Il mondo Ferrari attende l’ultima zampata di Fernando…

13 novembre 2010 16:03 Scritto da: Andrea Carrato

Nella foto qui accanto si vede il Ferrari World, l’immenso parco tematico della Ferrari aperto ad Abu Dhabi, tappa dell’ultima e tiratissima gara del mondiale 2010. Qualcuno si chiederà perché non aver postato una foto di Alonso, sorridente e soddisfatto per il suo terzo posto, ma ancor di più per il quinto di Mark Webber, primo pretendente al titolo. Il motivo sta nel nome: Ferrari World, un omaggio a tutte le tribù di tifosi in Rosso sparse nel vecchio e nel nuovo Continente, anche laddove la Formula1 non ha fatto, e forse mai, farà una sosta.

Fernando ha fatto il massimo oggi per ripagare i milioni di appassionati, e lo ha fatto con l’arma che meglio sa usare, la passione, unica vera medicina per sconfiggere la più bella delle malattie, quella che nel cuore di tantissime persone ha scolpito un cavallino rampante più che mai.

Il primo tentativo della Q3 è stato tutt’altro che ottimo e Fernando ha forse aspettato un po’ troppo per ritornare in pista, infatti il traffico trovato nell’ultimo out lap ha messo seriamente a rischio bandiera (a scacchi) l’ultimo giro, quello che gli ha permesso di artigliare la terza posizione, quello che ha costretto Mark Webber a non poter migliorare la sua prestazione.

Mondiale in tasca? Macché, sarebbe sbagliatissimo in Ferrari pensare al campionato come una praticata archiviata o quasi, la pole di Vettel (strepitoso in ogni settore della pista) lascia ancora aperti molti scenari; il team di Maranello ha bisogno di non sbagliare nulla e necessita dell’ultimo sforzo del suo alfiere spagnolo. La costanza mostrata nelle ultime gare lo ha portato in testa alla classifica, ma ora bisogna raccogliere: essere traditi dall’arma che fino ad ora ha parzialmente abbattuto lo strapotere delle Red Bull sarebbe una beffa troppo grande.

Fare calcoli è impossibile, terzo se…, quarto può andar bene…, ma quinto anche potrebbe far esultare se…e se…, no! Non è il momento di mettersi a contare e allora tanto gas, ma soprattutto tanta testa!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!