La McLaren nasconde un asso nella manica?

14 gennaio 2011 08:00 Scritto da: Andrea Facchinetti

La scorsa settimana la McLaren, oltre ad aver smentito le voci su un possibile cambio di livrea, ha annunciato che la nuova Mp4-26 sarà svelata soltanto il 4 febbraio a Berlino, partecipando alla prima sessione di test di Valencia con una vettura “ibrida” sulla base della 2010. La notizia ha fatto un pò scalpore, dato che per una delle candidate al titolo 2011, saltare il primo test della stagione potrebbe significare ritardi nell’avanzamento del progetto.

Ma in McLaren non sono preoccupati di questo “ritardo”, anzi spiegano che è tutto previsto da tempo. Paddy Lowe, capo degli ingegneri McLaren, ha così commentato nel corso di un evento promozionale: “E’ sempre stato nelle nostre intenzioni presentare la vettura dopo il primo test. Una delle ragioni è che vogliamo lavorare al primo test con la vecchia vettura per comprendere al meglio le nuove gomme Pirelli. La vettura che vedremo a Valencia è il telaio 2010 con qualche elemento nuovo, ma nulla di sostanzioso della vettura 2011“. Anche il Team Principal Martin Whitmarsh ha parlato della nuova Mp4-26. “Ci sono nuovi regolamenti nel 2011 e non solo la nuova Mp4-26 li rispetterà, ma proporrà nuovi design concessi dal regolamento stesso. Si, ci saranno nuovi elementi, ma al momento non sono preparato per dire di più! Abbiamo solo una missione: vincere“.

L’anno scorso la McLaren si presentò nei test invernali con l’F-Duct, soluzione copiata da quasi tutti i team durante la stagione, ma vietato dal regolamento 2011. E se il ritardo della presentazione fosse dovuto a qualche nuova soluzione innovativa (già accennata alla fine dello scorso novembre), un nuovo asso nella manica da sfoderare anche in ritardo in modo da sorprendere il più possibile dagli avversari? Di questa nostra ipotesi ne è convinto anche Eric Boullier, Team Principal Renault, che nel corso della cerimonia di lancio della nuova livrea Renault [Leggi l’articolo], ha dichiarato: “Non puoi conoscere i veri motivi del ritardo. E’ sicuramente una strana decisione strategica. Forse hanno qualche nuovo dispositivo divertente, come l’anno scoro e questo gli è costato del tempo per costruirlo”. I nostri dubbi saranno svelati insieme alla nuova vettura il prossimo 4 febbraio.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!