Regole più severe per i piloti scorretti in pista

14 dicembre 2010 12:05 Scritto da: Davide Reinato

Continua la nostra analisi delle nuove regole in vista del 2011. Tra le tante norme approvate dal consiglio mondiale venerdì scorso a Monaco, troviamo anche una voce che regolamenta in maniera più restrittiva i comportamenti scorretti in pista da parte dei piloti.

Basti ripensare ad un paio di episodi chiave avvenuti nel 2010. Primo tra tutti, il sorpasso di Hamilton su Petrov con successivo zig-zag, ma anche la difesa durissima di Michael Schumacher su Barrichello all’Hungaroring. La nuova norma afferma che “Non sono consentite tutte quelle manovre che ostacolano gli altri piloti, come ad esempio ripetuti cambi di direzione o qualsiasi altro cambio di direzione anomalo”.

Manovre come quella di Hamilton in Malesia, nel 2011 costeranno almeno un Drive Through. E non è tutto, perché la norma è molto restrittiva anche sul taglio delle curve: “I piloti devono utilizzare la pista in ogni momento. Per evitare dubbi, le linee bianche definiscono la pista, i cordoli no. Il pilota verrà giudicato dagli stewards nel caso in cui nessuna parte dlela vettura è all’interno dei limiti della pista. Se una vettura lascia la pista per qualsiasi motivo, è autorizzato a riprendere la gara ma ciò potrà essere effettuato solo quando è sicuro di rientrare in maniera sicura e senza trarne vantaggio”.

Infine, anche i piloti doppiati dovranno fare attenzione alle nuove regole: “Non appena una vettura viene raggiunta da un’altra, il pilota doppiatto deve consentirne il sorpasso il più velocemente possibile e alla prima occasione disponibile. Nel caso il pilota doppiato non permetta al pilota più veloce di passare, gli verranno sventolate le bandiere blu. Tutti i piloti che ignoreranno tale segnalazione verranno segnalati ai commissari”.

Infine, un accenno ai sorpassi in pitlane, dal 2011 vietati: “Qualsiasi vettura che percorrere la pitlane deve lasciarla nello stesso ordine di ingresso a meno che non vi sia un anomalo ritardo da parte degli altri piloti”.

Ad aiutare i commissari, anche nel 2011 ci saranno gli ex piloti a far parte del collegio giudicante della commissione gara. I team e i piloti hanno apprezzato molto la novità quest’anno, che sembra abbia garantito più imparzialità in certe occasioni.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!