I piccoli sviluppi non aiutano la Mercedes!

26 luglio 2010 14:09 Scritto da: Andrea Carrato

Nel Gran premio di casa la Mercedes ha portato una serie di piccoli sviluppi che non hanno aiutato, però, la casa di Stoccarda a risalire la china (Rosberg ha chiuso ottavo, Schumacher nono).

Il più significativo ha riguardato l’ala posteriore, ora scolpita da due grandi feritoie centrali (cerchiate in giallo sulla vettura di Rosberg a destra e ingrandite in basso) che avrebbero dovuto aumentare il carico aerodinamico simulando la funzione di due flaps aggiuntivi.

In Mercedes hanno optato per questa soluzione poiché le Frecce d’Argento non dispongono di un sistema di stallo dell’ala F-Duct completo. Le monoposto di Nico e compagno sono infatti dotate di un condotto “passivo” non gestibile in maniera totale dai piloti, come accade per la Ferrari o la McLaren.

Evidentemente gli sviluppi introdotti dagli ingegneri di Ross Brawn non procedono sempre nella giusta direzione. L’uomo con la banana, un tempo re delle invenzioni più disparate e stratega ineccepibile pare perder colpi, e con lui anche il pluridecorato Michael Schumacher, fortemente voluto da Brawn.

La monoposto, a detta degli stessi piloti (Rosberg in particolare), è praticamente inguidabile, la vettura manca di carico, velocità e quant’altro…

E il sette volte campione del mondo ha addirittura dichiarato di voler vincere il titolo nella prossima stagione, avrà forse deciso di tornare ai kart?

Un ingrandimento per rendere meglio l’idea delle nuove “orecchie” firmate Mercedes.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!