Ali Mobili: Montezemolo teme controversie

29 novembre 2010 12:37 Scritto da: Davide Reinato

Una delle poche novità tecniche della stagione 2011 sarà l’ala posteriore regolabile. Questa soluzione, pensata per favorire i sorpassi, avrà una regolamentazione abbastanza complessa che causerà sicuramente dei malumori già dalle prime gare. Infatti, l’ala è regolabile solamente se si è vicini al proprio avversario a meno di un secondo e deve tornare alla sua posizione originaria subito dopo aver compiuto il sorpasso.

Ieri, durante la fase conclusiva delle Finali Mondiali Ferrari a Valencia, il presidente Luca Cordero di Montezemolo si è detto ansioso riguardo questa nuova soluzione che potrebbe presentare come sempre delle lacune che alcune squadre potrebbero sfruttare per realizzare vetture al limite del regolamento tecnico. Già nel 2009 la Ferrari dovette ingoiare amaro, dopo la decisione della FIA che stabilì la regolarità del doppio diffusore creato da BrawnGP, Williams e Toyota.

I timori di Montezemolo riguardano proprio le diverse interpretazioni della regola: “Speriamo di iniziare la stagione con regolamenti chiari. Non sono molto preoccupato, ma l’esperienza del 2009 è ancora viva”.

Ross Brawn ha invece più volte difeso questa soluzione e ha spiegato più volte che a muoversi non sarà il flap, ma il profilo principale. L’ingegnere  è anche il responsabile della commissione tecnica della FOTA ed è dunque tra i promotori di questa idea.

Oltre ai dubbi sollevati da Montezemolo, non sono comunque mancate le critiche su questo sistema da parte dei piloti stessi. Brawn comunque resta convinto della bontà della cosa e afferma: “L’idea è buona e l’ala è configurata in modo tale che se si verificasse un cedimento, si bloccherebbe nella posizione di pieno carico. A muoversi sarà il bordo di entrata del piano principale, non il flap superiore. L’ala principale alzandosi andrà a coprire il profilo superiore e questo consentirà di non avere problemi di sicurezza”.

Eppure, l’argomento sta facendo discutere tecnici e progettisti che hanno già fatto prove al simulatore poco incoraggianti. Staremo a vedere.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!