Gp d’Italia agrodolce per le McLaren

12 settembre 2010 21:39 Scritto da: Diego Mandolfo

Button a sandwich tra Alonso e Massa; Hamilton a martello su se stesso per l’errore commesso. Finisce così il week-end italiano della McLaren, che porta a casa solo il secondo posto di Button. Il Campione del Mondo in carica ha comunque fatto una gara perfetta: una splendida partenza ed una prima frazione in cui ha tenuto testa alla favorita Ferrari di Alonso e Massa; una seconda parte in difesa a causa di un minor grip e di una prestazione maiuscola di Fernando e di tutta la squadra di Maranello, che ha costruito il sorpasso nell’unico, fondamentale pit-stop.

Amara invece la gara di Hamilton, che finisce subito fuori dai giochi dopo un contatto fatale con Massa. Nella concitazione delle prime battute della gara l’anglo-caraibico non calcola bene gli spazi e urta il brasiliano con la propria ruota anteriore destra. Sospensione rotta e addio Monza. È lui, oggi, il vero sconfitto tra i cinque pretendenti al titolo. L’unico a chiudere questo week end a zero punti, sopravanzato in Classifica da Webber (anche se per soli 5 punti) e avvicinato dal compagno di squadra Button, oltre che da Vettel ed Alonso. Queste le parole di Lewis dopo che, passati i bollori, ha tolto il casco per parlare con la stampa:

Chiaramente è stato solo un mio errore, una di quelle cose che possono capitare quando stai tirando al limite. Ero impegnato a cercare di guadagnare posizioni, così mi sono ritrovato troppo vicino a Massa. Lui mi è arrivato sulla ruota, danneggiandola. Comunque nulla è perduto, ma è anche vero che simili errori ti possono far perdere un mondiale. Ma oggi posso prendermela solo con me stesso“.

Ma la delusione di Hamilton si era fatta strada già sabato, per il quinto tempo staccato in Qualifica. In quel caso l’inglese aveva bollato come sbagliata la decisione del team di non montare l’F-Duct a Monza. Lewis lamentava problemi di aderenza, notando come la macchina scivolasse ovunque e con qualunque tipo di pneumatico a causa di un carico aerodinamico troppo basso. Cosa che invece non si è vista nella prestazione di Button in gara. “Somerset Boy” ha infatti condotto un magnifico primo stint. Con gomme morbide, nonostante la differenza di velocità con le Ferrari, riusciva a tenere dietro i due alfieri della Rossa. Poi il colpo di mano degli uomini di Maranello ha cambiato tutto. Ferrari e McLaren si sono studiate, si sono attese a vicenda per il pit-stop. Dentro Button per primo, Alonso fa un giro in più e spinge. Poi i meccanici Ferrari fanno la loro parte, magistralmente. Sorpasso costruito e portato a termine: Jenson è secondo, ma con le dure perde grip e con esso la possibilità di provare a rispondere a Fernando, che ora gli è davanti in Classifica per un solo punto. Queste le parole di Button a fine gara.

“È stato, nel complesso, un buon weekend. Il secondo posto è un grande risultato. Adesso il Campionato si è decisamente riaperto. Noi qui abbiamo perso il Gp con il secondo treno di gomme. Quando sono uscito dai box avevo poco grip con gli pneumatici duri. E così ho perso la prima posizione a scapito di Alonso. È questo l’unico motivo di disappunto oggi, ma devo dire che ho raggiunto comunque un ottimo risultato. È ovvio che avrei preferito vincere, ma questi sono punti importanti per il nostro campionato”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!