Mercato: Alguersuari-Red Bull. E McLaren e Ferrari…

14 aprile 2011 21:37 Scritto da: Antonino Rendina

Dopo un anno abbastanza “piatto” il mercato piloti è pronto ad esplodere per la stagione 2012. Quest’anno le  tre “grandi” Red Bull, Ferrari e McLaren non si sono mosse e ciò ha provocato una certa stasi nei trasferimenti tra le scuderie, eccetto qualche ingaggio da centrogruppo in giù.

La girandola dei sogni, che tanto piace agli appassionati, sta però per ripartire. Voci, rumors, indiscrezioni più o meno fondate. Più di un pilota importante l’anno prossimo potrebbe cambiare colore della tuta ignifuga. Mark Webber ha il contratto in scadenza e difficilmente la Red Bull glielo rinnoverà. La partenza dell’australiano, dopo ben cinque stagioni coi bibitari, potrebbe provocare un effetto domino di una certà entità.

Un sedile libero sulla vettura migliore del circus fa gola a molti. Tanti sono i pretendenti che sognano di scalare la vetta e dare una svolta alla propria carriera. Passando dalla metà classifica alle prime file dello schieramento. Su tutti il terribile duo della Toro Rosso, Jaime Alguersuari e Sebastien Buemi. Considerando la politica Red Bull di far crescere i piloti in casa, i giovani driver del team di Faenza sono due seri candidati ad affiancare Sebastian Vettel l’anno prossimo.

Non fa pretattica Alguersuari che, anzi, va giù di sciabola: “Ho sempre pensato che la Red Bull ingaggi piloti di “casa”. Non ho parlato con nessuno ma non è un mistero che punto a guidare per loro. Per ora so soltanto che questa stagione è importantissima e che devo concluderla davanti al mio compagno di squadra”.

Tra Buemi e Alguersuari è in atto una vera e propria battaglia fratricida per accaparrarsi il posto sulla giostra. Ecco spiegato le recenti ruggini tra i due, che non si parlano più dopo il contatto alla partenza del Gp d’Australia. Entrami si giocano molto, entrambi devono convincere Horner e Marko a ingaggiarli o rischiano di finire nel dimenticatoio. Perchè una delle Toro Rosso nel 2012 è destinata a Daniel Ricciardo.

Ma siamo sicuri che la Red Bull si “accontenterà” di un giovane per affiancare Vettel? Non è un mistero che il team austriaco punti forte su Lewis Hamilton, sperando di convincerlo facendo leva sulla prospettiva di guidare la vettura più forte del lotto. Dalla McLaren però arriva il più classico dei “due di picche“. Hamilton e Button non si muovono da Woking. I due dioscuri inglesi correranno insieme ancora per molto tempo.          

Questo è quanto ha dichiarato il team principal Martin Whitmarsh: “Siamo abituati a lavorare con coppie di piloti per molto tempo. Jenson e Lewis rimarranno qui ancora tanto. Almeno cinque anni, non c’è nessun motivo   per  cambiare.”

Se la McLaren confermerà quasi certamente i suoi piloti, mentre la Red bull con la stessa probabilità ne cambierà uno, la vera incognita rimane la Ferrari. Che potrebbe decidere di interrompere anticipatamente il rapporto con Felipe Massa se il brasiliano dovessere deludere ancora. E qui torna in gioco la “mina vagante” Webber.

Mark, a trentacinque anni e con una discreta carriera alle spalle, potrebbe ricoprire perfettamente il ruolo di seconda guida a Maranello, dando più certezze rispetto a giovani come Perez e Bianchi, forse considerati ancora un po’ troppo “acerbi”.

Vorrei continuare con la Red Bull ma se mi penso alla guida di quelle rosse provo un’attrazione romantica”. Firmato Webber

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!