Hamilton: “Sono libero da pressioni”

10 novembre 2010 21:35 Scritto da: Davide Reinato

Lewis Hamilton ha ammesso che potrà affrontare il suo ultimo gran premio della stagione 2010 senza alcuna pressione, dato che tutta l’attenzione è concentrata su Vettel, Alonso e Webber.

L’anglo-caraibico con il quarto posto in Brasile è rimasto a 24 punti dal leader e, dunque, in corsa matematicamente per il titolo. Solamente un miracolo potrebbe consentire ad Hamilton di poter beffare tutti e festeggiare il titolo piloti ad Abu Dhabi, e Lewis è consapevole del fatto che potrà dare il meglio di se, senza aver nulla da perdere.

Situazione totalmente diversa da quella vissuta nella sua prima stagione di F1 e  poi l’anno successivo, quando alla fine riuscì a vincere il mondiale in una gara davvero rocambolesca: “Sono stato a caccia del mondiale all’ultima gara per due stagioni e so quanta pressione si senta. Quest’anno è un po’ diverso, anche se sono ancora matematicamente in gara, sono consapevole che essendo 24 punti dietro, non basta solamente vincere la gara, ma dovrei vedere Alonso non prendere punti e comunque, neanche in quel modo sarebbe sufficiente. Dunque, non ho nessuna pressione addosso”

Lewis però richiama subito l’attenzione, continuando: “Questo non vuol dire che arriverò ad Abu Dhabi meno determinato. Abbiamo visto quanto questo campionato sia imprevedibile e questa ultima gara, potrebbe esserlo ancora di più”.

Tuttavia, non è stato un anno da buttare per il team di Woking e lo sottolinea anche Jonathan Neale, managing director della McLaren, che però ammette: “Non siamo stati abbastanza veloci nello sviluppo come Red Bull, Ferrari e la stessa Mercedes, che nella prima parte della stagione portava aggiornamenti ad ogni gara. Non lo vedo come un fallimento da parte nostra, abbiamo comunque fatto un duro lavoro per tutto l’anno”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!