Le ferie (obbligate) non fermano gli sviluppi

30 agosto 2010 13:37 Scritto da: Andrea Carrato

Nonostante le due settimane di stop forzato non sono mancati gli sviluppi e gli aggiornamenti sulle monoposto in vista del Gran Premio del Belgio. A tener banco è stato il test per sancire la regolarità delle ali Ferrari e soprattutto Red Bull. Il nuovo test, consistente in un aumento di carico a 100 kg (a dispetto dei 50 precedenti), non ha soddisfatto però McLaren e Mercedes, ancora dubbiose sulla soluzione introdotta dal team austriaco.

Ross Brawn e Martin Whitmarsh dovranno aspettare i Gran Premi di Singapore e Suzuka per vederci più chiaro sui test e sulla legalità delle ali (definite comunque a norma fino ad ora), dal momento che Monza è una pista a basso carico aerodinamico e richiede molto motore.

La Ferrari a Spa ha introdotto un nuovo diffusore soffiato, e i primi risultati, a differenza di quanto fece la McLaren, sono parsi abbastanza positivi. Concettualmente il sistema è simile a quello di Renault e McLaren: c’è un buco particolarmente largo, reso legale con due barriere longitudinali.

Come noto invece la Renault, polemiche del team manager di Kubica a parte, ha finalmente presentato a Spa il famigerato F-Duct. Il sistema ha garantito a Kubica un miglioramento di più di mezzo secondo a giro, un’enormità, come testimonia l’eccellente terzo posto (che sarebbe potuto essere un secondo). Pur se in ritardo il team francese si è posto al pari delle scuderie di vertice, ed anche i miglioramenti del debuttante Vitaly Petrov parlano chiaro. Il condotto Renault, differentemente da quello della McLaren che lo ha introdotto dall’inizio della stagione, è un add-on, ovvero non è integrato nel monoscocca.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!