Bagarre terzo posto, Heidfeld: “Superiamo la Ferrari”

25 aprile 2011 21:45 Scritto da: Antonino Rendina

Otto secondi posti in carriera senza mai togliersi lo sfizio di salire sul gradino più alto del podio. Eppure l’ambizione non gli manca. Nick Heidfeld, ripescato in extremis da Enstone e già salito una volta sul podio in stagione, è convinto che il team Black and Gold si manterrà sul livello di inizio stagione “Se gli sviluppi continueranno nella direzione intrapresa possiamo rimanere altamente competitivi per tutto l’anno”.

In Cina la Lotus Renault Gp è stata fondamentalmente sfortunata. La prestazione sul giro lanciato era ottima  e senza l’inconveniente capitato a Petrov entrambe le monoposto avrebbero potuto occupare la terza fila, davanti alla Ferrari.

Proprio la Rossa, a quanto pare, è l’obiettivo nel mirino di Heidfeld e della squadra. Per la Renault,  team che si sta letteralmente riconsolidando in questo biennio, arrivare davanti alla casa di Maranello sarebbe un risultato eccezionale.

Possiamo ottenere il terzo posto in classifica, ma non sarà facile. La Mercedes è migliorata mentre McLaren e Red Bull sono ancora davanti.  Siamo a livello della Ferrari ma  stiamo crescendo rapidamente e puntiamo decisamente verso l’alto…” ha affermato “Nick the Quick”.

La Ferrari ovviamente, dal canto suo, vorrebbe guardare soltanto avanti e spera di rimontare almeno sulla McLaren. Ad oggi  però la Rossa è lettaralmente invischiata nella lotta per il terzo posto. A Maranello devono per forza di cose fare i conti con le inseguitrici; con la Mercedes, incredibilmente in forma in Cina e soprattutto con la Renault, che ha già conquistato due podi quest’anno.

La classifica dopo tre prove recita: terza Ferrari con cinquanta punti, quarta Renault con trentadue e quinta la Mercedes con sedici. Delle tre, nonostante la delusione in ottica mondiale, la Scuderia del Cavallino si è dimostrata quella più costante. Il passo gara della 150° è più vicino alle migliori della classe di quanto non lo sia quello di Renault e Mercedes. Alonso e Massa, tra l’altro, hanno chiuso entrambi sempre in zona punti a differenza dei piloti delle altre due.

La Ferrari vuole scrollarsi di dosso team considerati “minori”. La Mercedes di Ross Brawn ha ambizioni simili e crede di aver definitivamente cambiato marcia dalla Cina. Proprio il team tedesco è una vera e propria incognita attualmente. La Renault, delle tre, è la squadra che ha osato di più, portando in pista una vettura con soluzioni davvero innovative.

L’entusiasmo della Renault, l’imprevedibilità della Mercedes e la paura di fallire della Ferrari. Gli ingredienti per una lotta serrata nelle posizioni di rincalzo ci sono tutti. E di solito le squadre abituate a lottare per  obiettivi più prestigiosi rischiano di soffrire oltremodo.

Il Cavallino, quindi, è avvisato: la Scuderia sta lavorando duramente per recupare sui primi. Bene, perchè bisogna puntare più in alto possibile, altrimenti c’è il rischio di venire risucchiati ancora più giù. E per Maranello arrivare quarti o quinti sarebbe davvero  un tonfo clamoroso, da esorcizzare al più presto.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!