Torna la Mark Webber Tasmania Challenge

23 marzo 2011 16:19 Scritto da: Redazione

Il campione di Formula Mark Webber ha confermato oggi il ritorno, dopo tre anni, dell’evento che porta il suo nome, la Swisse Mark Webber Tasmania Challenge, e ha invitato gli appassionati dell’avventura a unirsi a lui in Tasmania per la competizione che si svolgerà quest’anno.

Dell’australiano Webber, che a Hobart, in attesa del GP di Melbourne che si svolgerà questo weekend, ha annunciato il ritorno dell’evento, è nota la passione per la Tasmania e per le sfide all’insegna dell’avventura.

Webber, che vive stabilmente nel Regno Unito ma che ama tornare spesso nella sua Australia, ha dichiarato che il percorso attraverserà alcune delle location più affascinanti della Tasmania, come il  Freycinet National Park, la meravigliosa Wineglass Bay, la selvaggia Bruny Island, e le foreste delle Hartz Mountains, le cascate, i geyser e le caverne della Penisola della Tasmania, e le colline di Hobart.

Q: Esattamente, cos’è la Swisse Mark Webber Tasmania Challenge?

MW: E’ un multievento sportivo che si svolge nelle aree più selvagge della Tasmania. Gli atleti gareggiano in kayak, trail running, trek, mountain bike, arrampicata, immersi nella natura, e non mancheranno le sorprese! Come per molte gare che hanno l’avventura nel sangue, lo scopo è renderla aperta a tutti, dai campioni dello sport alle persone che non hanno mai provato prima a cimentarsi con queste sfide.

Q: Qual è l’idea alla base di tutto?

MW: Ho sempre amato la natura e l’emozione dell’avventura. Quando non sono impegnato con la Formula 1 è ciò che amo di più fare. Ho dato il via alla Challenge come piattaforma per sviluppare gli sport all’aria aperta, ma è anche principalmente un evento per raccogliere fondi per diverse organizzazioni australiane di beneficenza, attraverso la Mark Webber Foundation. Come professionista dello sport mi sento privilegiato e la Challenge mi dà la possibilità di supportare progetti per l’ambiente ed il lavoro delle organizzazioni di beneficenza.

Q: Quando e dove si svolgerà?

MW: Quest’anno si svolgerà dal 7 all’11 dicembre. Il percorso si articolerà lungo alcuni tra i più bei luoghi della Tasmania, che ha tante location selvagge e ben merita la sua reputazione come “terra dell’avventura”! Il percorso esatto non sarà rivelato nei dettagli fino a 24 ore prima dell’avvio delle gare, quindi non posso rivelare troppo, ma posso promettere che lo scenario sarà fantastico ed includerà posti meravigliosi come Wineglass Bay e la storica ed affascinante Port Arthur.

Q: Come è stata finanziata la Challenge?

MW: Abbiamo alcuni fantastici supporter che l’hanno resa possibile. Un grande marchio australiano, Swiss, è il nostro Title Sponsor, ed abbiamo una partnership chiave con l’Ente  del Turismo della Tasmania e con Pure Tasmania, che riconoscono nella manifestazione un’occasione importante per promuovere la Tasmania, come luogo principe per il turismo d’avventura.  Siamo grati anche agli nostri sponsor come LG, Rexona, Pirelli, RedBull. Altre aziende che desiderano accompagnarci in questo esaltante viaggio sono le benvenute.

Q: Quali novità ci sono quest’anno?

MW: Beh, tutto sarà fatto in grande! Per adesso abbiamo tre categorie: la principale, con protagonisti team formati da 2 persone e che durerà cinque giorni. Ma avremo anche la Ambassadors Cup ad inviti, in cui celebrità del mondo dello sport si contenderanno per tre giorni il titolo. Infine avremo un evento di un giorno, aperto a tutti. In questo modo speriamo di rendere possibile per tutti partecipare e mettersi alla prova, coinvolgendo sia atleti professionisti che semplici appassionati.

Q: Come fai a trovare il tempo per organizzare tutto ciò? Non è una distrazione dalla F1?

MW: Ha! Di sicuro c’è molto da fare! No, non mi distoglie dalla Formula Uno! Anche se mi piace essere costantemente aggiornato, ho un team di persone che hanno la mia completa fiducia e che si stanno occupando dell’organizzazione e della promozione dell’evento,  per fare in modo che tutto si svolga nel migliore dei modi.

Q: Quali organizzazioni di beneficenza riceveranno aiuti quest’anno?

MW: Attraverso la Mark Webber Foundation supporteremo alcune organizzazioni, ma non possiamo ancora confermare la lista completa. In passato abbiamo sponsorizzato la ricerca contro il cancro infantile, la Leukaemia Foundation e la Save the Tassie Devil, ma per il 2011 i destinatari saranno resi noti più avanti.

Q: Parteciperanno alcuni dei tuoi amici del mondo dello sport?

MW: Ho alcune idee, ma non posso ancora rivelarle! In passato hanno partecipato alcune importanti stelle australiane dello sport, come il campione di tennis Pat Rafter; il giocatore di cricket Steve Waugh; gli olimpionici Cathy Freeman, James Tomkins, Michael Klim, David Crawshay.
Quest’anno saranno nuovamente invitate, ma spero anche di poter portare alcune celebrità di altri paesi, per far assaporare loro un po’ della splendida Tasmania. In passato nessuno dei miei colleghi della F1 ha preso parte alle gare, quindi quest’anno di certo cercherò di portare qualcuno dai paddock!

Q: Prenderai anche tu parte alle gare quest’anno?

MW: Ottima domanda, ma temo che dovrai attendere per una risposta! Per il momento la mia attenzione è tutta rivolta all’inizio di stagione della Formula 1 e devo concentrarmi sulle corse per cercare di vincere e conquistare il titolo. Quando la stagione sarà finita, potrò decidere se partecipare alla Challenge. Come ho detto, adoro l’avventura, è la mia passione, quindi per essere onesto non posso non essere tentato dal partecipare!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!