La Mercedes tornerà in vetta? Haug ci crede

6 agosto 2010 13:20 Scritto da: Redazione

La Mercedes tornerà a vincere. Ne è fermamente convinto il capo di Mercedes Motorsport, Norbert Haug. Finora la stagione delle stelle d’argento è stata abbondantemente al di sotto delle aspettative, considerando che rientravano nel Circus con il team Campione del Mondo uscente: la Brawn Gp. Uno scenario inaspettato alla vigilia, come inaspettato era forse anche il rapporto di forza tra i due piloti, con un Nico Rosberg che si è di fatto guadagnato il ruolo di prima guida, con i suoi 94 punti in Classifica Piloti, che gli valgono l’attuale quarto posto. Molto più indietro Shumacher, nono a 38 punti. 132 sono invece i punti raccolti finora in Classifica Costruttori dalla Scuderia tedesca, staccata di ben 180 rispetto alla Red Bull, leader con 312. Haug si dice comunque ottimista per il futuro, nonostante questa nuova era Mercedes in F1 non sia cominciata sotto i migliori auspici:

“Certamente, come abbiamo spiegato più volte, non siamo dove vorremmo essere, ma questa è la Formula 1. Faccio parte di questo mondo da parecchio, e ancor di più Ross Brawn: per la maggior parte del tempo, in F1, non fai altro che cercare di migliorarti e di inseguire gli altri. Siamo un team esperto, che viene dalla vittoria dello scorso anno. A quanto pare il lavoro svolto non è stato sufficiente, è chiaro. Ma sono assolutamente convinto che, con il tempo necessario, tireremo fuori il meglio. Tutti noi vogliamo tornare a vincere, piuttosto che giocare coi numeri e le statistiche, ma se si guarda alla nostra storia sin dalla prima vittoria nella nuova era della F1, noi abbiamo vinto quasi ogni tre gare. Sono sicuro che torneremo a questi ritmi. Ross ed il team sanno quello che fanno. Non abbiamo una monoposto scarsa, diciamo che non è sempre al 100%. Abbiamo gli ingredienti, abbiamo il team, abbiamo adesso bisogno di concentrarci e di lavorare sui nostri obiettivi”.

Haug ha voluto inoltre ribadire che, nonostante la mancanza di risultati il team gode comunque del pieno supporto della Mercedes, che crede che la F1 continui ad essere un buon investimento. La casa di Stoccarda vuole proseguire quindi la sua avventura, anche se ha tagliato drasticamente i fondi destinati al motorsport. Tuttavia questo non scoraggia gli uomini della Mercedes Gp. Anzi è ancora Haug a ritenere che la scuderia dovrebbe ispirarsi alla sua stessa casa madre e alle sue scelte coraggiose in piena crisi economica mondiale. Tuttavia il numero 1 della divisione sportiva Mercedes riconosce che, se le cose non dovessero migliorare in futuro, dovranno essere fatti alcuni cambiamenti.

“Se le cose non vanno sei costretto a cambiare le persone, sono queste le regole del gioco. Ma a noi basta guardare al lavoro svolto dalla Mercedes. Nonostante la crisi abbiamo record di vendite e prodotti migliori”.

Non ci resta che riflettere su queste parole. Di chi saranno le teste che potrebbero cadere? Qualche testa coronata? Vertici del team, progettisti, piloti? Le ipotesi sui probabili tagli si possono sprecare. Le responsabilità non sono certo di un reparto o di un singolo in particolare. Ma possiamo sicuramente dire di chi non sono: Nico Rosberg è forse la certezza più promettente dell’intero progetto alla base del ritorno Mercedes. Sul futuro di Schumacher dipenderà da molti fattori: la sua voglia di rimanere a fare la comparsa, commisurata con la certezza di poter fare di meglio… E’ una gatta che peleranno a Stoccarda.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!