FIA decide la data per giudicare la Ferrari

3 agosto 2010 10:42 Scritto da: Davide Reinato

La Federazione Internazionale dell’Automobile ha anticipato all’otto settembre prossimo l’udienza disciplinare del Consiglio Mondiale per giudicare le azioni della Ferrari allo scorso Gran Premio di Germania. Se ne è parlato tanto della controversa vicenda in terra tedesca, dove un palese ordine di scuderia ha di fatto rovinato una doppietta della Ferrari che ha di fatto riaperto le speranze mondiali di Fernando Alonso.

Per chi non ricordasse o non ha avuto modo di vedere quella corsa, Felipe Massa era in testa alla gara fin dalla partenza, avendo sfruttato una partenza poco corretta di Vettel nei confronti di Alonso con il tedesco che ha stretto lo spagnolo verso il muro. In questo modo, il pilota brasiliano della Ferrari aveva potuto conquistare la leadership e tenerla fin quando Alonso non è arrivato ad attaccare il compagno di squadra.

Qualche giro più tardi, un messaggio chiarissimo è arrivato in radio a Felipe: “Fernando è più veloce di te. Confermi di aver capito il messaggio?”. Il linguaggio praticamente esplicito dell’ing. Smedley è stato eloquente. Così, il giro successivo, Massa alza il piede e lascia passare Alonso. Lo fa in maniera talmente plateale che tutti gridano allo scandalo.

Al termine della corsa, la Ferrari viene multata con 100.000 dollari e un deferimento al consiglio mondiale, che valuterà se inasprire la pena proprio il prossimo otto settembre a Parigi. Dunque si anticiperà il consiglio di due giorni, contrariamente a quanto si era detto in precedenza e si cambia anche la location, da Como a Parigi, proprio alla sede di Place de la Concorde. Saranno ascoltati i commissari di gara, gli uomini del cavallino e le registrazioni audio e video dell’episodio. La Ferrari attualmente rischia, realisticamente, la perdita dei 43 punti in classifica costruttori conquistati in quella occasione.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!