Scarichi roventi: la FIA torna sui propri passi

18 maggio 2011 00:26 Scritto da: Davide Reinato

La notizia del giorno, fino ad ieri, è che dal prossimo Gran Premio di Spagna il regolamento tecnico sarebbe cambiato. In particolare, la delegazione tecnica della Federazione ha vietato ai team l’utilizzo dei gas di scarico come escamotage per creare più carico aerodinamico, “sparando” tali flussi direttamente al diffusore, anche quando la vettura è in fase di rilascio. [Leggi l’articolo]

Più l’aria è calda, più passa velocemente sotto la vettura, andando a sigillare la vettura verso terra. La soluzione è stata sperimentata con successo dalla Red Bull e gli altri top team si erano adoperati per copiarla. Molti erano riusciti a mettere a punto una soluzione simile, mentre altri non riuscivano a sfruttare pienamente tale soluzione, tanto che qualcuno è arrivato a fare reclamo alla FIA..

Sono passate poche ore dal momento in cui abbiamo dato la notizia e già molto è cambiato. In particolare, la FIA ha fatto un passo indietro dopo aver parlato con le squadre. I team si sono lamentati, perché modificare le vetture in poco tempo avrebbe potuto creare parecchi problemi per il weekend di gara spagnolo.  La Federazione è stata quasi costretta, dunque, a tornare sui propri passi e permettere ancora l’utilizzo di tale soluzione ancora per un bel po’, alimentando di fatto una situazione confusa. Le prime indiscrezioni, infatti, parlano di un divieto che entrerà solamente dalla prossima stagione, mentre altri danno l’introduzione della norma già dopo il GP di Monaco.

L’unica cosa certa è che alla FIA non  se ne azzecca una. Ci chiedevamo il perché di un repentino cambiamento a campionato in corso e la risposta è stata il ritiro di una regola appena annunciata. Sembra quasi che non sappiano neanche loro che pesci pigliare.

77 Commenti

  • Parrebbe che la decisione finale venga presa dalla FIA dopo una riunione con la Fota dopo il Canada !!!

    Evviva la chiarezza !!! ???

    Vorrà dire che se i vari teams riescono a sfruttare alla meglio queta furbata apparentemente illegale….si andrà avanti e magari si inserisce un divieto per il 2012

    Evviva……viva la coerenza, viva la serietà, viva l’efficenza……Vita eterna alla FIA ed alla FOTA………….ma sapete che vi dico : “andate tutti alla Fota…” :):):):)

  • Buongiorno!!! Io speravo a Monaco, ma sembra che la cosa andrà ancora avanti…

  • senza diffusori soffiati il carico aerodinamico dovrebbe subire una drastica riduzione, lo ha confermato il capo progettista della mclaren timo goss e a suo avviso coinvolgera’ tutte le squadre, una bella rivoluzione per la f1

  • Basta basta basta questa fia sta rovinando un sport bellissimo……la f1 ha bisogno di gente che capisce sia di sport e sia di tecnica,no dei raccomandati che giudicano senza conoscere bene come funzionano le cose!!!spero che questa sia la decisione definitiva!!!

  • Stevebj
    Mah io andrei molto cauto nell’affermare che non ha senso la presenza di Rd Bull nella formula 1 soltanto perché non hanno interessi diretti nei motori. Ricordiamoci innanzitutto che la formula 1 esiste soprattutto per i soldi che cacciano gli sponsor. Se poi uno sponsor decide di investire così tanto da essere direttamente proprietario di una scuderia e sponsor in un altra scuderia non cambia, senza gli sponsor tabaccai nessuna scuderia (penso neanche la ferrari) avrebbe mai potuto investire tutti quei soldi in ricerva, sviluppo, impianti e risorse umane.

    devo quotare Stevebj anche se,lo sapete tutti,nn ho molta simpatia per la rbr;ma appunto ke c’entrano sigarette,banche, telefoni,etc coi motori?niente!sono solo sponsor!

    inoltre mi dispiace ke la fia sia tornata sui suoi passi;sarebbe stato interessante vedere come si sarebbero messe le cose..

    poi nn credo assolutamente ad un campionato alternativo!montezemolo ne parla da almeno 10 anni!come si dice?can ke abbaia nn morde!

    infine anch’io volevo dare il mio ben venuto ad Amedeo!

  • Se è la RBR che volevano penalizzare, basterebbe vietare il DRS in qualifica e dopo vedi i distacchi come si riducono. Grazie all’enorme stabilità al posteriore possono aprirlo prima e staccarlo dopo insieme alla frenata. Sin da Melbourne si vedeva che chi provava a fare come loro o si girava in uscita di curva o andava per le sabbie in frenata. Così si sono tutti adeguati.

    Nel 2009 un cavillo “alla Ross Brawn” ha permesso di mantenere i doppi diffusori. Oggi se un chiarimento tecnico da parte della Federazione c’è stato, allora è giusto si rispetto queste direttive. I Team si lamentano solo per la perdita di prestazione, perchè oggettivamente non sarebbe un problema così esagerato tornare alla soluzione standard, se non a livello logistico dato ci sono due GP ravvicinati. Vedremo cosa decideranno nell’arco di questo weekend.

    Sulla non tempestività della Federazione e sul tira-molla del rispettare la regola non serve mi pronunci, lo avete già fatto in maniera esaustiva…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!