Alonso: “Nessun salto di prestazione a Sepang”

6 aprile 2011 20:46 Scritto da: Davide Reinato

Poche ore ancora e scopriremo qual è la situazione in casa Ferrari per la Malesia. La situazione sembra chiara: recuperare il terreno perduto, in un modo o nell’altro. Forse anche costretti a reinterpretare soluzioni tecniche altrui, ma non si può rimanere certo con le mani in mano. Si rischia, altrimenti, di far invecchiare Alonso e non dargli neppure la possibilità di esprimersi al meglio.

L’uomo di punta del Cavallino è pragmatico e, dal sito ufficiale Ferrari, dice di non voler fare previsioni inutili sulla corsa in Malesia.

Lo spagnolo si è concesso un breve soggiorno all’isola di Hamilton, nella costa orientale del Queensland, un posto da sogno, che non ha nulla a che vedere con il suo avversario di sempre. Semplice vacanza? Non solo. Fernando resta un professionista e non lascia nulla al caso: “Era importante – dice Alonso – abituarsi a temperature di almeno trenta gradi e con tanta umidità. Mi sono allenato, perché a Sepang bisogna essere al massimo della forma fisica per affrontare il weekend”.

Nonostante la lontananza dagli uomini in Rosso, il pilota è rimasto in contatto tramite mail e telefono con i tecnici. Esaminato l’andamento della prima corsa del mondiale, il team si è già proiettato verso Sepang: Avremo qualcosina di nuovo sulla macchina, ma nulla di particolarmente significativo che ci possa far pensare ad un salto di prestazione. Sono convinto che dobbiamo rimanere concentrati e cercare di capire come tirare fuori il potenza della vettura che, sono sicuro, è tanto. Prima di riuscirci, è inutile fare previsioni sul weekend. Lo affronteremo giorno dopo giorno”.

Dalle parole di Fernando, sembra ci si debba aspettare un altro weekend di passione per la Rossa. A meno che lo spagnolo non abbia voluto mettere le mani avanti e non creare grandi aspettative nei tifosi. Alla pista, l’ardua sentenza.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!