Quattro Gp dal termine: i cinque assi in lotta ai raggi X

28 settembre 2010 12:44 Scritto da: Antonino Rendina

Manca davvero poco, quattro gare lontano dall’Europa, su due diversi continenti e poi questa stagione ricca di colpi di scena e dall’altissima competizione volgerà al termine. Cinque piloti racchiusi in 25 punti, quelli di una sola vittoria. Da Webber capoclassifica a Button quinto, tutti contro tutti, piloti e scuderie, tre, in lotta serrata tra loro. Proviamo ad analizzare le potenzialità, i vantaggi e le difficoltà che ognuno di questi bravissimi driver potrebbe incontrare da qui ad Abu Dhabi ben consci che in F1 le cose possono cambiare velocemente.

Mark Webber 1° punti 202

potenziale macchina: 10/10
supporto del team: 7/10
tecnica di guida 7/10
lettura gara: 8/10
costanza di risultati: 10/10
temperamento: 7/10
esperienza: 8/10
totale: 57/70

 Pro: Essere in testa alla classifica del campionato a quattro gare dal termine è un bel vantaggio soprattutto se si dispone della vettura migliore del lotto. Mark quest’anno guida in modo consistente ed è ormai abituato a lottare per podi e vittorie. Da seconda guida designata a great pretender, sembra lui l’uomo del destino dato che esce incolume da spaventosi voli (Valencia), da forti collisioni (Turchia) e anche da forature (Singapore).

Contro: A 34 anni è alla sua prima lotta mondiale, ed è la sua unica e grandissima occasione. Gestirà la tanta pressione contro tre campioni del mondo? La squadra poi è tutta dalla parte di Vettel, guai a favorire nelle strategie di gara l’australiano.

Fernando Alonso 2° punti 191

potenziale macchina: 9/10
supporto del team: 10/10
tecnica di guida: 9/10
lettura gara: 9/10
costanza di risultati: 7/10
temperamento: 9/10
esperienza: 9/10
totale: 62/70

Pro: E’un due volte campione del mondo, il più abituato a vincere tra i piloti in lotta per il mondiale e corre per il team che meglio sa gestire la pressione nei momenti cruciali. Viene da due vittorie importanti, è in trance agonistica; il carattere e la velocità ci sono, la F10 pare aver colmato il gap con la Red Bull e potrebbe essere una lieta sorpresa….

Contro: …come potrebbe non esserlo! L’adattamento della F10 alle prossime piste rimane un’incognita, la squadra spesso va in confusione quando piove e anche Fernando quest’anno ha commesso più di un errore. Insidie e difficoltà sono dietro l’angolo e ci sono comunque 11 punti da recuperare alla miglior vettura, cosa non facile.

Lewis Hamilton 3° punti  182

potenziale macchina: 8/10
supporto del team: 10/10
tecnica di guida: 10/10
lettura gara: 9/10
costanza di risultati: 7/10
temperamento: 8/10
esperienza: 8/10
totale: 60/70

Pro: Ha nel piede i decimi che servono alla McLaren per stare con i migliori, anche se si trova in inferiorità tecnica è capace di lottare sempre per il podio o per la vittoria e se piove non ce n’è per nessuno. La McLaren ha grande capacità di recupero lui è arrembante e bravo nei sorpassi, in un mondiale a 5 questo può fare la differenza.

Contro: Lo conosciamo, a volte spegne il cervello e butta gare (e punti pesantissimi) alle ortiche. Ha carattere ed esperienza ormai ma è nel suo dna un’irruenza talvolta spettacolare talvolta malsana. Con 20 punti da recuperare su Webber e una McLaren apparsa nelle ultime due prove costante ma non brillante anche per lui la corsa al titolo è in salita.

Sebastian Vettel 4° punti 181

potenziale macchina: 10/10
supporto del team: 10/10
tecnica di guida: 9/10
lettura gara: 8/10
costanza di risultati: 7/10
temperamento: 5/10
esperienza: 6/10
totale: 55/70

Pro: Il team Red Bull corre per lui, vogliono vedere il giovane tedesco in cima al mondo. Vettel alla guida ha una velocità pazzesca, il suo talento non si discute e se per due giorni non sbaglia niente ha le potenzialità per conquistare pole e vittoria in ogni appuntamento restante.

Contro: Ma la storia non si fa con i “se” e con i “ma”. Vedere Vettel non sbagliare è quasi utopia. Immaturità nei duelli ruota a ruota e nervi scoperti vanificano l’enorme talento del pilota e il potenziale della vettura. Risultato: due sole vittorie stagionali fin qui e 181 punti, 21 in meno del “gregario” Webber. Cercasi calma e sangue freddo per battere Ferrari, McLaren e…Red Bull!

 Jenson Button 5° punti 177

potenziale macchina: 8/10
supporto del team: 8/10
tecnica di guida: 8/10
lettura gara: 10/10
costanza di risultati: 10/10
temperamento: 7/10
esperienza: 9/10
totale: 60/70

Pro: Pilota molto intelligente nel leggere la corsa e dotato di una guida veloce e pulita. Molto costante nei risultati e bravo a cogliere al volo ogni occasione che gli si presenta, soprattutto sotto forma di scrosci d’acqua improvvisi, se le condizioni delle prossime gare tra pioggia e saefety car saranno difficili Jenson risponderà presente.

Contro: Allo stesso tempo in condizioni normali è difficile che Button riesca a stare con i primi due in ogni gara; guida bene Jenson ma la McLaren non è la prima della classe e lui non riesce ad essere veloce come Hamilton. Con meno 25 punti da Webber, con un compagno di squadra tremendo e con una vettura leggermente in calo il titolo sembra davvero un’impresa ma quello conquistato l’anno passato lo sta difendendo bene.  

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!