Quei cavi sospetti sulla Red Bull RB7

L’incidente di Vettel nelle libere del GP di Turchia ha messo in risalto un particolare che a molti di noi è sfuggito ma che, secondo alcuni “ben informati”, potrebbe essere determinante nella ricerca e lo sviluppo dell’ala flessibile da parte degli avversari dei bibitari.

Sia Ferrari che Mercedes stanno lavorando ad una soluzione del genere, andando a risolvere un enigma che tiene banco da ormai diverso tempo. Come farebbe a flettere il muso della Red Bull? Cavi, come sugli aerei. Stando alle dichiarazioni del corrispondende del quotidiano “El Pais”, i fili che si vedono uscire dal musetto sarebbero veri e propri cavi di guida, dello stesso tipo di quelli presenti sui moderni aerei. Secondo il giornalista Oriol Puigdemont “Quei cavi sono stati oggetto di molte speculazioni”.

L’ipotesi, se fosse vera, non sarebbe comunque una novità. Già nel 1996 Newey si ispirò ad un aereo di linea per migliorare l’airscope sulla Williams di Villeneuve, che il team utilizzò nel 1997, nonostante il geniale progettista fosse già passato alla McLaren.

Al momento, la Red Bull ha smentito in via ufficiosa la notizia, dicendo che qui cavi sono solamente quelli delle telecamere. Ma ci sarà da crederci?

18 Commenti

  1. Sulla foto pubblicata da AS si vedono bene, spuntano nella parte inferiore dei puntoni.
    Si, il cilindretto sui tiranti posteriori permette di trovare l’assetto ottimale, poi in gara viene sostituito con pezzo unico.

  2. Ma secondo me questi cavi servono per tarare la flessibilità delle ali,cioè danno il fine corsa della flessione dell’ala cosi non sriscia mai per terra!!!tanto anche nelle prove libere,nelle sospensioni posteriori provono un cogegno che gli permette di fare subito delle ottimali regolazioni ,poi sabato passano al pezzo ufficiale gia regolato con le informazzioni del precedente!!!

  3. In questa foto non si vedono più ma in altre scattate subito dopo l’incidente si, fuoriescono dal basso dei piloni verticali. A cosa servono??? Bho… ma sembrano troppo sottili per essere dei cavi elettrici, sembrano più dei cavi metallici…

    1. Ma saranno cavi annegati assieme alle pelli di carbonio nella resina. Considerando che non possono essere solidali con il resto della vettura (cambio musetto sarebbe impossibile) occorre capire se sono propedeutici alla flessione o sono dei semplici componenti.

  4. Ma quanto ho scritto io è una caxxata, i musetti si rompono e per poterli cambiare in gara velocemente non possono cavi direttamente collegati con la vettura, se qualcosa ci può essere deve essere elettronico o al massimo idraulico.

  5. beh se la cosa fosse confermata nn dovrebbe essere cosi difficile replicare la soluzione pero’ visto che nn è nulla di ricoluzionario possibile che nessuono in tutti gli altri team c abbia pensato????!!!!cmq a newy gliele fanno passare tutte….

Lascia un commento