Red Bull nega di aver speso troppo

9 gennaio 2011 12:25 Scritto da: Davide Reinato

Nei giorni scorsi si erano susseguiti dei rumors che coinvolgevano la Red Bull: secondi alcune fonti, infatti, il team campione del mondo avrebbe sforato il tetto di spesa imposto nell’accordo tra le squadre (RRA, resource restrictions agreement) all’inizio della scorsa stagione.

In un primo momento, nessuna risposta è arrivata da Milton Keynes, ma ora che le voci si fanno sempre più insistenti, la Red Bull ha deciso di commentare la notizia, respingendo le accuse.

Il dubbio che la squadra avesse speso di più arrivava dalla richiesta dell’innalzamento del tetto di spesa, discussa allo scorso GP di Singapore. Le squadre, infatti, stanno ancora delineando le nuove linee guida per il periodo 2011-2017, ma manca ancora il parere unanime per argomenti come il KERS. Il fatto che la Red Bull chiedeva di poter spendere più soldi ha fatto venire in mente che li avesse già spesi quest’anno, evitando così sanzioni.

Horner oggi è tornato a parlare, affermando che la sua squadra ha rispettato il tetto di spesa, consegnando regolarmente i bilanci: “Il RRA è positivo per la Formula 1, ha effettivamente limitato i costi. Contrariamente alle speculazioni sul nostro conto, abbiamo rispettato l’accordo per il 2010. Siamo tutti favorevoli al contenimento dei costi e questo accordo è un buon modo per raggiungere l’obietivo. Se andate a vedere i bilanci, la Red Bull Racing forse aveva solo il terzo o il quarto budget più alto nella categoria”.

Sulla vicenda della Red Bull, cala così il sipario. Almeno per ora…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!