GP Brasile 2010: cronaca della gara in diretta

7 novembre 2010 16:26 Scritto da: Davide Reinato

Seguiamo in diretta il Gran Premio del Brasile, diciottesima prova del mondiale di Formula 1 2010. Dopo la pole position a sorpresa di Nico Hulkenberg con la Williams, la gara ad Interlagos si fa sempre più interessante ed avvincente. Le due Red Bull partono in seconda e terza posizione, con Hamilton quarto e Alonso solamente in quinta posizione. E se ieri pioveva, oggi il sole splende ad Interlagos e dunque vedremo una gara completamente asciutta.

La gara è in diretta televisiva su Rai 1, ma è possibile seguirla in live blogging dal pc e da tutti i dispositivi mobili, semplicemente aggiornando frequentemente questa pagina. Buona corsa a tutti!

GARA TERMINATA

18:38 – Termina così la gara e il nostro live blogging: a breve il riassunto della gara, le interviste e gli approfondimenti del caso. Grazie per aver vissuto questa giornata di Formula 1 insieme a noi. Buona domenica!

18:36 – Alonso è ancora in testa alla classifica piloti, ma la Red Bull ha motivo di festeggiare, dato che è ormai matematico il successo nel mondiale costruttori. I Tori hanno dominato il campionato a squadre, ma per il campionato piloti c’è ancora una gara per giocarsela.

Giro 71 – Bandiera a scacchi! Sebastian Vettel vince la gara, Webber è secondo, terzo è Alonso. Con questa doppietta, la Red Bull vince il Campionato Costruttori 2010!

Giro 70 – Vettel termina il penultimo giro al comando. Sembra si avvii alla vittoria.

Giro 68 – Vettel è ancora il leader della gara, Mark Webber è secondo con 3.9 di ritardo da Vettel e in terza posizione c’è Fernando Alonso. Hamilton è in quarta posizione, quinta per Button, sesto Rosberg.

Giro 67 – Un altro mezzo secondo guadagnato da Alonso su Webber in questo passaggio.

Giro 66 – Fernando Alonso continua a mettere pressione a Webber a distanza, dato che il distacco tra lui e Webber è di 3 secondi netti, quando mancano cinque giri alla conclusione.

Giro 64 – Il distacco tra Alonso e Webber scende ancora dopo un giro record di Fernando. Massa intanto è nuovamente in lotta con Buemi.

Giro 63 – Alonso giro record in questo momento, ma mancano nove giri ormai. L’obiettivo di Fernando è forse mettere pressione a Webber, che ha il motore un po’ surriscaldato, come abbiamo sentito nel team radio poco fa.

Giro 62 – Sutil e Alguersuari si toccano, con il tedesco che passa. Ma c’è grande confusione tra doppiatti e non, anche i commissari fanno fatica a dare bandiere blu.

Giro 60 – Buemi e Massa si toccano! Lo svizzero non ha voluto desistere al brasiliano, che aveva ormai mezza macchina davanti. Davvero sfortunato Felipe.

Giro 59 – Hamilton doppia Felipe Massa, che era in lotta con Buemi.

Giro 58 – Felipe Massa guadagna una posizione su Sutil e sta cercando di recuperare posizioni. Ma la Red Bull ha già fatto il vuoto, sembra che nulla possa ormai fermarla.

Giro 56 – Le due Red Bull restano al comando, Alonso viene ostacolato da Sutil che non da strada ad Alonso.

Giro 55 – La safety car rientra in questo giro.

Giro 54 – Viene rimossa la Force India di Liuzzi, seriamente danneggiata.

Giro 53 – Vettel è al comando, Webber in seconda posizione, Alonso è terzo, quarto Hamilton. Tuttavia, alla ripartenza, ci sarà ancora il problema dei doppiati.

Giro 52 – Vitantonio Liuzzi ha distrutto la sua monoposto alla S Senna, causando così l’uscita della Safety Car. Il pilota italiano comunque non ha subito conseguenze, ma questo incidente riapre la gara.

Giro 51 – Ancora grande traffico per le Red Bull. Ma c’è un incidente nella S Senna: Safety car in pista!

Giro 48 – Massa è stato doppiato da Vettel e  Webber, altri sette piloti da doppiare per il duo della Red bull.

Giro 47 – 8 vetture davanti alle Red Bull in questo momento: il primo di queste è Massa, che sarà il primo ad essere doppiato dalla Red Bull.

Giro 45 – Webber sta accorciando le distanze su Vettel: 1.5 secondi adesso tra i due della Red Bull. Intanto, Di Grassi è nuovamente all’interno della vettura e probabilmente sarà mandato in pista adesso.

Giro 43 – Alonso è più veloce delle Red Bull di un paio di decimi, come conferma anche l’ing. Stella al suo pilota. Ma sembra improbabile che il ferrarista possa fare una rimonta. Intanto, si ritira Lucas Di Grassi.

Giro 41 – Grande traffico per Vettel, con qualche doppiato di troppo in mezzo. Team radio per l’australiano dove gli viene comunicato di dare più carico all’ala anteriore per non surriscaldare troppo le ruote anteriori.

Giro 39 – Rosberg sorpassa finalmente Kobayashi, mentre Webber si è ritrovato dietro una HRT e ha fatto un segno di stizza con la mano per non aver ricevuto subito strada.

Giro 37 – Mark Webber 1:15.431 in questo passaggio, risultando il più veloce in pista. La Red Bull sta letteralmente volando e se dovesse fare doppietta, chiuderà i giochi per il campionato costruttori già qui.

Giro 36 – Barrichello entra ai box per il cambio delle gomme e del musetto, gara comunque compromessa per lui. Hamilton intanto fa segnare la sua migliore prestazione.

Giro 34 – Attenzione! Rubens Barrichello ha bucato ed ha l’anteriore  sinistra danneggiata nel contatto con Alguersuari.

Giro 32 – Fernando Alonso accusa ora 17 secondi di distacco dal leader della classifica, mentre un replay ci mostra un sorpasso di Massa che ha superato Liuzzi.

Giro 30 – Anche Jenson Button ha sorpassato Kobayashi, mentre sembra che Alonso ha perso tempo nel doppiaggio di Klien in precedenza e non ci sia nessun problema per lo spagnolo.

Giro 29 – Vettel continua a volare, con Mark Webber sempre in seconda posizione. Mentre ci sono dei tempi anomali di Alonso che, non inquadrato, ha perso circa 3 secondi in questo passaggio.

Giro 26 – Lewis Hamilton ha sorpassato Kamui Kobayashi con una bella azione, mentre ora ai box c’è Mark Webber. Tutti i protagonisti hanno effettuato il loro pitstop.

Giro 25 – Anche gli uomini della Red bull sono fuori, il primo ad entrare è Vettel.

Giro 24 – Vettel e Webber continuano a girare, mentre Alonso rientra ai box per montare le gomme dure.

Giro 23 – Vettel, Webber, Alonso continuano a girare con gomme morbide, mentre Hamilton sta girando fortissimo adesso e fa segnare un giro record!

Giro 21 – Team radio per Vettel, che conferma che le gomme lavorano bene e non ha nessun problema al momento con l’aderenza.

Giro 20 – Felipe Massa, giro più veloce 1:16.7 per il  brasiliano. Intanto, Hamilton rientra ai box.

Giro 19 – Vettel al comando con 2.4 secondi su Webber, che è secondo. Alonso è terzo con un ritardo di 13.1 secondi, poi Hamilton con 25 secondi di ritardo.

Giro 18 – Button ha sorpassato anche Petrov, che ora si deve guardare anche da Barrichello e Kubica che arrivano di gran carriera. I primi girano sull1:17.2 e Alonso sembra girare con un ritmo simile alle Red Bull.

Giro 16- Le due Red Bull dominano: Vettel è davanti a Webber, terzo Alonso che ha un ritardo di 13.4 secondi. Hamilton è ora quarto, quinto Schumacher e sesto Rosberg.

Giro 15 – Hulkemnberg e Kubica rientrano insieme ai box, Hamilton ha così via libera.

Giro 14 – Problemi al cambo gomme per Barrichello, mentre Massa torna nuovamente al box per cambiare nuovamente gomme. Un problema per lui con una gomma e gara compromessa, ancora una volta.

Giro 12 – Ancora un attacco di Hamilton su Hulkenberg, che si difende egregiamente. Massa è entrato ai box per cambiare gomme e ha perso anche la posizione nei confronti di Button.

Giro 11 – Hulkenberg sta tenendo duro anche nei confronti di Hamilton, un grande giro questo del tedesco, che ha dietro di lui un trenino di vetture. Intanto, Button entra ai box. L’inglese della McLaren cambia strategia, dato che era fermo nel traffico in decima posizione.

Giro 10 – Vettel conduce agevolmente la gara, seguito da Mark Webber. Terzo posto per Fernando Alonso, mentre Hulkenberg è quarto in lotta con Hamilton. Sesta posizione per Kubica, settimo Barrichello e ottavo Massa.

Giro 8 – Hulkenberg fa fatica a tenere dietro Hamilton, mentre l’ing. Stella si complimenta con Alonso per il bel sorpasso sul tedesco, ma lo invita a non strafare. Comunicazione diversa di Hamilton al proprio ingegnere, che dice laconicamente “Non ho grip”.

Giro 7 – Alonso sorpassa Hulkenberg, ma ha già accumulato 9 secondi dalle due Red Bull.

Giro 5 – Hulkenberg sta facendo da tappo ad Alonso ed Hamilton, mentre le due Red Bull volano.

Giro 4 – Le due Red Bull sono al comando e stanno prendendo il largo, così come si prevedeva. Fernando Alonso è in lotta con Hulkenberg che continua a difendersi bene.

Giro 2: Hamilton e Alonso in lotta, con lo spagnolo che mette sotto pressione l’anglo-caraibico e lo sorpassa. Alonso è ora negli scarichi della Williams. Schumacher intanto ha superato brillantemente Jenson Button.

Partenza: Vettel parte a razzo e supera Hulkenberg alla prima curva, Webber lo sorpassa sul rettilineo. Nessun incidente al via.

17:00 – Inizia il giro di ricognizione: tutti i piloti si muovono senza problemi. C’è grande tensione anche per chi è seduto comodamente sul divano ad assistere, figuriamoci tra i piloti in questo momento.

16:55 – Christian Klien è l’unico pilota a non schierarsi e partirà dalla pitlane. Preoccupante però il team radio di Hamilton, dove ha comunicato di sentire delle vibrazioni strane sulla sua vettura.

16:54 – Premiazione per Emerson Fittipaldi per festeggiare i 40 anni della sua vittoria qui a San Paolo.

16:50 – La temperatura dell’asfalto è salita intanto a 51 gradi. Tra dieci minuti, la procedura di partenza avrà inizio.

16:46 – Hulkenberg ai microfoni della BBC: “Penso di aver fatto il possibile per prepararmi bene. Non voglio combinare guai a coloro che competono per il campionato, ma devo comunque pensare alla mia gara”

16:43 – Fernando Alonso sembra abbastanza tranquillo, mentre i due della Red Bull sanno benissimo che qui possono ribaltare ancora una volta la classifica mondiale e, come detto anche da Fernando, hanno un po’ più di pressione addosso. La RB6 con le condizioni di oggi, dovrebbe essere veramente competitiva.

16:40 – Nico Hulkenberg si è schierato nella sua piazzola di partenza, così come i due della Red Bull.

16:35 – Il poleman,  Nico Hulkenberg, è ora in pista per effettuare un giro di ricognizione con la propria monoposto.  Le temperature in pista sono molto simili a quelle di venerdì e nelle stesse condizioni, le Red Bull volavano. Si ripeteranno anche oggi?

16:30 – La pitlane è aperta in questo momento. Adesso i piloti hanno a disposizione 15 minuti per poter uscire e schierarsi, non prima di aver fatto uno o più giri di ricognizione.

16:29 – Sarà una gara davvero interessante. L’ing. Costa della Ferrari, ai microfoni della Rai, conferma le difficoltà di una gara difficile da prevedere: “C’è il rischio che le gomme supersoft soffrano di un degrado subito dopo i primi giri, anche se questa pista sviluppera velocemente la gommatura. Per quanto riguarda la strategia, sarà più difficile del solito, ci sono decine di scenari possibili, dobbiamo stare pronti e reagire immediatamente”.

16:25 – Amici di BlogF1.it, buona domenica e bentrovati per questo live blogging del Gran Premio del Brasile. Splende il sole ad Interlagos ed i tifosi sono scatenati sulle tribune. Tutto è pronto per mandare in scena la penaultima prova del mondiale 2010.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!