La Renault con gli scarichi bassi è prima fra i terrestri

25 luglio 2010 16:37 Scritto da: Andrea Carrato

Il settimo posto di Robert Kubica, primo tra i doppiati, ed il decimo del russo Vitaly Petrov, marcano ulteriormente la superiorità di Ferrari, Red Bull e McLaren sull’ Hockenheimring.

Andando oltre la classifica e gli abissali distacchi si capisce, però, che la Renault può essere soddisfatta della settima piazza portata a casa. Il team francese è stato infatti il primo fra gli inseguitori: Mercedes, Williams (in netta ripresa) e Force India (alle prese con un weekend da dimenticare) hanno concluso abbastanza indietro.

Come tutte le scuderie di vertice (e non solo) la R30 ha perfezionato e sfruttato al massimo gli innovativi scarichi bassi, causa di modifiche anche alle pance laterali. Come si vede nella foto gli uomini in giallo sono stati costretti a rivedere la forma e il posizionamento dei radiatori, curiosamente esagonali e quasi verticali.

Il sistema adottato dalla Renault pare aver comunque dato, nonostante la sfortunata domenica per chi non si potesse fregiare del nome Ferrari o al limite Red Bull, i risultati sperati.

Lo stesso Kubica ha dichiarato di puntare al settimo posto, unico obiettivo realmente alla portata della casa francese, e si è detto abbastanza soddisfatto della gara, estrapolata ovviamente da un contesto quest’oggi tutt’altro che roseo per gli “altri” team.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!