Le novità tecniche del 2011

6 dicembre 2010 22:16 Scritto da: Davide Reinato

Nel momento in cui scriviamo, mancano novantasei giorni al primo gran premio della stagione 2011. Nonostante possano sembrare un’eternità, ben presto ci accorgeremo che la nuova stagione di Formula 1 ci coinvolgerà molto prima, almeno fin dai primi giorni di febbraio, quando inizieranno i test collettivi che vedranno le squadre impegnate fino alla settimana prima del GP del Bahrain. Anche quest’anno ci saranno diverse innovazioni tecniche ed in questo post elenchiamo le principali novità che ci ritroveremo ad analizzare più approfonditamente nel corso della prossima stagione.

PNEUMATICI – La novità sostanziale è il ritorno della Pirelli in Formula 1, che fornirà pneumatici per i prossimi 3 anni. Realizzati secondo le specifiche richieste dai team, i nuovi pneumatici Pirelli sembrano comportarsi bene, nonostante alcuni piloti hanno lamentato una spalla troppo morbida che si degrada velocemente.

ALA POSTERIORE MOBILE – Si tratta di una delle novità più importanti, perché introdotta allo scopo di favorire i sorpassi. Il concetto è quello di permettere ai piloti di ridurre la resistenza aerodinamica agendo sul profilo principale dell’ala posteriore, permettendo così di avere una maggiore velocità di punta in rettilineo per tentare un sorpasso.

L’ala mobile posteriore viene attivato dal pilota con un pulsante solamente se si trova a meno di un secondo di distacco dal pilota che lo precede. L’ala torna nella sua configurazione di maggior carico quando il pilota preme il pedale del freno. E’ stato stimato che la nuova ala mobile potrebbe garantire fino a 15 km/h in più in fase di attacco rispetto a chi si deve difendere. Si tratta di una grande sfida, anche se c’è già chi teme controversie per delle lacune del regolamento, come lo stesso Montezemolo ha ammesso qualche giorno fa.

KERS – Oltre all’ala mobile, i piloti potranno contare sul sistema di recupero dell’energia cinetica. Il sistema riesce a recuperare parte dell’energia generata in frenata per trasformarla in energia elettrica attraverso un generatore/motore. Questo garantisce alla monoposto una potenza aggiuntiva da utilizzare per 6,7 secondi al giro. Per approfondire l’argomento, consigliamo la lettura di questo articolo.

PESO A SECCO AUMENTATO – Il peso minimo delle monoposto è stato aumentato da 620 Kg del 2010 a 640 Kg della prossima stagione. Questi venti chili in più sono stati necessari per consentire l’introduzione del KERS senza che le squadre costringessero i piloti a diete rigidissime pur di guadagnare uno o due chilogrammi.

DISTRIBUZIONE DEI PESI –  Dal 2011, sarà introdotta una nuova regola tecnica che fisserà la distribuzione dei pesi della vettura. La nuova norma prevede che le monoposto abbiano una distribuzione in punti percentuali di 46,5 all’anteriore e 53,5 al posteriore e non più regolabile a seconda delle caratteristiche della monoposto.

Inoltre, dalla prossima stagione, saranno banditi due sistemi che si sono resi protagonisti negli ultimi due anni: il doppio diffusore e il sistema F-Duct. Entrambi i sistemi sono stati vietati da regolamento, tuttavia lo stesso Aldo Costa della Ferrari ha ammesso che vi sono delle zone d’ombra nel regolamento che potrebbero essere sfruttate.

Gli elementi per creare una Formula 1 più spettacolare ci sono tutti. Sulla carta, l’uso dello spoiler posteriore mobile e il Kers in contemporanea, potrebbero dare un buon margine per effettuare un sorpasso, anche se i limiti ad entrambi i dispositivi potrebbero tagliare le gambe allo spettacolo sul nascere. Potremo valutare solamente dopo le prime gare, perché al momento le promesse di uno spettacolo migliore, rimangono solo sulla carta.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!