GP Ungheria 2010: cronaca della gara in diretta

1 agosto 2010 12:50 Scritto da: Redazione

Seguiamo in diretta il Gran Premio di Ungheria 2010, dodicesima prova del mondiale di Formula 1. Qui all’Hungaroring le Red Bull sembrano letteralmente imprendibili su questa pista e Vettel partirà dalla pole, affiancato da Mark Webber. Subito dietro le due Ferrari, che cercheranno di rendere la vita quanto più difficile possibile al team di Milton Keynes. Ci riusciranno?

La gara è in diretta televisiva su Rai 1, ma la seguiremo in live blogging su questa pagina anche per coloro che ci seguono tramite dispositivi mobili. 70 giri intensi, ricchi di emozioni. Buona gara a tutti!

GARA TERMINATA

15:45 – Una bella gara, ricca di emozioni. Mark Webber ha praticamente dominato la gara e Fernando Alonso ha tenuto bene la pressione di Vettel. Tutto sommato, una gara positiva per la Rossa di Maranello. Deludente invece la prestazione delle McLaren, con Hamilton ritirato e Button ottavo.

Bandiera a scacchi: Mark Webber vince il gran premio di Ungheria 2010! Seconda posizione per Fernando Alonso, terzo Vettel, quarto Felipe Massa, quinta posizione per Vitaly Petrov, sesto Hulkenberg, settimo De La Rosa e Ottavo Jenson Button.

Giro 70 – Giro finale per Mark Webber, Alonso è secondo, mentre Vettel rimane terzo.

Giro 68 – Michael Schumacher è sotto inchiesta per la manovra al limite fatta su Barrichello.

Giro 66 – Barrichello supera Schumacher, ma il tedesco ha letteralmente buttato contro il muro Barrichello! Per fortuna il brasiliano è rimasto freddo ed è passato a pochi millimetri dal muretto! Il brasiliano ha commentato con l’ingegnere: “La Manovra di Michael è da bandiera nera, chiedetela! Terribile”.

Giro 65 – Posizioni invariate fino a questo momento. Vettel è sempre attacco ad Alonso. A breve i due dovranno fare dei doppiaggi e lì si deciderà la gara.

Giro 62 – Barrichello attacca alla prima curva, ma arrivano quasi al contatto. Schumy resta comunque davanti, nonostante i problemi siano evidenti.

Giro 61 – Rubens Barrichello è attaccato a Michael Schumacher e cercherà il sorpasso l’ex compagno di squadra. Il tedesco è infatti in difficoltà con la sua vettura ed è abbastanza lento nei confronti della Williams.

Giro 59 – Undici giri alla fine della gara. Mark Webber, al suo 150° gran premio, sta dominando la gara e nulla sembra ormai fermarlo. Alonso è secondo, terzo Vettel. Tra i protagonisti manca Hamilton, che si è ritirato al giro 35, mentre Button è al momento ottavo.

Giro 56 – Barrichello entra ai box dopo 55 giri completati. In questo modo, entra in zona punti anche Schumacher, che è decimo.

Giro 54 – Vettel si è avvicinato tantissimo, ma è arrivato largo alla curva 4 e ha dato respiro così ad Alonso.

Giro 53 – Webber è tranquillo in testa ed ora ha rallentato di circa un secondo rispetto al ritmo indiavolato che teneva prima. Alonso e Vettel sono ancora vicini, ma il tedesco non riesce ad avvicinarsi molto alla F10 dello spagnolo, anche se ora potrebbe approfittare dei doppiaggi.

Giro 50 – Webber continua la sua progressione. Anche in questo giro ha guadagnato 1 secondo su Alonso. Intanto Petrov si avvicina a Barrichello, che è l’unico pilota che non ha effettuato una sosta ai box.

Giro 48 – Vettel è incollato ad Alonso nella parte guidata del tracciato, ma sul rettilineo Fernando si allontana difendendosi dal tedesco. Di certo, a stare così vicini, si potrebbero anche avere problemi di surriscaldamento…

Giro 47 – 1:22.651 per Mark Webber. La RB6 dell’australiano sta distruggendo letteralmente i suoi avversari.

Giro 45 – Facciamo un po’ il punto della situazione: Webber è al comando, secondo Fernando Alonso. Subito dietro c’è Vettel, mentre in quarta posizione c’è Felipe Massa, quinto Barrichello, sesto Petrov.

Giro 44 – Mark Webber si ferma finalmente ai box. Monta gomme dure e rientra in prima posizione. Signori, Webber sta guidando alla Schumacher, sfruttando una vettura praticamente imbattibile.

Giro 43 – Problemi di traffico per Barrichello, quinto attualmente. Insieme a Webber è l’unico pilota che non si è fermato ai box.

Giro 41 – Vettel è già negli scarichi di Fernando Alonso. La battaglia è in corso!

Giro 40 – Mark Webber porta a 21.7 il vantaggio su Alonso, mentre anche Vettel sta ora avvicinandosi allo spagnolo, stretto nella morse delle due Red Bull.

Giro 38 – Webber completa il trentasettesimo giro e continua a guadagnare nei confronti di Alonso. La Red Bull sta andando ad accumulare vantaggio per cercare di fare il pitstop e rientrare proprio davanti ad Alonso. E se continuano così, ci riusciranno senza problemi.

Giro 36 – Hamilton conferma ai microfoni della RAI che crede abbia avuto un problema al cambio.

Giro 35 – Continua Webber, che ha fatto praticamente metà gara con gomme morbide. 16.9 di svantaggio per Alonso nei confronti dell’australiano.

Giro 33 – Mark Webber al  giro precedente ha fatto un giro strepitoso: la RB6 sembra che tratti fin troppo bene queste gomme.

Giro 32 – Vettel sconta la sua penalità e rientra davanti a Felipe Massa, quindi in terza posizione. Un repaly mostra tutto il disappunto di Vettel in pitlane che gesticola come a chiedere il perché di questa penalità. Evidentemente il pilota non si è reso conto della scorrettezza che aveva fatto qualche giro fa.

Giro 31 – La gara si farà adesso interessante: con la penalità, Vettel entrerà sicuramente dietro le Ferrari, mentre Webber deve ancora cambiare gomme.

Giro 29 – Drive Through per Sebastian Vettel! Intanto anche Rosberg è sotto inchiesta, ma il tedesco si è già ritirato dunque l’eventuale sanzione arriverà dopo la gara. Intanto Mark Webber continua a girare.

Giro 26 – Team radio per Vettel: il suo ingegnere lo esorta a prendere quanto più vantaggio possibile su Alonso, dato che è sotto inchiesta.

Giro 25 – Vettel è sotto inchiesta per la manovra fatta dietro la safety car. Nella ripartenza ha rallentato troppo lasciando troppo spazio tra se e Mark Webber.

Giro 24 – Lewis Hamilton costretto al ritiro! Un problema tecnico per il pilota inglese: il leader della classifica non prenderà punti in questa gara.

Giro 22 – Mark Webber continua a migliorare. E’ suo il giro più veloce adesso: 1.24.788. Intanto 10 secondi di Stop and Go a Robert Kubica per l’incidente in pitlane, anche se in realtà il polacco è incolpevole in questo caso.

Giro 21 – Ai box JArno Trulli con la Lotus, che cambia gomme e monta pneumatici a mescola dura.

Giro 20 – Kubica e Sutil sono sotto inchiesta della direzione gara. Ci sarebbe anche da valutare la manovra di Vettel in ripartenza della safety car, non proprio sportiva.

Giro 18 – Ripartenza del GP, Vettel da modo a Webber di allontanarsi e guadagnare qualche secondo. Non cambiano le posizioni anche se sono tutti molto vicini, a parte Webber che è già scappato.

Giro 17 – Rosberg si ritira, intanto Kubica ritorna in pista nonostante la botta ai box. La classifica è variata: Webber è al comando, Vettel è secondo, terzo Alonso, quarto Hamilton, quinto Massa, sesto Kobayashi, settimo Barrichello, ottavo Petrov, decimo Hulkenberg. La safety car entrerà in questo giro.

Giro 16 – Vettel è ai box, rientra anche Alonso. Pronti anche i meccanici della McLaren. Rientrano anche Massa ed Hamilton. Incidente ai box tra la Renault di Kubica e Adrian Sutil. Intanto Rosberg senza ruota posteriore. Che confusione ai box!!!

Giro 15 – Rientra Jenson Button ai box, così come Liuzzi. C’è una bandiera gialla: Liuzzi ha perso una parte del musetto e  proprio per questo è stata esposta la bandiera. Safety Car in pista.

Giro 14 – Team radio per Massa: “Cosa facciamo con Webber?” chiede Massa. Smedley risponde: “Siamo troppi lontani, rispettiamo quello che avevamo stabilito”.

Giro 12 – Alonso fa segnare 1:26.8 e risponde al tempo di Vettel 1:26.2. In difficoltà invece le due Mercedes, che fanno tempi alti.

Giro 8 – Schumacher arriva lungo alla seconda curva: i problemi per il tedesco sembrano farsi ad ogni giro maggiori. E Button si sta proprio avvicinando a Schumacher per attaccarlo. Intanto Vettel completa l’ottavo giro in 1:26.246

Giro 7 – 1.3 secondi guadagnati da Vettel in questo passaggio. Intanto Schumacher si lamenta del suo impianto frenante, non più efficiente come i primi giri.

Giro 6 – Fernando Alonso perde un secondo al giro su Vettel, ma riesce a tenere dietro Webber. Questo perché la Red Bull è la macchina più lenta in rettilineo, ma nel tratto guidato è molto veloce, ma lì non ci sono spazi per sorpassare.

Giro 5 – Vettel guadagna 1 secondo al giro su Alonso! 4 giri completati e 4 secondi guadagnati. Il tedesco sta tenendo un ritmo indiavolato. Team Radio per Button che comunica al proprio ingegnere che devono cambiare strategia.

Giro 3 – Kubica in lotta con Rosberg, mentre Vettel continua con il suo ritmo indiavolato. Sembra che nulla possa fermarlo.

Giro 2 – Hamilton sorpassa Petrov e si porta in quintap osizione. Intanto c’è una rottura del motore di Alguersuari! Lo spagnolo sta inondando di olio la traiettoria. La classifica vede Vettel al comando, Alonso secondo, terzo Webber, quarto Massa, quinto Hamilton e sesto Petrov.

Partenza: partenza regolare, con Webber che non parte bene e Alonso lo sorpassa. Ottimo lo spunto di Alonso, che è secondo ma ha anche attaccato Vettel. Il tedesco ha già guadagnato però 1.3 secondi nel primo giro su Alonso.

13:59 – Tutto è pronto per la partenza. Inizia adesso il giro di ricognizione: tutte le vetture si muovono senza alcun problema.

13:53 – La temperatura atmosferica è di 28 gradi per l’atmosfera e 48 per l’asfalto. L’affidabilità qui sarà fondamentale, specie ora che le temperature sono molto più alte dei due giorni precedenti quando i piloti hanno provato. Oltre l’affidabilità, il caldo modificherà anche l’andamento ed il consumo delle gomme.

13:50 –Amici di BlogF1.it, buona domenica e bentrovati per seguire insieme il Gran Premio di Ungheria 2010. Tra una decina di minuti, inizierà una corsa decisiva per Red Bull e Ferrari, che si giocheranno la corsa anche se la RB6 sembra veramente imprendibile.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!