La Ferrari non è turbata dal rinvio delle qualifiche

9 ottobre 2010 10:45 Scritto da: Andrea Carrato

Dopo il rinvio delle qualifiche, a causa delle forti piogge che hanno reso impraticabile la pista anche per la safety car, il team manager della Ferrari Stefano Domenicali si è detto non preoccupato per la decisione presa da Charlie Whiting.

La casa di Maranello è l’unica ad aver già vissuto questa situazione, con la strana formula di qualifiche e gara previste nella stessa giornata e distanziate di poche ore. Proprio a Suzuka infatti nel 2004, per analoghe ragioni, la griglia di partenza fu decisa la domenica mattina, poco prima della partenza. In quell’occasione fu Michael Schumacher (laureatosi matematicamente campione del mondo per la settima volta già a Spa) ad aggiudicarsi la pole sul fratello Ralf e sull’attuale leader Mark Webber e ad ottenere poi la vittoria.

Questa volta le cose sono sensibilmente diverse, con cinque piloti pienamente in lotta per il titolo e la Ferrari, nettamente in ripresa, che deve arginare lo strapotere mostrato nelle libere dal duo della Red Bull. Domenicali ha sottolineato inoltre che sarà molto difficile per i piloti scendere dalle monoposto e ritrovare subito la concentrazione per l’imminente gara, ma che comunque è uno svantaggio che colpirà tutti i team, si partirà quindi alla pari.

Domenicali si è infine scusato con i numerosi tifosi, che nonostante le intemperie, hanno affollato le gradinate:

“C’è sempre una grande atmosfera qui in Giappone, c’è un sano e reale entusiasmo per la Formula 1. Anche oggi abbiamo visto tantissime famiglie con i loro figli, e ciò è sempre bello da vedere, non solo nel nostro sport.”

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!