22 anni fa se ne andava Enzo Ferrari

14 agosto 2010 11:08 Scritto da: Davide Reinato

Era il 14 agosto del 1988. Ventidue anni fa Enzo Ferrari lasciava la sua vita terrena per entrare di fatto nel mito. Del “Grande Vecchio” sono rimasti immutati la passione, il coraggio e l’intraprendenza che quest’uomo emanava ad ogni singolo sguardo. Lo stesso sguardo duro che però, a suo dire, nascondeva solo una grande timidezza.

Indubbiamente, Enzo Ferrari e le sue creazioni fanno parte della storia del costume italiano nel mondo. Nel ventiduesimo anniversario della sua morte, è ancora forte il ricordo di una personalità difficile quanto intrigante come quella del Drake. E’ ancora oggi una delle figure che più rappresentano l’Italia nel mondo ed è motivo di orgoglio per i modenesi che per questo l’hanno molto amato: passione per il proprio lavoro, intraprendenza, coraggio nelle scelte e creatività sono stati gli elementi fondamentali per creare dal nulla qualcosa di eccezionale.

Il sindaco di Modena, Pighi, ha inviato come di consueto un messaggio al figlio Piero Ferrari: “Il ricordo di suo padre resta vivo e incancellabile nel cuore degli sportivi e di tutti i modenesi, partecipi dei successi che la Ferrari continua a conseguire nelle corse e nella produzione industriale”.

Al Drake, sarà dedicato il museo casa natale Enzo Ferrari, che sta crescendo proprio nel luogo che ha dati i natali al Drake: un modo come un altro per onorare la memoria e permettere anche a coloro che non lo hanno mai conosciuto, di poter avvicinarsi alla storia del mito Ferrari.

Il Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo ha voluto ricordarlo con queste parole: “E’ bello e importante ricordare oggi Enzo Ferrari ai nostri tifosi e collaboratori, sopratutto ai più giovani. Un uomo che, con genialità e ostinata determinazione, ha saputo trasformare un sogno che all’epoca fu giudicato da qualcuno quasi una follia in una realtà sportiva e industriale ammirata in tutto il mondo. Sono sicuro che il nostro fondatore sia oggi molto soddisfatto di vedere la sua creatura presente in tutto il mondo con modelli sempre più innovativi e costantemente ai vertici nelle competizioni”.

E oggi, alle 18:30, nella chiesa parrocchiale di Maranello i meccanici della Ferrari ricorderanno il Drake con una messa celebrata da Don Claudio Arletti. Anche quest’anno la cerimonia sarà preceduta dalla sfilata di auto sportive portate dagli appassionati dei vari Ferrari Owners Club.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!