Test Valencia, day 2: le parole dei protagonisti

2 febbraio 2011 19:20 Scritto da: Andrea Facchinetti

Anche la seconda giornata di test al Ricardo Tormo di Valencia è giunta al termine. La giornata di oggi ha visto impegnati 15 piloti, 8 dei quali hanno fatto il loro debutto stagionale. Tra questi c’è il messicano della Sauber Sergio Perez, che affiancherà Kobayashi in questa stagione. “Complessivamente è’ stata una giornata difficile, non abbiamo potuto girare molto e così non abbimo completato il programma previsto. Ma per me“, precisa il 21enne di Guadalajara, “è stata comunque una buona giornata, ho completato i primi giri con la nuova vettura e sto imparando a conoscerla. Spero di poter girare di più domani”.

Anche il Team Lotus spera di poter compiere più giri di oggi, dato che ha dovuto mantenere la nuova T128 ferma ai box per un problema al servosterzo. Tuttavia Kovalainen guarda con fiducia verso la prossima stagione: “Sono davvero fiducioso, la sensazione è che questa vettura è completamente differente da quella del 2010. Ha molto più potenziale, anche se è difficile dire quanto sarà più veloce perchè non abbiamo girato molto oggi. Credo che domani ci potremo fare un’idea migliore“. Sarà Jarno Trulli a prendere il posto del finlandese nella giornata di domani.

“E’ bello poter tornare in macchina di nuovo dopo un inverno passato a preparare la prossima stagione” ha dichiarato Glock, che oggi è tornato al volante della Virgin VR-01 dopo la gara di Abu Dhabi. “Questo test è molto importante per capire soprattutto come si comportano le nuove gomme Pirelli. Anche se non ho completato tutti i giri che volevo fare, è stata una buona giornata per me e per il team, che ha accumulato una buona mole di dati che analizzeremo”. Dopo aver completato 34 giri, la VR-01 ha sofferto l’ennesimo problema idraulico. Fortunatamente per la scuderia anglo-russa questa sarà l’ultima sessione di test con la sfortunata VR-01.

Debutto anche di Pastor Maldonado, che oggi ha guidato la nuova Williams FW33, una monoposto che potrebbe inserirsi nella lotta tra i top teams. “E’ stato grandioso, specialmente per la buona sensazione che mi ha dato la vettura” ha dichiarato al termine della giornata il venezuelano. “Ho lavorato sul prendere conoscienza della vettura e preparare me stesso per la stagione. E’ andata sempre meglio giro dopo giro, il feeling con la vettura è aumentato. Domani avrò tutta la giornata a mia disposizione per compiere altri km importanti”.

Rosberg spiega invece i problemi che ha riscontrato durante la giornata. Il tedesco è stato costretto a parcheggiare in pista la sua MGP W02, causando una bandiera rossa. “Il feeling rimane quello di ieri: mi sento molto a mio agio nella vettura ed è una bella cosa. Ci sono comunque delle cose da sistemare. Le principali innovazioni, come il KERS e l’ala mobile, spesso non hanno funzionato o abbiamo deciso di non azionarle, il che ha contribuito in maniera importante sul tempo sul giro. Ma le prestazioni le cercheremo nei prossimi giorni o nelle prossime sessioni. Abbiamo avuto qualche problema soprattutto con il KERS, ma devo ancora imparare a come sfruttarlo al meglio. Sicuramente oggi non ha lavorato al 100%”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!