La Renault risponde a Pinocchio Raikkonen

7 ottobre 2010 11:13 Scritto da: Davide Reinato

La notiziona di ieri era che Raikkonen accusava la Renault di aver usato la presunta storia di un suo ritorno in F1 per far parlare della squadra e farsi pubblicità, in modo indiretto. Oggi arriva la risposta del team, dalla voce del suo caposquadra, che si dice sorpreso dalla durezza delle accuse del pilota finlandese.

Eric Boullier, in una intervista concessa ad Autosport, ha ammesso: “Non abbiamo assolutamente usato l’immagine di Kimi, come ha riferito lui a quel quotidiano finlandese. La Renault è stata contattata dal suo manager dopo Spa Francorchamps, perché voleva intavolare una trattativa. La nostra risposta è stata: si, siamo lusingati, ma abbiamo bisogno di tempo per capire cosa fare con Petrov. Non c’era altro”.

Il francese continua la sua arringa difensiva nei confronti della sua squadra, dicendo: “Da quel momento in poi, non abbiamo avuto più contatti, perché non abbiamo concluso la valutazione su Vitaly. Se andate a risentire ciò che ho detto, vi renderete conto che non ho mai usato i mezzi di comunicazione per dire cose diverse da quello che sto affermando ora e non vedo il vantaggio di dire che ci hanno cercato”.

Dunque, perché Raikkonen ha affermato di non aver mai pensato di tornare in Formula 1 con la  Renault? Di certo, il suo manager non si sarà svegliato una mattina ed è andato a bussare alla porta della Renault. E’ chiaro che doveva esserci anche un minimo di intento nel tornare a correre in monoposto da parte del suo assistito. Tuttavia, come lo stesso Boullier ha affermato “Questa è la fine della discussione”. Ossia, Raikkonen con la Renault ha chiuso, ancora prima di cominciare.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!