Ferrari risponde a Whiting: “Non potevamo fare nulla”

14 luglio 2010 11:59 Scritto da: Davide Reinato

Proprio ieri avevamo pubblicato le dichiarazioni di Charlie Whiting riguardo il controverso caso della penalizzazione a Fernando Alonso dopo il sorpasso su Robert Kubica. Per chi si fosse perso l’intera discussione e i relativi commenti, si faccia riferimento a questo post. In sintesi, Whiting ha respinto le accuse mosse dalla Ferrari dichiarando che il team di Maranello era stato avvertito per ben tre volte di lasciare la posizione a Kubica prima che venisse inflitto un Drive Through Penalty allo spagnolo.

La risposta della Ferrari non è tardata ad arrivare. Secondo il team italiano, Alonso non ha tratto vantaggio da quella manovra e pertanto non era necessario ridare la posizione a Kubica, considerando anche il fatto che il polacco era in netta difficoltà e che due giri dopo si è ritirato.

Secondo il team principal della Scuderia Ferrari, il taglio della pista è stato solo un effetto collaterale di una manovra sporca da parte di entrambi i piloti. Stefano Domenicali ha infatti dichiarato: “Ci sono dei casi in cui si può ridare la posizione e dei casi in cui questo non è possibile. Dal nostro punto di vista, a Silverstone eravamo in quest’ultima situazione, altrimenti lo avremmo fatto”. La teoria di Maranello è chiara: ma a mente fredda comunque discutibile.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!