GP Corea 2010: cronaca della gara in diretta

24 ottobre 2010 06:24 Scritto da: Davide Reinato

Seguiamo in diretta il Gran Premio della Corea 2010, diciassettesima prova del mondiale 2010 di Formula 1. In pole position scatterà Sebastian Vettel, affiancato dal compagno di squadra Mark Webber. Occhio alla seconda fila, con Fernando Alonso e Lewis Hamilton pronti ad approfittare di qualsiasi errore dei due piloti davanti.

Per seguire la corsa in live blogging, aggiornate la pagina frequentemente. Per commentare, invece, utilizzare i commenti a piè di pagina, riservati agli utenti registrati. Buona gara a tutti!

GARA TERMINATA

11:00 – Il nostro lungo live blogging giunge al termine: a breve un riassunto di questa lunga gara e gli aggiornamenti con le voci dei protagonisti! Buona domenica a tutti!

10:59 – Il doppio ritiro della Red Bull fa riaprire il mondiale: Alonso adesso è in testa alla classifica del mondiale piloti e anche il campionato costruttori è del tutto aperto adesso!

Bandiera a scacchi: Fernando Alonso vince questo complicatissimo Gran Premio di Corea, seconda posizione per Lewis Hamilton, terza posizione per Felipe Massa. Ai piedi del podio Michael Schumacher, quinto Kubica, sesto Liuzzi, settimo Barrichello, ottavo Kobayashi, nono Heidfeld e decimo Alguersuari!

Giro 55 – Ultimo giro per Fernando Alonso, Hamilton è secondo, Massa è terzo.

Giro 53 – Fernando Alonso ha portato a 5.4 secondi il vantaggio su Hamilton, che sembra in netta difficoltà con le gomme intermedie.

Giro 51 – Brivido per Massa che nello stesso punto dove aveva picchiato Webber, ha rischiato di girarsi! Se la classifica finale fosse questa, Massa tornerà finalmente sul podio. Con le gomme al limite, Button si è girato ed ha evitato il contatto con le barriere.

Giro 50 – Dieci minuti alla fine del tempo regolamentare di 2 ore, quando mancano ormai 5 giri alla fine.

Giro 49 – Ai box della Red Bull c’è gente che piange. E’ logico che un doppio ritiro in questa gara mette in discussione l’esito del mondiale piloti, ma anche quello costruttori, dato che la McLaren non è poi così lontana.

Giro 48 – Fernando Alonso è al comando, Lewis Hamilton è secondo, Felipe Massa è terzo, quarta posizione per Michael Schumacher, Barrichello è quinto.

Giro 47 – Incidente tra Sutil e Kobayashi: il tedesco ha provato a sorpassare  il giapponese, lo va a toccare, ma Sutil ha la peggio.

Giro 46 – Fernando Alonso al comando!! Problema per Vettel!!! Incredibile! Le due Red Bull sono fuori da giochi!! Il mondiale prende una piega diversa adesso! Grande delusione al muretto della Red Bull, mentre ai box McLaren si festeggia, così come qualche uomo della Ferrari mostra il pugno… non è molto sportivo, ma di fatto si riapre il mondiale.

Giro 44 – Ci sono sempre le bandiere gialle in pista nell’ultimo settore, dove è uscito Petrov. Vettel ha perso qualcosa nei confronti di Alonso, il quale cerca di raffreddare le gomme andando a cercare l’umido.

Giro 42 – Hamilton è sempre più vicino ad Alonso, che sembra essere in difficoltà con le gomme.

Giro 41 – Attenzione! Brutto incidente per Vitaly Petrov!! Il pilota russo ha distrutto la sua Renault R30: lo sguardo di Eric Boullier dice tutto.

Giro 39 – L’ingegner Stella comunica ad Alonso di non essere aggressivo nelle curve 7 e 8, mentre Hamilton comincia ad avvicinarsi ad Alonso.

Giro 38 – Escursione di pista per Sutil, che perde posizioni precedentemente conquistate. Fernando Alonso continua a girare forte e mettere pressione a distanza su Vettel.

Giro 36 – Drive Through per Kovalainen, mentre ci spiace vedere Button nelle retrovie. Indubbiamente in difficoltà il pilota inglese. Fernando Alonso conclude questo passaggio con il giro più veloce 1:52.445

Giro 35 – Fernando Alonso si riprende la posizione su Hamilton, perché il pilota anglo-caraibico è arrivato lungo alla prima curva alla ripartenza.

Giro 34 – La safety Car rientra alla fine di questo giro.

Giro 32 – Vettel è ora ai box. Anche Fernando Alonso rientra per il cambio gomme. Intermedie per Alonso, oltre al fatto che Fernando ha perso la posizione nei confronti di Hamilton per un problema con la sostituzione di una gomma.

Giro 31 – Incidente tra Buemi e Glock! Safety car in pista! E ai box c’è enorme traffico, tutti ai box tranne i primi due: Hamilton ha cambiato gomme, così come Massa.

Giro 29 – Testacoda di Kovalainen. seguito dalla stessa manovra didi Sutil che fatica a prendere il giusto feeling con le gomme intermedie. Fernando Alonso completa questo giro con 1:53.4 ed è giro record.

Giro 28 – La pista sta migliorando ad ogni giro. Vettel è sempre al comando con 3.5 secondi su Fernando Alonso. Di certo, con Webber fuori dai giochi, i primi tre cercheranno di arrivare alla fine senza prendere rischi. Hamilton termina questo giro con il record sul giro, mentre Button entra ai box per montare gomme intermedie.

Giro 27 – L’incidente tra Senna e Trulli verrà valutato dai commissari di gara. Intanto, Michael Schumacher attacca Jenson Button e lo supera, mentre ci sono le bandiere gialle in pista per l’uscita di strada di Lucas di Grassi.

Giro 25 – Vettel ha guadagnato nettamente su Alonso. Ci sono già 2.5 secondi di distacco tra il tedesco della Red Bull ed il ferrarista. Kobayashi con le intermedie fa fatica a tenere la pista.

Giro 24 – Vettel è al comando, Fernando Alonso è secondo, terzo Hamilton, quarto Massa e quinto Button. Si prevede pioggia nei prossimi cinque minuti, ma sarà molto lieve e non dovrebbe creare molti problemi. Intanto c’è stato un incidente tra Senna e Trulli, con il musetto del pilota italiano che è rimasto in pista.

Giro 23 – La safety car entra in questo giro.

Giro 22 – “E’ stato un errore mio, non è la mia giornata” – fa mea culpa l’australiano. Intanto le due Sauber, Trulli e Petrov sono adesso con gomme intermedie.

Giro 21 – Vettel è ora al comando, Alonso è in seconda posizione, Hamilton terzo, quarto Massa, quinto Button, sesto Michael Schumacher.

Giro 20 – Testacoda di Webber!! Mark Webber va a muro, andando a colpire anche Rosberg!! Il replay mostra come Webber è arrivato largo su un cordolo, ha perso la vettura ed è andato a sbattere a muro e poi va colpire Rosberg. Un duro colpo per l’australiano, ma questo ritiro apre letteralmente il mondiale.

Giro 19 – Vettel al comando, Webber secondo, terzo Alonso, quarto Rosberg, quinto Hamilton. Sutil perde ora delle posizioni nel tentativo di passare Hulkenberg. Michael Schumacher intanto è a proprio agio con una vettura particolarmente in forma in queste condizioni.

Giro 18 – Si inizia! Michael Schumacher si lancia all’attacco di Kubica e riesce a sorpassarlo. Rosberg intanto sorpassa Hamilton. Anche Massa in lotta con Jenson Button, finalmente un po’ di spettacolo in pista.

Giro 17 – La safety car entrerà alla fine di questo giro. Era anche ora!

Giro 16 – Team radio di Hamilton: “E’ quasi da intermedie”. Magari Hamilton sta esagerando con questa affermazione, ma di fatto si potrebbe correre senza alcun problema. Potevamo vedere una gara spettacolare e fino ad ora abbiamo visto solamente una sfilata.

Giro 15 – Si sta perdendo solamente tempo. E’ una gara bagnata, sembra fosse la prima volta che si veda la pioggia… cominciamo ad annoiarci.

Giro 14 – Lucas Di Grassi entra ai box. Questa è la sua seconda sosta.

Giro 13 – Tutti cominciano a spazientirsi: le condizioni in pista sembrano migliorare, a parte la zona finale, però è assurdo continuare a girare con la safety car. Va bene la sicurezza, ma così forse si sta esagerando.

Giro 11 – Team radio per Alonso da parte di Andrea Stella: “Ancora cinque minuti di pioggia”

Giro 10 – Hamilton vuole la partenza della gara, ma dalla direzione gara evidentemente la pensano diversamente. L’anglo-caraibico sa benissimo che in queste condizioni può provare a fare la differenza.

Giro 8 – Michael Schumacher, nel tentativo di capire il limite della vettura, è arrivato lungo alla curva. E’ bello sentire il team radio di Hamilton, che dice che il tracciato migliora e che si può correre.

Giro 6 – Il team Williams comunica a Barrichello che ci si aspetta ancora 20 – 25 minuti di pioggia meno intensa. La visibilità resta davvero precaria.

Giro 5 – Dall’onboard camera di Button non si riesce a vedere completamente nulla. La Formula 1 non merita assolutamente questo spettacolo: una asfalto che non drena una pioggia tutto sommato “normale” è abbastanza grave.

Giro 4  – Si riparte in questo momento: inizia così il quarto giro del Gp di Corea. Dall’onboard camera di Webber si nota quanta acqua ci sia ancora in pista.

9:04 – Un minuto alla ripartenza.

8:58 – La Medical Car in pista sta effettuando un giro per verificare le condizioni del tracciato. Tutti si stanno preparando alla ripartenza.

8:55 – La ripartenza avverrà alle 16:05 ora locale, dunque alle 9:05 in Italia. La safety car farà ancora più di un giro, dunque le gomme heavy rain devono essere usate.

8:46 – Alla Mercedes pensano di avere altri 15- 20 minuti di pioggia leggera, almeno stando a quanto appena riportato da Michael Schumacher. Per assurdo, anche se la gara non dovesse ripartire, avendo già effettuato due giri i punti vengono assegnati, seppur dimezzati.

8:41 – In queste condizioni, il regime di parco chiuso non è più presente, dunque i team possono modificare le loro vetture e adattarle alle condizioni da bagnato.

8:37 – Apprendiamo in questo momento che prima della corsa si scivolava anche a piedi sulla pitlane. Di certo venire a correre in questa pista, fatta in tutta fretta, non è stata un’idea grandiosa.

8:33 – La pioggia ora è nettamente più lieve, ma il problema resta l’acqua in pista che è veramente tanta. L’asfalto sembra non drenare bene e questo è un problema non da poco.

8:29 – Considerando il fuso orario, in Corea sono le 15:29 in questo momento. E qui fa buio presto, altro problema da non sottovalutare.

8:25 – Le previsioni meteo ufficiali dicono che tra mezz’ora le cose potrebbero migliorare. Ma è logico che, anche se dovesse smettere di piovere, la corsa resterà molto difficile.

8:20 – Ovviamente bisognerà ora ritrovare la concentrazione e rifare tutte le procedure del caso.

8:17 – Dagli onboard camera dei piloti è chiaro come la visibilità sia ridotta al minimo, così come l’aderenza. La bandiera rossa è stata invocata da tutti. Forse però, con il senno di poi, era inutile fare questi tre giri in regime di safety car e ritardare completamente la partenza di altri dieci minuti.

Giro 3 – Fernando Alonso comunica: “Sono le peggiori condizioni con le quali ho mai guidato”. Bandiera Rossa: la gara viene ora fermata.

Giro 2 – Secondo la Ferrari dovrebbero esserci altri venti minuti di pioggia. Si presume che la safety car rimanga fuori per tutto questo tempo.

Giro 1 – C’è moltissima acqua in pista e la visibilità è davvero ridotta. Dietro la safety car c’è Sebastian Vettel, seguito da Mark Webber, terzo Alonso, quarto Hamilton, quinto Rosberg, sesto Massa. Button ai propri ingegneri ha comunicato che è molto, molto bagnato e non si riesce a vedere nulla. Domenicali ai box scuote il capo.. questo la dice lunga su questa gara.

Partenza: il Gran Premio della Corea parte ufficialmente adesso in regime di safety car!

8:07 – Ricordiamo che non ci sarà giro di ricognizione prima della partenza, ma questa avverà direttamente con la safety car. Tre minuti al via.

8:03 – Secondo i radar del meteo, entro le otto e un quarto dovrebbe diminuire la pioggia.

8:00 – La gara partirà dietro la safety car! C’è l’ufficialità in questo momento.

7:56 – La direzione gara ha deciso di rimandare la partenza di dieci minuti.

7:54 – Fernando Alonso ai microfoni della BBC: “La prima cosa è provare a finire la gara. Nessuno vincerà il titolo qui, ma qualcuno probabilmente lo perderà”.

7:48 – Sembra che la pioggia stia aumentando d’intensità in questo momento e la pista si sta bagnando ancora di più.

7:44 – Alguersuari via radio comunica ai propri ingegneri: “Mai guidato con così poca aderenza”. Kovalainen invece ai microfoni RAI afferma: “Non è poi così male, io partirò con gomme heavy rain, ma le condizioni andranno a migliorare”.

7:39 – Hamilton si schiera sulla griglia di partenza con gomme heavy rain.

7:37 – Timo Glock si è girato mentre era in pista, ma il tedesco è riuscito a tenere in moto la sua monoposto. La pista è molto scivolosa: l’asfalto nuovo trasuda olio in ogni angolo e anche una pioggia lieve in stile inglese qui fa perdere aderenza nonostante le gomme intermedie.

7:34 – Vettel ha appena completato un giro di ricognizione con gomme intermedie ed è ora rientrato ai box.

7:30 – La pitlane è ora aperta: i piloti avranno 15 minuti per schierarsi e tutti proveranno a fare più di un giro per testare le condizioni di aderenza del circuito.

7:25 –Si sentono i tuoni sul circuito di Yeongam! Buona mattinata a tutti dalla redazione di BlogF1.it, ci attende una corsa piena di incognite, dato che in Corea sta piovendo! La pista è molto scivolosa e si prospetta una gara molto dura.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!