Webber assicura: “Niente più attriti con Vettel”

16 dicembre 2010 15:53 Scritto da: Davide Reinato

Dopo che i vertici della Red Bull hanno confermato che nel 2011 entrambi i piloti avranno le stesse chance di giocarsi il titolo e che la filosofia della squadra resterà quella di tenere lontani i giochi di squadra, Mark Webber si è un po’ tranquillizzato, affermando che non ci saranno più attriti tra lui e il compagno di squadra.

Durante la stagione 2010 i due hanno passato momenti difficili, culminati con un incidente al Gran Premio di Turchia che mise fuori gioco Vettel e fece perdere una vittoria sicura per l’australiano. In una intervista alla BBC si è chiesto all’australiano se il rapporto con Vettel fosse compromesso come in molti vogliono far apparire: “Probabilmente no. Penso sia inevitabile qualche scaramuccia quando si spinge a vicenda, ma la gente deve capire che succede una volta ogni 10 – 15 anni d’avere due piloti in squadra che lottano per il titolo”.

L’australiano, che pare abbia disputato le ultime quattro gare della stagione con una spalla malandata, ha poi continuato: “Entrambi vogliamo la stessa cosa, ma il nostro rapporto è buono ora. Alla fine della stagione, è stato bello poter fare una chiacchierata e chiarire un paio di cose che erano successe. Vi assicuro che durante la stagione è difficile farlo, mentre in inverno hai più tempo per costruire la stagione e fare un lavoro migliore, senza alcun attrito”.

Webber, che probabilmente disputerà la sua ultima stagione con la Red Bull, non teme di essere trattato come un secondo pilota: “Sebastian ha ottenuto il 51% dei punti del acmpionato, io il 49%, è stata una battaglia piuttosto serrata. E’ logico che se il rendimento di uno di noi due dovesse cambiare radicalmente, il ruolo in squadra cambierà, ma in una situazione come quella di quest’anno, non avremo ordini di scuderia”.

Eppure, nonostante le dichiarazioni di parità, non possiamo dimenticare le parole di Chris Horner, che aveva affermato: Stiamo costruendo il team attorno a Sebastian”. Qualcosa ci dice che risentiremo presto un team radio come quello di Silverstone, quando Webber sbottò con un “Non male per un numero 2″.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!