tecnico.  Webber migliora ancora la prestazione sul giro 1:35.117. Alonso è invece bloccato dietro Rosberg e sembra non essere in grado di attaccarlo. Da notare come Schumacher arrivi all’ingresso dell’Hangar sempre larghissimo, andando sempre ben oltre la pista.

Giro 10 – Robert Kubica ha creato praticamente un trenino dietro di se: Rosberg non riesce ad attaccarlo ed Alonso ha provato solo una volta a farsi vedere negli specchietti del tedesco. Dietro troviamo Hulkenberg, poi Schumacher e Button.

Giro 8 – Liuzzi sorpassa Kovalainen alla curva Village, mentre Webber fa segnare 1:36.4, il giro più veloce fino ad ora.

Giro 7 – Vettel è ventiquattresimo. La sua foratura sembra essere stata causata da detriti raccolti oltre il cordolo alla prima curva o al lieve contatto con Hamilton, mentre la foratura di Massa sembra essere stata causata da un contatto con Fernando Alonso.

Giro 5 – Kubica, Rosberg ed Alonso sono in piena lotta. Giro più veloce di Webber in questo passaggio.

Giro 3 – i replay mostrano che Vettel e Webber non si sono toccati, ma Vettel ha avuto una foratura già dopo qualche curva, anche se anomala. Intanto Webber ha lanciato un grande messaggio alla squadra, una risposta ai favoritismi nei confronti di Vettel. Da segnalare l’ottima partenza di Button che ha recuperato 6 posizioni.

Giro 2 – Webber è al comando, secondo Hamilton. Kubica terzo, quarto Rosberg e quinto Alonso che ha fatto una brutta partenza.  Intanto team radio per Rosberg: l’ingengere lo esorta a non risparmiare questo set di gomme ed attaccare Kubica.

Giro 1 – Partenza disastrosa per Alonso che scende in quinta posizione. Vettel ha forato nel contatto con Webber, il tedesco è rientrato ai box. Fasi convulse in partenza.

PARTENZA – Si muovono tutti, grande partenza di Webber e Vettel, ma la lotta interna tra i due è forte! I due si sono toccati!

14:00 – Inizia il giro di ricognizione. Tutti i piloti si muovono senza nessun problema.

13:57 – La temperatura è calata notevolmente diverso a ieri: oggi abbiamo 23 gradi per l’ambiente e soprattutto si è alzato un vento fastidioso che soffia a circa 26 km/h.

13:54 – Jenson Button è già sulla griglia, all’interno della sua monoposto. L’inglese era a colloquio con Martin Whimarsh: nonostante il risultato, c’era un sorriso sul viso del team principal della McLaren.

13:48 – Da segnalare che Vitantonio Liuzzi partirà dalla ventesima posizione. L’italiano è stato penalizzato per aver ostacolato Hulkenberg [Leggi l’articolo]

13:39 – La pole ieri è stata di Vettel, ma il compagno di squadra ha subito alzato una polemica per un presunto favoritismo nei confronti del tedesco [Leggi l’articolo]

13:30 – Amici di BlogF1.it, buona domenica a tutti! Mancano solo trenta minuti alla partenza del Gran Premio di Gran Bretagna. Mettevi comodi, perché ci attende una gara sulla carta molto difficile. La pista è veramente tanto sconnessa e questo porta scompensi agli assetti delle monoposto, con conseguenti consumi anomali delle gomme. Potrebbero esserci delle sorprese, anche se lo strapotere della Red Bull sembra non temere rivali!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!