Domenica sfortunata per Toro Rosso e Force India

26 luglio 2010 14:45 Scritto da: Antonino Rendina

Incidenti e pasticci, risultato: zero punti per Toro Rosso e Force India, che restano rispettivamente al nono e sesto posto della classifica costruttori dopo un Gran Premio corso nelle retrovie.

La gara della Toro Rosso è stata contraddistinta dall’incidente fratricida nelle prime curve tra Alguersuari e Buemi, il giovane spagnolo è letteralmente volato sul retrotreno del compagno distruggendogli la macchina e compromettendo irrimediabilmente la sua stessa gara.

Jaime Alguersuari ( Pos. 15°): “Per quanto riguarda l’incidente con Sebastien, ero nella parte interna della curva, le vetture avanti hanno rallenato troppo, io ho frenato più volte per evitare il contatto ma non è bastato. Naturalmente mi dispiace per lui. Sono dovuto rientrare ai box per cambiare il musetto e siamo passati alle gomme morbide. Il risultato finale è un peccato perchè la macchina era abbastanza veloce, abbiamo realizzato ottimi tempi sul giro. Ora aspetto di fare meglio in Ungheria, un circuito dove almeno ho già guidato una F1 l’anno scorso.”

Sebastien Buemi (ritirato): “Ho fatto un’ottima partenza, ho superato 3 o 4 macchine e potevo fare una bella gara poi mi sono trovato Jaime addosso e la mia gara è finita lì, il danno era troppo grave; ora capiremo come è successo, un vero peccato”

Domenica da dimenticare anche in casa Force India; la scuderia indiana a punti per sei gare di seguito con Sutil, interrompe questa striscia positiva classificando le vetture in sedicesima e diciasettesima posizione. Tremendo pasticcio ai box con i piloti costretti a rientrare ai box due volte nei primi giri per cambiare gomme, i meccanici infatti avevano invertito l’ordine delle gomme posteriori, errore che ha compromesso il risultato finale e  per il quale la Force India si è scusata in diretta con i propri tifosi.

Adrian Sutil (Pos. 17°): “Guardiamo avanti, dal contatto con Tonio (Liuzzi) al problema delle gomme è stato un week end totalmente storto, non eravamo nemmeno lentissimi ma siamo stati poco efficienti in generale, alcune volte lamentiamo questi problemi di costanza, l’unica cosa è andare avanti e guardare con fiducia alla prossima gara”

 Tonio Liuzzi (Pos. 16°) “Il ritmo era buono, da top ten, il resto è stato un disastro, dalla qualifica alla gara con un cambio di muso al primo giro e uno di gomme al secondo per il piccolo inconveniente capiato ai box, sono cose che succedono, poichè la macchina non è lenta siamo fiduciosi per l’Ungheria”

 

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!