McLaren ottimista, in Germania il nuovo diffusore

21 luglio 2010 16:24 Scritto da: Diego Mandolfo

Ottimismo in casa McLaren. Il Team Principal, Martin Whitmarsh è certo che la sua squadra non abbia accumulato un vero e proprio ritardo nella corsa allo sviluppo, nonostante l’intoppo accusato nel processo di implementazione del nuovo diffusore soffiato posteriore.
Come si sa la squadra britannica aveva portato gli aggiornamenti al posteriore già per il Gran Premio inglese, ma è stata costretta a rimuoverli già al venerdì, per i problemi “di giovinezza” riscontrati.
C’è quindi ancora uno step di ritardo, nello sviluppo, rispetto agli altri competitor. Rispetto, soprattutto, alla Red Bull. Ma un ottimista Whitmarsh ha affermato in questi giorni:

“In realtà non siamo poi così indietro nello sviluppo. Infatti abbiamo una macchina capace di vincere le gare e di farci stare in testa in tutte le classifiche. Velocità ed affidabilità sono i segreti per vincere le gare, caratteristiche cha la nostra monoposto ha sempre dimostrato di possedere. Certo, adesso dobbiamo continuare lo sviluppo fino in fondo se vogliamo vincere il Campionato”.


Poi il vertice della squadra di Woking è sceso più nello specifico parlando di questo “benedetto” diffusore posteriore, che tanta apprensione aveva procurato alla sua squadra durante il week end di Silverstone.

“Porteremo il diffusore soffiato in Germania. Le monoposto lo monteranno già venerdì. Girando in pista, ad Hockenheim, potremo vedere come va, dopo le modifiche e gli aggiustamenti che vi abbiamo apportato. Poi, venerdì sera, analizzeremo i dati in nostro possesso e decideremmo circa il suo utilizzo”.

Si era anche pensato, per non rischiare il totale dietrofront cui sono stati costretti a Silverstone, di montare il nuovo diffusore su una sola monoposto. Ma anche qui Withmarsh ha le idee chiare.

“Al momento stiamo lavorando per poter montare il nuovo diffusore su entrambe le nostre vetture. Correre con due configurazioni diverse potrebbe dare dei vantaggi. Ma si correrebbe poi il rischio di fare delle differenze tra i piloti”.


Whitmarsh, il cui team sta conducendo entrambi i Campionati a metà della stagione, crede che sia ancora troppo presto per considerare team come la Ferrari fuori dalla lotta per il titolo, nonostante la mancanza di risultati per il team italiano nelle ultime gare.

“Mi piacerebbe poterlo credere –ha aggiunto il TP McLaren- ma l’esperienza mi dice che non li puoi considerare fuori. La Ferrari ha una squadra molto forte, tenicamente capace e con fantastiche risorse. Hanno un ex Campione del Mondo ed un altro top driver alla guida delle loro monoposto. Così come la Mercedes, che può contare su un pluricampione del Mondo come Shumacher, affiancato da un altro pilota molto forte come Rosberg. Certo al momento è la Red Bull la squadra da battere. Sono loro i migliori, ma non voglio ignorare gli altri. Noi, per quanto ci riguarda, dobbiamo proseguire nel nostro duro lavoro se vogliamo rimanere in vetta”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!