GP Turchia 2011, Qualifiche: E’ strapotere Red Bull

7 maggio 2011 14:20 Scritto da: Davide Reinato

La Red Bull domina le qualifiche del Gran Premio di Turchia. Sebastian Vettel ha abbassato di ben otto decimi il record della pista, che resisteva dai tempi di Schumacher (2005): una pole position conquistata a mani basse dal tedesco, con Mark Webber in seconda posizione, a quattro decimi dal team mate.

Ottima terza posizione per Nico Rosberg che, nonostante il mezzo secondo di gap, è stato il migliore degli “altri”. Il tedesco della Mercedes partirà domani in seconda fila, affiancato da Hamilton. L’anglocaraibico della McLaren non ha potuto fare molto più del quarto posto.

Piccolo miracolo personale di Fernando Alonso, quinto al termine delle qualifiche con una Ferrari ancora in netta difficoltà. Dopo i problemi accusati nelle prove libere, lo spagnolo ci ha messo molto del suo, dato che il compagno di squadra ha deluso un po’ le aspettative. Sesta posizione per l’altra McLaren di Button, mentre in settima posizione troviamo Petrov.

Piccola delusione per Michael Schumacher. Nonostante sia riuscito ad entrare per la prima volta in Q3 quest’anno, il sette volte iridato non è riuscito a fare meglio dell’ottava posizione, mettendosi dietro solamente la Lotus Renault GP di Heidfeld e la Ferrari di Massa che, come dicevamo, chiude la top ten, confermando il momento negativo della Ferrari. Il brasiliano della Rossa non ha ottenuto nessun tempo nella Q3, una scelta strategia della Ferrari per risparmiare le gomme, dato che il tempo di Felipe in Q3 non era competitivo.

Nella parte centrale della griglia, troviamo Rubens Barrichello undicesimo e Maldonado quattordicesimo. Una qualifica decente per la Williams, viste le prestazioni deludenti di questo inizio campionato. La FW33 non è il missile che in molti si aspettavano e da quelle posizioni, si può comunque sperare di lottare per qualche punto iridato.

In Force India, Sutil batte finalmente il compagno di squadra Di Resta, rispettivamente in dodicesima e tredicesima posizione. Qualifica un po’ sottotono per la Sauber: Perez è quindicesimo, mentre Kobayashi ha avuto un problema alla pompa della benzina nel primo giro in Q1 e non ha fatto neppure un giro veloce. Nonostante questo, il giapponese prenderà parte alla corsa, dato che la regola del 107% non viene applicata, perché il pilota è stato fermato da un problema tecnico.

Il Team Lotus si è avvicinato molto alla Q2 con Kovalainen e Trulli, diciottesimo e diciannovesimo, mentre dietro troviamo D’Ambrosio (penalizzato di cinque posizioni domani) e poi la HRT. Vitantonio Liuzzi ha battuto la Virgin di Glock e domani, sfruttando la penalità di D’Ambrosio, partirà davanti ad entrambe le Virgin Racing. Una magra soddisfazione, ma la reazione del team di Carabante è finalmente arrivata.

Pos  Pilota                Team                 Tempo         Gap   
 1.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m25.049s
 2.  Mark Webber           Red Bull-Renault     1m25.454s  + 0.405
 3.  Nico Rosberg          Mercedes             1m25.574s  + 0.525
 4.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes     1m25.595s  + 0.546
 5.  Fernando Alonso       Ferrari              1m25.851s  + 0.802
 6.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m25.982s  + 0.933
 7.  Vitaly Petrov         Renault              1m26.296s  + 1.247
 8.  Michael Schumacher    Mercedes             1m26.646s  + 1.597
 9.  Nick Heidfeld         Renault              1m26.659s  + 1.610
10.  Felipe Massa          Ferrari              Nessun tempo

Q3 cut-off time: 1m26.740s                                   Gap **
11.  Rubens Barrichello    Williams-Cosworth    1m26.764s  + 1.154
12.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes 1m27.027s  + 1.417
13.  Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m27.145s  + 1.535
14.  Pastor Maldonado      Williams-Cosworth    1m27.236s  + 1.626
15.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari       1m27.244s  + 1.634
16.  Sebastien Buemi       Toro Rosso-Ferrari   1m27.255s  + 1.645
17.  Jaime Alguersuari     Toro Rosso-Ferrari   1m27.572s  + 1.962

Q3 cut-off time: 1m28.321s                                    Gap *
18.  Heikki Kovalainen     Lotus-Renault        1m28.780s  + 1.767
19.  Jarno Trulli          Lotus-Renault        1m31.119s  + 4.106
20.  Jerome D'Ambrosio     Virgin-Cosworth      1m30.445s  + 3.432
21.  Tonio Liuzzi          HRT-Cosworth         1m30.692s  + 3.679
22.  Timo Glock            Virgin-Cosworth      1m30.813s  + 3.800
23.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth         1m31.564s  + 4.551
24.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari       No time

107%: 1m33.103s

* Gap rispetto al più veloce in Q1
** Gap rispetto al più veloce in Q2

143 Commenti

  • Caribbean Black

    sammy
    Ciao a tutti,io sono molto fiduciosa e speranzosa per questa gara:-)
    mi sento che sarà proprio una bella gara:-)

    beata te sammyna :( io sono estremamente preoccupato :( …..cmq io mi defilo e mi metto in assetto da gara nella mia postazione con unicorno stretto tra le mani :) BUON GRAN PREMIO A TUTTI 😀 ….

  • hembery dice che la strategia più quotata sarà quelle delle 3 soste,con possibili sorprese,staremo a vedere!

  • Caribbean Black

    golewis
    speriamo solo di non rimanere bloccati dietro rosberg…

    infatti, quello è il mio timore piu grande. Rosberg di solito parte bene. Lewis è altalenante, a volte parte a razzo, altre non ha quello spunto eccezionale. Inoltre, altro appunto sulla possibilità delle 4 soste, che sinceramente comincio a riescludere…..sai perchè? Perchè credo sia un azzardo non fare 20 giri con le dure dimezzando la percorrenza finale in altri 2 stint da 10 giri l’uno sempre su dure ovviamente (sempre nell’ipotesi che io ci abbia visto bene con la percorrenza massima delle morbide) penso che con le dure non si potrebbe sopperire al tempo di percorrenza della pit lane che dovrebbe essere sui 18-20 secondi pit stop compreso. Considera che ogni pilota per qualifiche e gara dispone di 3 set di morbide e 3 set di dure. Partendo con le morbide con le quali ci si è qualificati, (sempre tornando al discorso che non credo qualcuno si azzardi a montare al primo ed al secondo pit stop gomme dure) e montando morbide al primo stop e di nuovo morbide al secondo stop, poi rimarrebbero solo 3 set di dure, di cui uno utilizzato gia e con 3 giri di usura, piu 2 totalmente nuovi.

  • Ciao a tutti,io sono molto fiduciosa e speranzosa per questa gara:-)
    mi sento che sarà proprio una bella gara:-)

  • speriamo solo di non rimanere bloccati dietro rosberg…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!