GP Turchia 2011: Doppietta Red Bull, Alonso terzo

8 maggio 2011 15:54 Scritto da: Davide Reinato

Sebastian Vettel vince a mani basse il Gran Premio della Turchia 2011. Dopo aver dominato le qualifiche di ieri, il pilota tedesco della Red Bull porta avanti una gara perfetta, esente da errori, andando ad ottenere il terzo successo su quattro gare effettuate fino ad ora. A completare la festa della Red Bull ci pensa Mark Webber che ha dovuto forzare per superare Fernando Alonso, a podio dopo tre gare calvario.

Se la Ferrarin in qualifica non và, in gara si trasforma. Oggi Fernando Alonso ha avuto modo di mostrare che il ritmo, durante la corsa, è molto simile a quello dei campioni in carica. Lo spagnolo ha fatto una gara magistrale, andando a cedere solo negli ultimi giri ad un più veloce Webber. Oggi la strategia della Rossa ha pagato, permettendo ad Alonso di raggiungere un podio che solleva un po’ il morale della squadra.

Quarta posizione per Lewis Hamilton. L’anglocaraibico ha dato spettacolo nella prima parte della corsa, quando ha lottato ruota a ruota con il compagno di squadra. La sfortuna si è un po’ accanita su di lui, in un pitstop ha avuto problemi con l’avvitamento dell’anteriore destra e ha perso almeno una decina di secondi che, comunque, non avrebbero cambiato molto il risultato finale.

Quinta posizione per Nico Rosberg che ha sofferto la strategia con le gomme, andando però a conquistare la sua posizione finale ai danni di Button, solamente sesto. McLaren un po’ sottotono oggi, considerando che tre settimane fa l’avevamo lasciata come l’anti-Red Bull. Settima e ottava posizione per Nick Heidfeld e Vitaly Petrov, entrambi a punti nonostante un duello con lieve contatto tra i due, dove non sono mancati i gesti di disappunto.

A chiudere la top ten ci pensano Sebastian Buemi, con la Toro Rosso e Kamui Kobayashi, con la Sauber. Solamente undicesimo Massa che, nonostante tutto, ha fatto una bella gara. Solo un problema al pitstop gli ha negato un piazzamento a punti, la sfortuna non manca mai al pilota brasiliano. Dodicesimo Schumacher che, purtroppo, continua ad essere l’ombra di se stesso.

Pos  Pilota        Team                       Tempo
 1.  Vettel        Red Bull-Renault           1h30:17.558
 2.  Webber        Red Bull-Renault           +     8.807
 3.  Alonso        Ferrari                    +    10.075
 4.  Hamilton      McLaren-Mercedes           +    40.232
 5.  Rosberg       Mercedes                   +    47.539
 6.  Button        McLaren-Mercedes           +    59.431
 7.  Heidfeld      Renault                    +  1:00.857
 8.  Petrov        Renault                    +  1:08.168
 9.  Buemi         Toro Rosso-Ferrari         +  1:09.300
10.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +  1:18.000
11.  Massa         Ferrari                    +  1:19.800
12.  Schumacher    Mercedes                   +  1:25.400
13.  Sutil         Force India-Mercedes       +     1 lap
14.  Perez         Sauber-Ferrari             +     1 lap
15.  Barrichello   Williams-Cosworth          +     1 lap
16.  Alguersuari   Toro Rosso-Ferrari         +     1 lap
17.  Maldonado     Williams-Cosworth          +     1 lap
18.  Trulli        Lotus-Renault              +     1 lap
19.  Kovalainen    Lotus-Renault              +    2 laps
20.  D'Ambrosio    Virgin-Cosworth            +    2 laps
21.  Karthikeyan   HRT-Cosworth               +    3 laps
22.  Liuzzi        HRT-Cosworth               +    5 laps

Giro più veloce: Webber, 1:29.703

Non classificati:

Pilota        Team                        Al giro
Di Resta      Force India-Mercedes         45
Glock         Virgin-Cosworth              1

Classifiche mondiali dopo la quarta gara:                

Piloti:                      Costruttori:             
 1.  Vettel        93        1.  Red Bull-Renault          148
 2.  Hamilton      59        2.  McLaren-Mercedes          105
 3.  Webber        55        3.  Ferrari                    65
 4.  Button        46        4.  Renault                    42
 5.  Alonso        41        5.  Mercedes                   26
 6.  Massa         24        6.  Sauber-Ferrari              8
 7.  Petrov        21        7.  Toro Rosso-Ferrari          6
 8.  Heidfeld      21        8.  Force India-Mercedes        4
 9.  Rosberg       20
10.  Kobayashi      8
11.  Buemi          6
12.  Schumacher     6
13.  Sutil          2
14.  Di Resta       2

228 Commenti

  • Shumacher è sempre stato un computer, preciso nelle richieste e nei feedback come un laser. Nessuno più di lui sapeva capire a cosa era dovuto quel rumore o quella vibrazione. E’ successo più di qualche volta che nei test (oggi vietati) sentendo un rumore o una vibrazione strana spegneva tutto mentre era in pista, i meccanici a quel punto riuscivano a capire cosa si stava rompendo, una sensibilità unica. Il tutto ovviamente era coadiuvato dalla miglior squadra di allora. Bene queste sue caratteristiche sicuramente non le ha perse, e della sua ex squadra è rimasto comunque uno dei punti chiave (R. Brawn). Se la mercedes ha deciso di prendere shumi pagando ciò che paga e poi non plasmano la vettura secondo le rischieste di Shumi allora che lo hanno preso a fare visto che tutti dicono che se la vettura non va come dice lui lui non sa andare forte? Sec me Shumi è un mito del passato, recente ma pur sempre passato. Nessuno può cancellare ciò che ha fatto ma sicuramente lui sta facendo una brutta figura ora.

  • Frank Pitonetti

    roland81
    red bull a parte,alonso è stato di una potenza immane ieri…basti vedere cosa ha fatto messa con la stessa ferrari….detto questo,mi è piaciuta un sacco la lotta mclaren….. il resto è noia,con il solito schumacher che a furia di chiudere porte in faccia agli avversari si ritrova sempre con un ala in meno a fine gp…schumy,torna a fare lo scaldasonno a corinna…

    Alonso a differenza di molti piloti, riesce a correre sopra i problemi della vettura.
    E’ e rimane a mio modo di vedere le cose il miglior pilota in F1 e soprattutto capace di sviluppare la vettura riportando dei feedback estremamente precisi, non a livello di Schumacher ma quasi.
    Per me è un fenomeno, mi ricordo questo particolare:
    Quando correva per la Minardi, mi piacque la sua frase “davanti a me ci sono le vetture e non i piloti” quella determinazione mi fece pensare molto.
    ma il mio pilota preferito di sempre è e rimarrà Micheal Schumacher(leggenda vivente).

  • Frank Pitonetti

    Stevebj
    Piano piano piano Frank. Lo scorso anno si disse che il 2010 era un anno di transizione, una monoposto non nata con le indicazioni di Shumi, si disse tutti che nel 2011 le cose sarebbero cambiate a favore di Shumi, e per le gomme e per la monoposto sviluppata con le sue esigenze. Il risultato è (dopo 4 gare) che è stato sempre palesemente umiliato dal compagno di squadra. Se si ammette come dici te che i due abbisognano di due monoposto diverse significa che le indicazioni di Shumi non sono quelle che a priori servono considerando che devono necessariamente puntare su Rosberg. Se poi aggiungiamo i soldi che devono sputare per tenersi un mito di dieci anni prima beh va da se che è meglio se quei soldi li tengono per lo sviluppo a favore di Rosberg.

    La tua analisi è corretta, ma personalmente non riesco a vedere Schumacher come pilota finito, aspetterei ancora.
    Che la vettura sia stata sviluppata sotto suggerimento esclusivo di Schumacher questo non è corretto, nessuno sa in che direzione siano andati, da quello che si intuisce è che abbiano cercato di accontentare entrambi con il risultato di progettare una vettura molto poco equilibrata.
    Schumacher non digerisce bene queste vetture tendenzialmente sottosterzanti, non riesce ancora ad adattarsi al meglio, se notate bene la sua guida, in fase di impostazione curva non chiude la corda con determinazione come faceva un tempo, ma tende ad assecondarla con molta più dolcezza, mentre prima cercava di sparare l’anteriore dentro con determinazione, si vede che ha cambiato stile.
    Io dico che se Brawn riuscirà a sistemare l’equilibrio della monoposto e a dare a MIcheal una vettura più sovrasterzante, penso che potrà tornare a lottare con i migliori, non necessariamente vincendo.

  • Frank Pitonetti

    sammy
    mi associo a tutti voi,fa tristezza e amarezza vedere un gran campione come schumy così;lo avevo ammirato quando aveva deciso di ritirarsi quando ancora era in piena forma e nel clou della sua carriera,non sono stata molto d’accordo quando ha deciso di tornare dopo tre anni di inattività,ma lo posso capire,la sua passione per le corse non si era ancora spenta.

    Schumacher rimarrà a mio avviso irraggiungibile per chiunque pilota, per cui è l’unico che si può permettere di correre divertendosi, senza dover dimostrare nulla a nessuno. Considerando anche l’età non più tenera e gli sforzi fisici che un pilota è costretto a fare, dico che solo la Mercedes potrà valutare con cura la velocità e l’utilità di Schumacher, il quale ha contribuito a far crescere la casa tedesca nello sviluppo della vettura.
    I giudizi finali li trarrei a fine anno, i due piloti hanno uno stile di guida diverso, e la mercedes accontentando entrambi i piloti nelle scelte progettuali fa un danno a se stessa.
    Fossi in Brawn, modificherei la vettura tenendo in considerazione prevalentemente i suggerimenti di Micheal.

    • Piano piano piano Frank. Lo scorso anno si disse che il 2010 era un anno di transizione, una monoposto non nata con le indicazioni di Shumi, si disse tutti che nel 2011 le cose sarebbero cambiate a favore di Shumi, e per le gomme e per la monoposto sviluppata con le sue esigenze. Il risultato è (dopo 4 gare) che è stato sempre palesemente umiliato dal compagno di squadra. Se si ammette come dici te che i due abbisognano di due monoposto diverse significa che le indicazioni di Shumi non sono quelle che a priori servono considerando che devono necessariamente puntare su Rosberg. Se poi aggiungiamo i soldi che devono sputare per tenersi un mito di dieci anni prima beh va da se che è meglio se quei soldi li tengono per lo sviluppo a favore di Rosberg.

      • Concordo con Steve pur essendo stato un grande tifoso del kaiser. Questo di ora ne è soltanto l’ombra sbiadita.

  • mi associo a tutti voi,fa tristezza e amarezza vedere un gran campione come schumy così;lo avevo ammirato quando aveva deciso di ritirarsi quando ancora era in piena forma e nel clou della sua carriera,non sono stata molto d’accordo quando ha deciso di tornare dopo tre anni di inattività,ma lo posso capire,la sua passione per le corse non si era ancora spenta.

  • Stevebj
    ti quoto, purtroppo per lui (e marinashumi che però sul blog non si fa più vedere) le nostre opinioni su shumi, già espresse l’anno scorso, non cambiano e anzi vengono rafforzate: Shumi ha sbagliato a tornare perché si sta coprendo di ridicolo. Le sue parole sono che non è tornato per correre divertendosi ma per correre e vincere un nuovo mondiale, l’ha ricordato anche un paio di settimane fa. Il suo è un fallimento totale e mi dispiace perché io sono un grandissimo fan di Shumi, ma dello Shumi in rosso, questo è un altro uomo e soprattutto pilota.

    Stiamo assistendo al triste tramonto di un mito…

  • anchio pesavo che schumi pagasse nel 2010 i 3 anni di inattività e sarebbe almeno davanti a rosberg invece non è cambiato nulla peccato

  • Stevebj
    ti quoto, purtroppo per lui (e marinashumi che però sul blog non si fa più vedere) le nostre opinioni su shumi, già espresse l’anno scorso, non cambiano e anzi vengono rafforzate: Shumi ha sbagliato a tornare perché si sta coprendo di ridicolo. Le sue parole sono che non è tornato per correre divertendosi ma per correre e vincere un nuovo mondiale, l’ha ricordato anche un paio di settimane fa. Il suo è un fallimento totale e mi dispiace perché io sono un grandissimo fan di Shumi, ma dello Shumi in rosso, questo è un altro uomo e soprattutto pilota.

    Cavolo e come darti torto, io da tifoso ferrari dico che lui mi ha avvicinato a quasto sport, per me è un grande, uno dei migliori, e mi addolora vederlo guidare così, sapevo che questo ritorno per lui non sarebbe stato tanto roseo, ma non mi aspettavo di vederlo così in difficoltà, mi diaspiace, perchè uno che ha vinto tanto come lui, che è uscito di scena come il migliore, non doveva tornare per una barbara figura del genere!!! mi diaspiace, ma il suo tempo è passasto…
    Ora forza Fernando

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!