La Ferrari limita i danni ad Interlagos

7 novembre 2010 21:04 Scritto da: Davide Reinato

La Ferrari ha perso la gara nella qualifica di ieri. Senza ombra di dubbio, se Alonso fosse riuscito a partire davanti alle Red Bull, probabilmente avremmo avuto modo di vedere una gara un po’ diversa da quella andata in scena oggi ad Interlagos.

La Red Bull ne esce vincitrice, ma di certo Alonso non è ancora sconfitto. Lo spagnolo può camminare a testa alta, perché ha reagito bene dopo il quinto posto rimediato in qualifica e ha fatto il massimo possibile oggi. Grazie a questo risultato, Fernando mantiene il primo posto in classifica, con otto punti di vantaggio su Mark Webber.

Tutto si deciderà la settimana prossima ad Abu Dhabi, dove la Ferrari soffrirà, nonostante il primato in classifica. Infatti, la Red Bull su quel circuito sembra andare molto bene e, oltretutto, potrebbe decidere nell’attuare i tanto chiacchierati giochi di squadra per conquistare anche il titolo piloti.

Tuttavia, il pilota delle Asturie resta ottimista: “Se Webber vince, a me basterà un secondo posto. Vediamo cosa succederà. Abbiamo visto che le cose cambiano velocemente e se si effettua una decisione sbagliata al momento sbagliato, si può anche finire ottavo e nono e per il titolo è finita. Quello di Abu Dhabi sarà un fine settimana stressante, ma questa è la Formula 1 e tutto potrà succedere. Partiremo da zero in quella corsa e vedremo chi fa un lavoro migliore in sette giorni”.

Dopo la safety car entrata per l’incidente di Liuzzi, Fernando ha mostrato di poter spingere a fondo e rimanere molto vicino alla Red Bull: “Penso che oggi abbiamo perso nei primi giri della gara, cercando di sorpassare Hulkenberg ed Hamilton. Quei 10-12 secondi erano difficili da recuperare, perché eravamo solo uno o due decimi più veloci e recuperare 12 secondi, non è facile. La safety car mi aveva aiutato in questo senso, ma ci siamo ritrovati in mezzo ai doppiati. Nel complesso è stata una buona gara ed in termini di punti, siamo comunque felici”.

E’ andata peggio a Felipe Massa, che non è riuscito ad avere una gara normale. La sua corsa è stata rovinata da un problema al pitstop, quando la sua ruota anteriore destra non viene fissata bene e Massa se ne è accorto solamente in pista. Due soste consecutive per lui e grande rabbia, che lo ha portato nelle retrovie a dare ruotate in mezzo al gruppo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!