HRT e Toyota interrompono le trattative

15 novembre 2010 21:28 Scritto da: Davide Reinato

I piani della HRT di unirsi alla Toyota sono falliti. Il costruttore giapponese aveva confermato che vi erano delle trattative avanzate per permettere alla HRT di usare la TF110 e la fabbrica di Colonia già dal prossimo anno e quello che sembrava un accordo già fatto, alla fine ha dato come risultato solamente una fumata nera. Niente da fare, la Toyota non ci sta e lascia ora la HRT a farsi le macchine da sola. Come e dove non si sa, è qualcosa che adesso non è noto, dato che la collaborazione con Dallara era stata chiusa giusto ad inizio mondiale.

La Toyota ha diramato un comunicato di poche, ma essenziali, parole per spiegare il perché dello stop alla trattativa: “La cooperazione con Hispania Racing Team è stata interrotta e non sarà più ripresa. Siamo rammaricati di questa rottura, causata dal mancato pagamento entro i limiti stabiliti. Toyota Motorsport detiene tutti i diritti di proprietà intellettuale delle sue vetture e si ritiene libera per dare il proprio supporto ad altri team”.

Bingo. Ecco il nocciolo della questione: la collaborazione con Dallara era stata chiusa per conti mai saldati in tempo e ora, il team di Carabante si ritrova nuovamente nella stessa identica situazione con la Toyota. Della serie, il lupo perde il pelo, ma non il vizio.

Adesso sulla HRT resta comunque un grande punto interrogativo. Ma gli spagnoli fanno finta di nulla, fanno spallucce e vanno avanti, pensando già ai test per i giovani piloti. Tra i piloti designati per i test c’è Pastor Maldonado, che sarà in pista già domani per la prima sessione, mentre mercoledì ci sarà Valsecchi che dividerà il posto con Josef Kral. Chissà di questi due chi ha pagato, dato che la HRT aveva messo in vendita il sedile per i test alla cifra di 200.000 mila euro: avranno mica fatto a metà?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!