Pirelli: test sul bagnato ad Abu Dhabi

17 gennaio 2011 16:56 Scritto da: Davide Reinato

Oggi Pirelli inaugura negli Emirati Arabi la nuova stagione di Formula 1, di cui il gruppo italiano è fornitore in esclusiva fino al 2013. Una sessione di test senza precedenti nella storia: prove in notturna e su superfici bagnate artificialmente, per riprodurre le condizione tipiche di un GP.

Si parte alle 18 per finire alle 24: sei ore di test che proseguiranno anche domani, con gli stessi orari, con gomme rain e intermedie. Queste due specifiche, completano la gamma Pirelli F1 per il 2011. I tecnici del costruttore italiano hanno già messo a punto le 4 versioni da asciutto per il prossimo campionato, che saranno provate dai team dal 1° febbraio a Valencia.  A guidare la Toyota TF109 usata per i test sarà Pedro De La Rosa, che dovrà affrontare circa mille chilometri anche su asfalto bagnato ma con temperature decisamente elevate.

Paul Hembery, responsabile Team F1 Pirelli, ha dichiarato: “Luci artificiali, asfalto bagnato, temperature alte su una delle piste più moderne al mondo sono una combinazione spettacolare e impegnativa, unica per la Formula Uno. Abbiamo scelto queste modalità di test per provare nelle condizioni più impegnative possibili le nostre gomme da bagnato, ma chissà che questa nostra scelta non possa essere lo spunto per pensare a qualche Gran
Premio con caratteristiche simili. Questi test ci offriranno indicazioni utili per lo sviluppo finale e per il completamento della nostra gamma per la F1. Sono passati appena sette mesi dall’inizio dello sviluppo e cinque mesi dell’avvio delle prove in pista e possiamo dire che siamo soddisfatti dei risultati avuti fin qui e dei primi riscontri delle Scuderie. Non ci resta che iniziare la stagione ufficiale con i test in Spagna, dove raccoglieremo le opinioni e le osservazioni di Team e piloti che ci saranno utili per ogni eventuale ulteriore miglioramento prima del Gran Premio del Bahrain”.

Ai test di Abu Dhabi, la squadra Pirelli sarà composta da 15 specialisti, tra ingegneri e tecnici. In occasione dei Gran Premi e delle prove ufficiali, il Team Pirelli F1 porterà invece 50 elementi in pista. Dunque, ogni scuderia potrà contare su un ingegnere Pirelli dedicato, oltre che sull’intera équipe di tecnici e montatori.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!